Ricette: i biscotti di Carnevale

Si parla di: cibo

Il Carnevale 2011 sta arrivando. Tante mamme sono alle prese con la scelta e la preparazione delle maschere per i bimbi, ma è anche il tempo di preparare qualche dolce speciale per i nostri piccoli.

Ecco una ricetta facile e veloce, che potete preparare insieme ai più piccoli.

Per preparare la pasta frolla occorrono: 400 gr di farina, 200 gr di zucchero, 200 gr di burro o margarina, 1 uovo intero e 3 rossi, una bustina di vaniglina.
Procuratevi, poi, delle Bustine di Confetti di Cioccolato colorati.

Ecco come procedere: mettete la farina a fontanella, fate un buco al centro in cui mettere le uova, lo zucchero e la vaniglina. Sbattete le uova insieme allo zucchero, aggiungete il burro ammorbidito e lavorate fino ad ottenere un impasto omogeneo. Fate riposare 30 minuti circa e poi stendere l’impasto fino ad ottenere una sfoglia di 1 cm.
Per le mamme che hanno meno tempo, è possibile acquistare la pasta frolla già pronta.

A questo punto, i nostri bambini entrano in gioco, ritagliando dalla pasta frolla dei dischi del diametro desiderato. Potete utilizzare come forma standard anche delle tazzine da caffè. E poi la fantasia la farà da padrona e potranno decorare i dischetti di pasta con i confetti di cioccolato colorato. Potranno distiburili a mo’ di coriandoli o disegnare delle facce simpatiche o fare dei disegni astratti.

Una volta decorati i dischetti, stendete un foglio di carta da forno su una teglia e cuocete in forno a 180° per 15 minuti.

E buon dolcetto a tutti!

0

Abbigliamento e capricci

Si parla di: abbigliamento, bambini

Care Amiche,

quante volte abbiamo sentito dai nostri bambini a proposito dell’abbigliamento: “voglio, voglio, voglio!!” oppure “non lo voglio, non lo voglio, non lo voglio!!”?

E’ colpa dei genitori se il «piccolo» non ne vuol sapere di mettere quel paio di scarpe?

Sicuramente la confusione fa entrare in disagio il bambino. Per esempio nel caso in cui al figlio vengano comperate più paia di scarpe, lui automaticamente entrerà in confusione.

Regola numero uno: dare poche regole, ma chiare. Uno, due paia per l’ inverno, dicendo ci sono queste e basta. Insomma… meno scarpe, meno storie. Attenzione però, non dobbiamo essere noi a sceglierle. Possiamo farlo insieme ai bambini.

E di fronte ai capricci che fare?


Continua dopo il click...

0

La sindrome rancorosa del beneficato

Si parla di: salute

Cos’è la “Sindrome Rancorosa del Beneficato”? Una forma di ingratitudine? Ben di più. L’eccellenza dell’ingratitudine. Comune, per altro, ai più. Senza che i molti ingrati “Beneficati” abbiano la capacità, la forza, la decisionalità interiore, il coraggio e, perfino, l’onestà intellettuale ed etica di prenderne atto.


Continua dopo il click...

28

Care Amiche,

nell’ultimo articolo, commentando alcuni tristi fatti di attualità, accennavo al complesso di Medea. Cerchiamo di capire di cosa si tratta.

Medea uccide i suoi due figli per vendicarsi di Giasone che l’ha tradita e ha scelto un’altra sposa.

Medea non si uccide ma LI uccide. E questo va incredibilmente a confermare le attuali statistiche sui crimini famigliari.


Continua dopo il click...

3

Care Amiche,

uno sguardo doveroso sull’attualità di queste ore, ma soprattutto un appello: PREVENZIONE.

A Bologna, un uomo ha ucciso la moglie e figlio e poi si è suicidato.

A Pineto padre e figlio si sono uccisi accoltellandosi a vicenda.

A Nicotera un quindicenne ha ucciso il padre a coltellate perché picchiava la madre.

E, infine, il caso del papà suicida e delle due figlie di sei anni scomparse. Le ha fatte sparire… E’ stato, il suo, il comportamento di chi è affetto dalla “Sindrome di Medea” ovvero: uccido i nostri figli, affinché tu debba soffrire e al contempo provare un grandissimo senso di colpa.


Continua dopo il click...

3

1

Safer Internet Day 2011

Si parla di: attualità

“Mano sul mouse e piedi per terra. E’ più di un gioco è la tua vita!”

E’ il messaggio che più di 40 realtà italiane – tra istituzioni, società scientifiche, media, industrie ICT e di telefonia mobile, associazioni, università – diffondono oggi (8 febbario) tutte insieme, in occasione del Safer Internet Day 2011, per promuovere un utilizzo sicuro e responsabile dei nuovi media tra i più giovani.

Questa iniziativa rappresenta la prima azione comune del Comitato Consultivo del Centro Italiano per la Sicurezza in Rete, che si propone di diventare un punto di riferimento sul tema a livello nazionale.

La Fondazione Movimento Bambino testimonia la sua sensibilità al tema partecipando al progetto Navigare Sicuri che ha l’obiettivo di informare Genitori ed Educatori sugli strumenti più efficaci per monitorare e valutare le abitudini di navigazione dei ragazzi, in modo da offrire il supporto di cui hanno bisogno.

Condividete qui le vostre paure e le difficoltà nell’affrontare la Rete con i vostri figli. Discutiamone insieme…

1

Specchio, specchio delle mie brame…

Ricordo fiabesco d’infanzia, amico-nemico che ci accompagna nel quotidiano, rammentandoci ad ogni sguardo che abbiamo un aspetto estetico che si interfaccia con la realtà della vita…

Come viviamo il nostro rapporto con il nostro aspetto, che valore attribuiamo alla bellezza? Proviamo a scoprirlo ed a scoprirci un po’ di più.
Come? Abbiamo preparato per voi un veloce test. Provate a rispondere e confrontiamoci sul risultato ottenuto…

2

2

Che i bambini non mangino mai in solitudine!

Si parla di: cibo

Care Amiche,

partirei da questo appello per rispondere ad una domanda classica che mi sento porre da tempo:

Mio figlio/a quando è a scuola o a casa di amichetti mangia cose che se propongo io non mangia, perchè?

Continua dopo il click...

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

2


Switch to our mobile site