Guest GiftQualche sera fa ho invitato un po’ di amici a casa, per cena, e si sono tutti presentati con un pensiero: fiori, gelato, pasticcini, candele, piante e vino. Una volta a tavola si è aperta la curiosa questione: cosa sarebbe più corretto portare alla padrona di casa quando si è invitati a cena? Sembra facile rispondere, in realtà non è così ed è per questo che sarei curiosa di sentire la vostra opinione. Le opzioni sono diverse e complicate, soprattutto quando non si conoscono i padroni di casa, come quando siamo invitati da amici di amici.

  • Portare una bottiglia di vino. Può sembrare la scelta più semplice e adatta, ma se non siete amici di chi vi ha invitato potreste sbagliare e mettere in difficoltà anche i padroni di casa che per educazione saranno “costretti” ad aprire la vostra bottiglia anche se non si abbina con il cibo in tavola. In alternativa potete: chiamare prima per conoscere il menù (solo se siete in confidenza) oppure portare un buon vino da dolce e un sacchetto di cantucci (troverete sempre qualcuno che alla fine ne sgranocchia un paio).
  • Portare i fiori: sì, ma quali? Meglio i fiori recisi o una pianta? Anche in questo caso sarebbe meglio conoscere i gusti e soprattutto le allergie di chi ci ospita, ma non è mai facile farsi mandare per fax le ultime analisi (soprattutto perché non è detto che abbiano il fax). Meglio abbandonare l’idea o comprare una pianta grassa.
  • Portare un dolce. Tralasciando il solito problema “Conosciamo chi ci ha invitato?”, la questione dolce per me è un argomento molto delicato: se c’è una cosa che mi viene bene sono i dessert, per questo il fatto che qualcuno porti una torta o dei semplici pasticcini mi complica sempre il gran finale. Per l’educazione di cui sopra devo servire prima ciò che i miei ospiti hanno comprato e portato. E poi? Se i dolci erano ottimi e tutti chiedono il bis? Ci sarà ancora posto per il mio dolce? Rischio di sembrare una “casalinga disperata“, ma quando una passa il pomeriggio a cucinare vorrebbe che i suoi sforzi venissero riconosciuti e apprezzati fino in fondo! È per questo che chiamo sempre tutti i miei amici di persona e nell’invitarli specifico che il dolce lo preparo io. D’estate, in ogni caso, il gelato è sempre ben accetto!
  • Portare un pensiero per la casa o per chi la abita. Escludendo il Natale, i compleanni e le inaugurazioni non portate regali personali, il rischio è che finiscano tra quelli da riciclare.
  • Non portare nulla. Si può fare se siete ospiti di chi frequentate spesso, dei vostri amici, quelli con cui vi vedete almeno due volte al mese.

Spero che queste “regole di cortesia” vi siano utili, ma ricordate: chi vi invita ha prima di tutto voglia di passare una serata insieme a voi e quel che vi chiede di portare è la vostra compagnia!  

22 commenti

  1. 1.

    ho sempre pensato che i fiori fossero la soluzione migliore anche perchè ioli adoro. le rose poi!…….

  2. 2.

    Ma certo, che problema c’è! Meglio ancora, quando si è in tanti una bottiglia finisce subito.
    Vai pure e buona serata!

  3. 3.

    domanda: sono stato invitato e saremo circa otto persone, sta male se porto 2 bottiglie di vino anzichè una ???
    (premetto il vino è di quelli che nn si trovano tt i giorni).
    ciao grazie

  4. 4.

    Regalo sempre un prodotto alimentare di elevata qualità. Ho trovato un sito http://www.Bemboshop.it che ne offre una gamma inesauribile.

  5. 5.

    Ciao Vany, beh io porterei qualcosa “dalla città”.
    Cioccolatini particolari, un vino, o magari uno spumante per l’aperitivo…

  6. 6.

    e se devo andare a cena da due amici nel loro agriturismo dove fanno praticamente tutto che cosa porto??? dilemma

  7. 7.

    [...] vieni a cena e porti qualcosa tipo fiori, vino o dolce a sceonda dell’occasione. Ma di questo ne parlammo un po’ di tempo [...]

  8. 8.

    Beh, giraluna, in questo caso i fiori sono la soluzione oppure un bel barattolo di miele o marmellate biologiche. Poi ovviamente, specie se non conosciamo i nostri ospiti, non sempre possiamo azzeccarci. Basta il pensiero, non è così?

  9. 9.

    sinceramente è sempre un bel dilemma…soprattutto se chi ospita ha qualche specie di intolleranza alimentare e per di più detesta il vino…in questi casi che si fa?…

  10. 10.

    Non so quale sia la regola, portare due bottiglie se non sbaglio è un gesto, come dicevi tu, per fare un omaggio alla serata e ai padroni di casa, ma questo non vuol dire che non possano essere aperte. Anzi, per me l’unica regola che ha senso è quella del divertirsi in compagnia: se ti portano due bottiglie identiche e la prima durante la cena finisce, tanto vale aprire l’altra per continuare con lo stesso tipo di vino e con lo stesso tasso alcolico! La prossima volta che i tuoi amici storcono il naso chiedigli cosa c’è che no va.

Mostra messaggi precedenti

E tu cosa ne pensi?