È partita ufficialmente la caccia alla zucca. Se da una parte non amo più di tanto le feste in maschera come il Carnevale e Halloween, dall’altra il clima milanese mi ha portato in questi anni alla scoperta di sapori e colori a me sconosciuti e i quali con Halloween sono strettamente correlati. È così che la zucca, con tutte le sue declinazioni culinarie, è diventata un must per la mia tavola autunnale. È un po’ come il pomodoro d’estate, con la zucca si può fare di tutto. E pensare che quando abitavo a Roma non l’avevo mai cucinata. Nel momento in cui si accendono i riscaldamenti al Nord, io parto alla caccia delle zucche migliori. L’anno scorso ne avevo comprate diverse, molto piccole, per decorare la tavola, mentre quest’anno vorrei tentare di comprarne una grossa nella quale incidere un faccione sorridente. Mi devo pur allenare in vista dei futuri Halloween in compagnia di un bambino. Prima tappa, sperando di essere fortunata e di spendere poco, il mercato di zona: tra i banchi di frutta e verdura spuntano tante zucche, di dimensioni e forme diverse. Ne compro alcune per decorare la casa e altre per cucinare. Questa settimana, per festeggiare Halloween a modo mio (amici, il Convivente, chiacchiere e qualche zucca illuminata) prevedo di organizzare diverse cene a base di zucca. Prima di mettermi ai fornelli però faccio un salto anche al negozio bio sotto casa per comprare le uova, l’olio di arachidi e dare un’occhiata alle loro zucche: se mai ne dovessi trovare di migliori vorrà dire che mangeremo zucca per un mese, ma mai lamentarsi di un ingrediente così utile. E alle brutte quel che avanza si congela! Questa sera si parte con le frittelle di zucca salate della madredilui, una delizia nella quale mi cimento sperando di reggere (o addirittura superare) il confronto con l’originale e qualche frittella dolce, sempre a base di zucca, per chiudere con un dessert la seratina a due che mi aspetta. Di seguito trovate le ricette. Ovviamente cucinando solo per noi due ho dimezzato le dosi delle frittelle della madredilui e ho usato la zucca avanzata per le frittelle dolci. Le dosi ci sono, ma mai come in queste preparazioni sapersi regolare a occhio serve.

Frittelle di zucca della madredilui (per circa 20 frittelle)
Ingredienti: 500 gr di zucca, 2 uova, 1 bicchiere di birra, 500 ml (circa) di olio di semi di arachidi, 100 gr di farina e un cucchiaino di sale.
Preparazione: tagliate la zucca a metà, togliete i semi e ponete le due facce sopra una placca da forno rivestita con la carta forno. Fate cuocere per un’ora a 180°. Cuocendola così, la zucca, sarà velocissima da pulire perché riuscirete a levare in un attimo la buccia ottenendo una purea di zucca pronta all’uso. In una ciotola schiacciate ancora un po’ la zucca con una forchetta, affinché diventi un vero e proprio purè. A parte preparate la pastella unendo le uova alla farina e diluendo il tutto con la birra in modo da ottenere un impasto semifluido (con il tempo vi abituerete a equilibrare le dosi di farina e birra e otterrete una pastella perfetta!). Aggiungete il sale, la verdura schiacciata e mescolate bene il tutto. Portate a ebollizione l’olio in una padella ampia (l’olio dovrà coprire il fondo per circa 1 centimetro d’altezza). Verificate la temperatura con l’aiuto di un pezzetto di pane: se scurisce in 30 secondi, l’olio è pronto. Con l’aiuto di due cucchiai cominciate a preparare le frittelle direttamente in padella, schiacciando l’impasto con il dorso del cucchiaio e distanziando bene le frittelle l’una dall’altra. Lasciate friggere le frittelle per circa tre minuti da entrambi i lati. Quando girate la frittella schiacciatela nuovamente per permettere che cuocia meglio anche all’interno e che assuma una forma tonda più regolare. Una volta che si saranno scurite scolatele subito su un piatto ricoperto con la carta assorbente (sarebbe ancora meglio la carta paglia, quella gialla da fornaio).

Frittelle di zucca dolci
Ingredienti: 500 gr di zucca (si parla di zucca ancora da cuocere = circa 150 g di zucca cotta), 100 gr di zucchero, 2 uova, una bustina di lievito vanigliato per dolci, 200 gr di farina, zucchero a velo, cannella (facoltativa).
Preparazione: prendete la zucca cotta, ridotta a purè, e unitela alle uova, lo zucchero e il lievito. Mischiate bene il tutto poi aggiungete la farina  e mescolate fino a ottenere una pastella morbida (se dovesse risultare troppo densa aiutatevi con un  po’ d’acqua. Lasciate riposare, coperta con una pellicola, per circa mezz’ora in frigorifero. Fate scaldare l’olio in una padella dai bordi alti e una volta raggiunta la temperatura per friggere gettatevi dentro la pastella, a cucchiaiate abbondanti. Lasciate friggere fino a che le frittelle non saranno diventate più scure. Scolate, adagiate su un piatto coperto con carta assorbente e cospargete di zucchero a velo (e cannella, se vi va).

2 commenti

  1. 1.

    Si chiama pumpkin pie: è la classica torta di halloween in America. Io l’ho fatta ieri, ma non ho messo né panna, né liquore: solo molte spezie, soprattutto la cannella e poi mandorle e pinoli. Buonissima! La prossima volta ci sbriciolo sopra gli amaretti secchi…

  2. 2.

    in america c’e’ una torta di zucca che fanno ad halloween e se non mi sbaglio mettono nell’impasto un liquore non mi ricordo quale .e’ molto buona e si serve con della panna su ogni fetta.

Mostra messaggi precedenti

E tu cosa ne pensi?