Guardate che non è mica facile trovare l’ispirazione giusta…
Se ci pensate bene cucinare quotidianamente non è una missione semplice, non è mica come aprire l’armadio e vestirsi, anzi: la differenza tra vestirsi e cucinare sta nel fatto che in cucina poi i capi, ovvero gli ingredienti, andranno combinati e cotti, gli andrà dato un certo sapore (cosa che potrebbe essere paragonata all’indossare degli accessori, se si parla di moda) e, soprattutto, sarebbe il caso che quel che abbiamo preparato sia gradito non solo a noi, ma anche ai nostri ospiti.

Ma come fare a ispirarsi ogni giorno per evitare la monotonia culinaria? Come vi ho detto più volte cerco spesso tra le riviste, nei siti internet, nei foodblog, sui vecchi libri di ricette, ma gira che ti rigira le idee sono quelle. Una strada diversa e molto divertente da seguire sono i menu dei ristoranti: se aveste un ristorante di fiducia potreste chiedere direttamente un consiglio allo chef, altrimenti potreste divertirvi a fotografare il menu dei vostri ristoranti preferiti, cercando poi di ripetere i piatti a casa. C’è addirittura chi i menu li colleziona, rubandoli qua e là, ma io non ve l’ho detto e soprattutto non ve lo consiglio: uscire dal ristorante con un menu rilegato in pelle sotto al braccio non è elegante e soprattutto rischiereste di essere buttati in cucina a lavare i piatti per punizione!

L’idea è solo quella di prendere ispirazione. Se poi non foste in grado di ripetere i piatti del ristorante alla perfezione potrete comunque cogliere gli spunti per creare ricette originali e nuovi abbinamenti. E voi avete mai fotografato o preso spunto da un menu? Se sì, raccontatemi i vostri esperimenti.

(Foto di robertpaulyoung)

E tu cosa ne pensi?