Ho comprato un polpo. Cioè, ho comprato un pezzo di polpo giù pulito e inscatolato, ma fresco e non surgelato.
Avevo voglia di polpo e patate, ma ho fatto male i conti: un pezzo di polpo non basta, serve un polpo intero.
Ma come mi piace la parola polpo: polpo, polpo, polpo!
Che poi questo nome, al mollusco viscidino che ho comprato, non è che gli si addica più di tanto, non trovate?
Questioni linguistiche a parte, l’altra sera ho preparato il primo pezzo di polipo della mia vita e, alla faccia di tutti quelli che mi hanno detto “Occhio, che viene duro“, il mio era morbidissimo! Le patate poi l’avevo cotte al punto giusto e la pioggia di prezzemolo fresco con cui ho condito il tutto mi ha fatto sentire subito al mare.
La prossima volta comprerò uno o due polpi, perché quella dell’altra sera era una porzione da antipasto più che da piatto unico, come avrei voluto fare.

Ingredienti: 1 kg di polpo, un cucchiaio di aceto di vino bianco, qualche bacca di ginepro, 1 kg di patate, prezzemolo, olio.
Preparazione: prima di tutto mettete a bollire in un pentolone capiente dell’acqua con l’acerto e il ginepro. Poi prendete il vostro polpo, già pulito, e tenendolo per la testa immergete e tirate poi fuori dall’acqua i suoi tentacoli per 3 o 4 volte, affinché si arriccino. Una volta finita questa operazione potete immergere completamente il polpo e farlo cuocere, con il fuoco al minimo, per circa 40 minuti. Le patate potete cuocerle o in una pentola a parte oppure nell’acqua del polpo, dopo che saranno trascorsi i primi 25 minuti di cottura. Una volta cotto il polpo, lasciate che si raffreddi nell’acqua di cottura e solo quando sarà tiepido prelevaleto e fatelo a tocchetti. Tagliate a pezzettoni anche le patate e poi condite il tutto con olio, sale, pepe e prezzemolo tritato.

Foto credits: avlxyz

3 commenti

  1. 1.

    ah ah che ridere polpopolpolpo!!! io, oltre alle patate, ci metto anche fagiolini (così fa piatto unico) molti capperi e condisco con la vinaigrette. mi unisco alle amiche di sopra per la cottura in pentola a pressione. anzitutto io prendo un polpo intero, lo sbatto in freezer per almeno un paio di giorni. Poi, così com’é (qui diciamo “cirdino”, insomma rigidino…) lo metto in poca acqua fredda con aceto di vino, chiudo la pentola e vado di almeno mezz’ora (dipende dalla grandezza del bestio. un’altra ricettina fresca e buona buona, è con prezzemolo, giardiniera, succo e spicchi di limone.

  2. 2.

    ciao a tutti,
    adoro il polpo con patate! Io lo faccio in pentola a pressione. Viene morbidissimo e con metà tempo!
    Volevo segnalare a tutti che dal 1 luglio inizia il concorso di cucina Chef anch’io! Il primo contest senza glutine. Non avete mai cucinato senza glutine? Nessun timore, esistono ingredienti privi naturalmente senza glutine. come appunto il polpo e le patate. Partecipate: http://www.chefanchio.it

  3. 3.

    Comodissimo anche farlo nella pentola a pressione. Ci vuole la metà del tempo e viene morbidissimo. Il segreto sta solo nel farlo raffreddare nella sua acqua.

Mostra messaggi precedenti

E tu cosa ne pensi?