Comfort food. Per chi non lo sapesse, questo termine indica tutti quei cibi “coccola”, quelli che ti scaldano il cuore e che confortano ogni volta che li mangi.
Tra quelli riconosciuti quasi universalmente ci sono: il purè, la cioccolata calda, la Nutella, il latte caldo con il miele, la zuppa dalla nonna (qualunque nonna), la torta di mele, e così via.
Ognuno poi ha i suoi gusti, ovviamente.
Spesso un piatto diventa in un attimo il mio comfort food anche se fino al giorno prima non lo era.
Spesso dipende anche dal momento in cui lo si mangia e dall’umore che si ha quando ci si trova davanti al piatto.

Qualche settimana fa sono stata in un ristorante di Roma davvero eccezionale e nel menu ho scoperto la pasta burro e alici. Tac! Si è accesa la spia del “comfort food”, immediatamente.
La storia è questa. Durante il periodo di Natale, soprattutto quando ero piccola, i miei genitori ed io andavamo in montagna a sciare e, durante la pausa pranzo, tra una pista e l’altra, ci fermavamo sempre a un bar per mangiare qualcosa: panino burro e prosciutto per me e burro e alici per i miei.
Continua dopo il click...

4 commenti