Cake Design Italian Festival

Categorie: Eventi culinari

Ma voi la sapreste fare una torta come quella nella foto? Ah, perché per chi non lo avesse capito trattasi di glassa e non di pongo.
Come facciano io proprio non lo so e soprattutto quanta pazienza ci vuole per preparare una torta simile?
Cake designer, così si definiscono i pasticceri che realizzano questi splendidi dolci, vere e proprie opere d’arte.
Ma saranno anche buone? Per scoprire tutto, da come prepararle a come siano realmente il loro gusto, c’è un solo modo: andare il 14 e 15 maggio al primo Cake Design Italian Festival che si terrà all’interno del Westin Palace Hotel di Milano, in occasione della Milano Food Week.
I dolci sono la mia passione, ma devo dire che non mi sono mai azzardata in torte così complicate. Bisognerebbe fare un corso, forse.

Le organizzatrici del festival sono Federica e Adriana di SiLoVoglio sono diversi mesi girano l’Italia arruolando i migliori cake designer italiani per organizzare splendidi corsi in tutta Italia, corsi che in parte si ripeteranno nella due giorni milanese e ai quali potete ancora iscrivervi. In tutto ciò io che c’entro? La vostra Signorina Fiamma sarà una delle madrine dell’evento quindi mi troverete a girare tra stand e workshop perché muoio dalla curiosità di capirne un po’ di più di questo mondo di torte colorate come una casa delle Barbie e golose come un macaron.
Vi aspetto!

Commenta

10 giorni suonatiDomani sera alle 19.00 (martedì 20 luglio) vi aspetto al Castello di Vigevano dove è in corso, fino a giovedì 22 luglio, la prima edizione di “10 Giorni Suonati” una nuova rassegna musicale ricca di musica, cultura ed enogastronomia. Prima di ogni concerto in programma – per tutte le informazioni cliccate qui e per i biglietti potete rivolgervi alle prevendite nei circuiti Ticketone, Ticketweb, BookingShow e Barley Arts – si tengono degli aperitivi con l’autore e domani ci sarò io, la Signorina Fiamma, a parlare di “Due cuori e un fornello”. A seguire i ragazzi del Mulino Marino e poi si potrà cenare in uno dei tanti punti allestiti all’interno del Castello che prevedono selezioni di birre artigianali, mescita di vini dai tradizionali ai biologici e biodinamici, salumi, formaggi, carne di vacca piemontese e salamella cremonese, salsiccia di Bra e pane da farina biologica molita a pietra, il tutto fornito direttamente da produttori e artigiani selezionati.

Chi sono i ragazzi del Mulino Marino? I fratelli Fausto e Fulvio Marino (che ho avuto modo di conoscere qualche settimana fa di persona) sono i più giovani appartenenti alla famiglia di mugnai Marino. Il Mulino Marino si trova in provincia di Cuneo e produce la farina più usata dai foodblogger, ma non solo. Non ho fatto sondaggi specifici, mi è bastato accedere alla loro pagina Facebook per farmi un’idea delle amicizie che hanno. Ma come dicevo non si tratta solo di foodblogger, perché se i gastrofanatici sono diventati fedelissimi consumatori delle farine prodotte da questo Mulino è grazie alla fiducia che hanno nei confronti dei ristoratori che amano. Uno su tutti? Il pizzaiolo romano più citato online: Gabriele Bonci. Se per ora volete farvi un’idea della sua pizza cliccate qui e vedrete alcune delle sue partecipazioni alla “Prova del cuoco”, se poi siete a Roma allora correte da Pizzarium. Non ho altro da aggiungere, sono certa che al primo morso capirete perché non riesco ad esprimermi adeguatamente sull’argomento! Provare per credere.
Di Bonci, della sua pizza e di chi – me compresa- ha provato ad emulare la sua pizza vi parlerò poi. Se invece foste curiose di partire dalle basi potreste venire a conoscere i ragazzi del Mulino Marino a Vigevano, insieme a me!

Ovviamente, sempre a Vigevano, dopo aver chiacchierato e mangiato, non potrete che finire la serata in bellezza con il concerto degli Archive insieme a Brendan Perry (già nei Dead Can Dance) e Badly Drawn Boy. Ci sarete? Io vi aspetto!

2 commenti