Fusilli by roger.karlssonNessuna ricetta, nessun consiglio. A dare lo spunto a questo post è un alimento tanto semplice quanto complesso: la pasta.
Sto concludendo le mie vacanze a Roma e mia madre mi ha preparato primi piatti in varie salse e in varie forme, una su tutte gli spaghettini.
Di solito compro i classici spaghetti, parliamo di dimensioni ovviamente, ma gli spaghettini devo ammettere che sono quasi meglio: accolgono il sugo allo stesso modo, ma si arrotolano meglio, più stretti intorno alla forchetta, e schizzano molto meno. Buoni.
Un tipo di pasta che invece non amo più sono le linguine e in generale tutte le paste lisce. La ruvidità e le righe disegnate sulla pasta credo siano la caratteristica fondamentale per rendere un formato di pasta degno di essere affogato in qualunque salsa o sugo.
Il Convivente dal canto suo è il più grande fan dei fusilli napoletani, per intenderci quella pasta lunga arrotolata a spirale su sé stessa, ma spessa quanto un bucatino. Non si trova facilmente, ma devo ammettere che con il ragù sono un’ottima accoppiata.
E voi che tipo di pasta amate: lunga o corta? E in particolare: quale formato?
N.B. Escluderei dalla competizione la pasta fresca all’uovo che gioca in un campionato tutto suo. Se dovessi scegliere credo comunque che opterei per i taglierini all’uovo!

(Foto di roger.karlsson)

8 commenti