Invitare a cena gli amici e pensare di non offrirgli un dolce per me è piuttosto una cosa inconcepibile. Mi dispiace proprio, mi sembra quasi di fare un torto ai miei ospiti: è un po’ come andare in vacanza e decidere di rientrare un giorno prima del previsto. Non ha senso. A meno che non ci sia un’esigenza.
L’esigenza, in cucina, spesso prende il nome di dieta. Lo so, è una parola orrenda, ma può diventare piacevole se la sappiamo gestire come se fosse una cosa normale.
Continua dopo il click...

1 commento