È diverso tempo che non parlo della madredilui e delle sue ricette. Credo sia perché la massima produzione di piatti targati “madredilui” si concentra a Natale e in piena estate, quando ci ritroviamo tutti insieme al mare ed è un continuo di peperoni fritti, fiori di zucca in pastella come piacciono al Convivente, passata di sugo fatta in casa…
Una cosa che però non fa di frequente e che manda in visibilio il Convivente sono i calzoni fritti, quelli che a Milano molti conoscono come i panzerotti, in particolare quelli di Luini.
Io che non li faccia proprio spessissimo non sono così triste, altrimenti esploderei.
Ho capito negli anni di non essere una fanatica delle robe fritte, infatti a me i panzerotti piacciono di più se cotti in forno.
L’altra sera però, preparando la pizza, ho deciso di fare la gioia del mio uomo preparando, con le mie sante manine, i mitici calzoni di sua madre.
La preparazione è davvero semplice: pasta della pizza (quella fresca, ovviamente), prosciutto e mozzarella. Tanto olio per friggere… et voilà!
In realtà, si possono riempire con quello che più vi piace: io li preferisco con pomodoro e mozzarella, ma c’è anche chi ci mette la salsiccia (per la serie rimaniamo sul leggero).

Ingredienti: pasta per la pizza fritta, prosciutto cotto, mozzarella (meglio quella da pizza perché più asciutta), olio per friggere.

Preparazione: appoggiate un cerchio, o un piattino, sulla pasta ritagliando una serie di dischi di 10-12 cm di diametro. Distribuite un paio di fettine di prosciutto e della mozzarella a fettine su ogni disco, salate e pepate, poi inumidite il bordo della pasta e ripiegatela su se stessa, facendo aderire bene i contorni con le dita. Lasciate riposare i panzerotti per 15 minuti e poi friggeteli.

Foto credits: Geomangio

1 commento

hamburger di mozzarellaSono un’onnivora, ma in quanto figlia degli anni ’80 mi reputo anche una pubblivora: non sono una di quelle che cambia canale quando c’è la pubblicità, anzi da piccola facevo a gara con le mie cugine a chi ci impiegava meno tempo a riconoscere gli spot. Inoltre la pubblicità è stimolante (gastronomicamente parlando) e ti invita a provare spesso cose nuove, non solo consigliando dei prodotti specifici, ma anche solo mostrando per un attimo all’interno di uno spot un piatto diverso dal solito.
È quello che mi è accaduto qualche sera fa, guardando la pubblicità di una mozzarella. Non farò nomi, ma magari è capitato anche a voi di notare quello splendido hamburger di mozzarella che la mamma prepara per tirate su il morale della figlia dal cuore spezzato.
Illuminazione: perché non usare una bella mozzarella fresca al posto del pane e poi farcirla come un vero e proprio panino?

Ovviamente se vi limitate a riempirla di pomodoro otterrete una caprese in verticale, ma se date modo alla vostra fantasia di darsi da fare otterrete delle idee davvero stuzzicanti.
Ecco come ho fatto il mio primo hamburger di mozzarella.

Ingredienti per 4 persone: 4 mozzarelle vaccine o di bufala belle grosse (circa 200 g l’una), semi di sesamo, 4 foglie di lattuga, 4 fette di pomodori secchi sott’olio, 4 fette di cipolla rossa, 4 fette di cetriolo, 4 fette di pancetta, olio extravergine d’oliva, sale e pepe.
Preparazione: tagliate a metà le mozzarelle e preparate tutti gli ingredienti. Fate soffriggere la pancetta in un padellino antiaderente e lasciatela asciugare su un foglio di carta assorbente. Preparate i piatti e componete il vostro panino. Per questo hamburger dovrete dotarvi di stuzzicadenti lunghi perché ovviamente a differenza del pane la mozzarella tende a scivolare. Gli strati andranno così inseriti (vedi appunti in foto): base di mozzarella, foglia di insalata, cetriolo, cipolla, pomodoro, pancetta e cappello di mozzarella. Spruzzate il tutto con un filo d’olio, sale, pepe e una manciata di semi di sesamo. Infilzate il vostro spiedone e servite. Vi avverto: sarà impossibile mangiare con le mani come al fast food, ma il sapore è speciale!

2 commenti