tagliatelle salmoneDa diversi anni la mia mamma si è specializzata in un delizioso sugo al salmone. È nato per caso, come spesso nascono le migliori ricette.
Un anno, per Natale, arrivò a casa un cesto regalo, di quelli pieni di mille leccornie, e tra gli ingredienti c’era un bel pezzo di salmone affumicato. Come a volte capita, sul retro della confezione appariva una ricetta per utilizzare quell’ottimo pesce.
Le tagliatelle al salmone come erano presentate lì vedevano apparire tra gli ingredienti del prosciutto crudo, ma la cosa non convinse mia madre che lo sostituì con il prosciutto cotto e nacque la magia: il sugo che mia madre fece quella sera di tanti anni fa – e che spesso ripete per le grandi e piccole occasioni – era sublime. Lo è tutt’ora.
Cremoso, corposo e sopratutto adatto ad ogni tipo di pasta, da quella all’uovo a quella secca.
Provare per credere!

Ingredienti: 100 g di prosciutto tritato al coltello, 200 g di salmone affumicato tritato grossolanamente, 200 ml di polpa di pomodoro, 2 noci di burro e una cipolla tritata, 200 ml di panna da cucina, 320 g di tagliatelle
Preparazione: fate appassire la cipolla nel burro, in un’ampia padella antiaderente, poi unite il prosciutto cotto e fatelo cuocere un paio minuti, evitando che secchi. A questo punto aggiungete la polpa di pomodoro e cuocete per circa un quarto d’ora a fuoco medio-basso. Aggiungete il salmone e intanto mettete a cuocere la pasta. Non appena state per scolare le tagliatelle, aggiungete la panna nel sugo e condite le tagliatelle.

1 commento

E questa sera si mangia pesce. La dieta del Convivente e mia continua a gonfie vele, sopratutto per lui. Vi avevo detto che ci siamo messi a dieta? Ebbene,  sì.
Niente di superlativo: variazione continua, pochi carboidrati, tanta verdura e niente scemate.
E l’ago della bilancia è in caduta liber, per nostra gioia.
Quello che conta, per quanto mi riguarda, è che non manchi mai il piacere di cucinare cose nuove.
È così che cerco di trovare ogni giorno nuovi stimoli e anche se il salmone che vi consiglio oggi non è forse il piatto più dietetico che abbiate mai assaggiato, conta molto la quantità.
Se il cibo vi soddisfa non è necessario abbuffarsi, ve lo garantisco.
Pochi, semplici ingredienti, trasformano un salmone in un piatto davvero delizioso, contorno compreso.
Ingredienti: 2 cucchiaini di miele, 4 cucchiaini di senape di Digione, 3 cucchiai di aceto di vino bianco, 1/2 tazza di olio d’oliva, sale e pepe, 1 cipolla media tagliata a fette sottili, 1 tazza di pane grattugiato, 4 pezzi di filetto di salmone senza pelle, fagiolini verdi.
Preparazione: preriscaldare il forno a 180°. Sbattete insieme miele, senape, aceto, olio, sale e pepe. In una teglia da forno sistemate la cipolla tagliata con 2 cucchiai di vinaigrette e fate cuocere 5 minuti. Nel frattempo, mescolate 1 cucchiaio di vinaigrette al pangrattato. Coprite il pesce con un cucchiaio di vinaigrette, condite con sale e pepe e finite il tutto con un cucchiaio della miscela vinaigrette+pangrattato e sistemate il pesce sopra alle cipolle.. Fate cuocere fino a che il pesce non sarà ben cotto (circa 7 minuti). In acqua bollente salata fate cuocere i fagiolini per circa 4 minuti, scolateli e conditeli con la cipolla cotta in forno e un cucchiaio di vinaigrette.
Foto di gkdavie

Commenta

Il salmone è proprio buono. Direi che questo lo teniamo lì, come dato di fatto.
C’è poi a chi piace crudo, chi lo preferisce affumicato e chi invece lo ama cotto. A me piace sempre e, fortunatamente, ormai non è così difficile trovare dei bei filetti di salmone da preparare al volo in casa propria.
Un tempo era un piatto da ricchi, magari da mangiare durante le feste natalizie, mentre adesso qualunque supermercato ha al reparto pesce dei tranci di questo pesce color corallo, grasso al punto giusto da piacere anche ai non amanti del pesce in genere.
Fateci caso: chi non ama il pesce, se costretto, sceglie sempre il salmone.
È il caso del Convivente che non sopporta il pesce spada o il tonno, ma mangia molto volentieri il salmone, soprattutto se accompagnato da qualche salsina.

Ed ecco un paio di consigli per preparare un buon salmone alla griglia, stupendo anche i più scettici.
Continua dopo il click...

Commenta