2

L’uovo nel peperone

Categorie: Ricette semplici

Credo che quella di oggi sia la ricetta più semplice, ma più d’effetto che abbia mai realizzato.
L’ho preparata l’altra sera, rientrata da Roma e con il frigo che gridava vendetta per quanto era vuoto.
Un peperone, un uovo, poco tempo e poca voglia, si sono trasformati in questo delizioso piatto.
Chi ha visto questa foto mi ha detto che sembra un uovo in cocotte… Il concetto è simile, solo che la cocotte in questione è commestibile, profumata e semplicemente ottima.
Ecco la ricetta, l’ideale per una cenetta al volo come per una serata nella quale si voglia fare molta scena.

Ingredienti: un peperone, un uovo, sale, pepe, olio.
Preparazione: lavate il peperone, tagliate il peperone a fette alte circa un centimetro e mezzo (verranno fuori una serie di anelli larghi) e ripulite i semi e le parti bianche. In una padella antiaderente versate un filo d’olio e una tazzina d’acqua e adagiatevi una fetta di peperone, coprite e fate cuocere circa 5-8 minuti a fuoco medio alto. Togliete il coperchio, salate e pepate e soffriggete bene il peperone su entrambi i lati. Rompete all’interno del peperone un uovo, facendo attenzione che non si rompa il tuorlo e fatelo friggere fino a completa cottura. Se volete un effetto come quello della foto, fatelo cuocere con il coperchio.

2 commenti

Vi ricordate quando vi parlai del croque monsieur? È quel toast francese con prosciutto, formaggio e besciamella, ma per scoprirlo andatevi a leggere la ricetta qui.

L’altro giorno, in un locale milanese, ho mangiato la moglie di Monsieur Croque: il Croque Madame. Se per un attimo vi venisse in mente che la versione femminile sia più leggera di quella maschile vi sbagliate di grosso: la madame in questione vuole al posto della besciamella un bel ovetto all’occhio di bue. Tiè!

Vi piace l’idea? A me tantissimo e al Convivente ancor di più, tanto che al locale abbiamo fatto scambio di coppie: lui ha preso un madame e io un monsieur. Siamo stati soddisfatti entrambi, grazie.

Ingredienti: 4 fette di pane in cassetta, 2 uova, 2 fette di prosciutto cotto, 10 g di burro, 30 g di formaggio grattugiato tipo emmentale, sale e pepe.

Preparazione: scaldate il forno a 180° e imburrate una teglia. Farcite le fette di pane con il prosciutto, il formaggio, sale e pepe e poi tostate il tutto. In una padella sciogliere il burro e rompetevi le uova per friggerle.Fate cuocere e infine appoggiate l’uovo cotto sul toast e servire caldo.
Foto di Benny Wong

1 commento

È tempo di asparagi, siamo praticamente circondati. Larghi, lunghi, fini, bianchi: asparagi di tutti i tipi e da cucinare in qualunque modo.
Se poi foste a dieta, la combinazione light ma golosa tra uova e asparagi è un vero toccasana per chi non vuole rinunciare al gusto.
Uno dei piatti che più mi diletto a preparare ultimamente sono le uova in camicia. Sto cercando di migliorare la mia tecnica per renderle perfette, ma non è sempre facile.
Fortuna che il Convivente punta più alla sostanza che alla forma!
Tornando agli asparagi, la cosa che meno amo è quando si ammorbidiscono troppo e devi per forza mangiarli con la forchetta.
Continua dopo il click...

Commenta

Pronti per un bel brunch del 1° maggio?
Se non avete intenzione di muovervi da casa, almeno godetevi la vita preparandovi uno splendido brunch.
Alzarsi tardi, prendersela comoda, saltare la colazione e pranzare presto: è questo lo spirito del vero brunch, non credete?
Ma per godersela davvero, sarebbe il caso di preparasi qualcosa di speciale. Per cui alzatevi mezz’oretta prima del previsto e preparate i toast cup: ovvero, dei toast a forma di tazzina. Prepararli è davvero semplice – come potete leggere nella ricetta che segue – e nessuno vi nega di riempirli come meglio credete.
La combinazione uova e bacon è un must per ogni brunch che voglia essere chiamato tale, ma potete anche riempirli di spinaci e uova o asparagi (in piena stagione) e uova.
Io preferisco rimanere sul classico. La ricetta poi arriva dritta dalla cucina di Martha Stewart, un classico americano.

Ingredienti: 3 noci di burro sciolto, 8 fette di pancarrè, 6 fette di bacon, 6 uova, sale e pepe.
Preparazione: riscaldate il forno a 180° e imburrate 6 stampini da muffin. Con un mattarello spianate le fette di pane e ritagliatele con uno stampino per biscotti, o con l’aiuto di un bicchiere, formando otto piccoli cerchi; tagliate ogni cerchio a metà e foderate con questi le pareti dello stampo per muffin, assicurandovi di ricoprire bene la base e lasciare che il pane fuoriesca dai bordi di ogni stampino. Usando un pennello da cucina imburrate anche l’interno dello stampo, ovvero il pane. Fate cuocere il bacon in padella, girandolo una volta, ma senza farlo abbrustolire. Disponete le fette sul pane e rompetevi sopra un uovo per ogni stampino. Salate, pepate e infornate per 20-25 minuti. Servite caldi.

Foto: Kirsten Loza

Commenta

Le ricette più buone sono quelle semplici. E cosa c’è di più semplice di un uovo?
Sbagliato! Chi mi legge sa bene che non sono così convinta del fatto che cucinare un uovo sia “semplice”, soprattutto se a cucinarlo è il Convivente. Dell’uovo perfetto ve ne ho parlato, ricordate? Dell’uomo perfetto credo sia inutile parlarne: non esiste.

Oggi però non vi parlo né di uova perfette né di uomini perfetti, ma di quanto anche il più semplice dei piatti possa mettere allegria se costruito con un pizzico di creatività. Niente di complicato, ovviamente: un uovo nel pane, tutto qui.

Non finirò mai di dire quanto mi piaccia fare il brunch e di quanto mi rilassi passare il tempo in cucina la domenica mattina.
Per il brunch di questo weekend vi propongo un’idea veloce a base di uova e… Buon weekend!

Ingredienti: 2 fette di pan carrè, 2 uova, burro, sale e pepe.
Preparazione: fate un foro al centro delle fette di pane, grande quanto un tuorlo o poco più. In un tegame Fate scioglie un cucchiaio di burro e, quando è caldo, metteteci la prima fetta di pane. Aprite l’uovo nel foto e fate cuocere fin quando il tuorlo non è cotto. A questo punto ribaltate il pane con l’uovo e fate abbrustolire anche dall’altro lato.

Foto: Special*Dark

Commenta

Le uova ripiene sono una piccola, golosa, calorica, passione del Convivente.
Di solito le prepara sua zia e il ripieno è fatto di tuorlo e tonno, più altri ingredienti che non so dirvi.
Mi sono messa a cercare online e, tanto per cominciare, ho scoperto che in America le chiamano “Deviled Eggs“, mentre in Francia œuf mimosa.
Il termine “indiavolate” veniva usato perché molto spesso queste uova sono condite con spezie e ingredienti piccanti e profumate: pepe, peperoncino, paprica, aglio…
Continua dopo il click...

Commenta

Parliamoci chiaro, per quanto una possa amare la cucina, e ami cucinare per gli altri e per sé stessa ogni giorno, ogni tanto tutti hanno bisogno di una pausa.
Questo lungo ponte, che siate in vacanza o meno, dovete spassarvela.
Ci sono da fare troppe cose per pensare a cosa cucinare: i regali da comprare, gli addobbi da montare, le passeggiate da fare tutti belli imbacuccati, il blocco del traffico… E poi c’è da fermarsi un attimo a riflettere su cosa mangeremo a Natale e Capodanno, per cui oggi restiamo semplici.
E cosa c’è di più semplice di due uova al tegamino?
Continua dopo il click...

Commenta

Le uova (e tutte le ricette possibili che ne comprendano l’uso) sono l’ingrediente preferito dal Convivente. L’ho detto mille volte. La cosa che non sapete, però, è che in realtà – a differenza di come ve ne parlo a volte – il Convivente non è uno dalle grandi pretese culinarie: gli bastano due uova e via. In particolare, c’è una ricetta a cui è molto affezionato e ogni volta che la preparo si ripromette di imparare a cucinarsela da solo: le uova strapazzate al pomodoro, una specie di pappone giallo e rosso molto buono. Un altro comfort food a base di uova, dopo la frittata.
Continua dopo il click...

5 commenti

Vi ho mai deluse? Se l’ultima volta vi ho parlato di salsa olandese era anche perché prevedevo di lasciarvi questa ricettina meravigliosa per il vostro weekend di passione.
Se siete in procinto di preparare un bel brunch per due queste uova alla Benedict con salsa olandese, prosciutto e scones caldi non possono mancare sulla vostra tavola. Cominciate a comprare gli ingredienti e svegliatevi presto per preparare gli scones. Un volta cotte le uova in camicia e preparata la salsa il gioco è fatto.

Buon weekend.

N. B. Per gli scones trovi la ricetta qui, mentre quella della salsa olandese è qui.

Uova alla Benedict per due persone
Ingredienti: 4 uova medie fresche, un cucchiaino di aceto, 2 fette di prosciutto cotto, 4 fette di pane o due scones, salsa olandese, sale e pepe e burro per imburrare.
Preparazione:preparate delle semplici uova in camicia. Mettete a bollire dell’acqua in un pentolino, aggiungete un cucchiaino di sale e uno cucchiaio di aceto. Abbassate la fiamma, aprite le uova – una ad una – versandole prima in una tazza e poi, mentre con l’aiuto di una forchetta fate girare l’acqua nel pentolino, buttatele al centro del vortice. Le uova sarebbe meglio prepararle una per volta facendole cuocere ognuna per tre minuti e poi rimuovendole dall’acqua con delicatezza e appoggiandole su un foglio di carta assorbente in attesa di averle cotte tutte.
Scaldate il pane o tagliate in due gli scones appena fatti e imburrate entrambe le fette. Adagiatevi sopra mezza fetta di prosciutto per fetta, un uovo, infine ricoprite di salsa olandese.

(Foto di Jon Mountjoy)

1 commento

Non ho mai tempo di fare nulla, ma per mangiare qualcosa e non finire come la protagonista di quella pubblicità che “non ci vede più dalla fame” riesco sempre a trovare qualche minuto.
Cosa c’è di più veloce di una fresca insalata?
Beh, ovviamente l’importante è che nei paraggi non ci sia il Convivente: l’unica insalata che apprezza è la Caesar’s Salad, con tanto di pancetta fritta e parmigiano.
L’insalata che vi propongo oggi, invece, me la sono preparata diverse volte ultimamente e ha un sapore fresco, ma allo stesso tempo deciso e poi le uova la rendono molto nutriente.
Continua dopo il click...

3 commenti