Ho voglia di biscotti. Ho voglia di cioccolato. Ho voglia di qualcosa di originale.
Preparare, impastare, cuocere e ricuocere: è questo l’arte del fare i biscotti. Ovvero, cotti due volte. Perché molti sono i biscotti, ma non tutti sono BIS-cotti!

E così, per prepararmi al weekend, ho deciso di dedicare il mio venerdì sera alla preparazione dei biscotti al cioccolato con pezzetti di zenzero.
Metterò a letto quello piccolo, lascerò sul divano il Convivente e mi chiuderò in cucina immersa in una nuvola di cacao.
E voi che fate?

Ingredienti: 130 g di farina, 45 g di cacao in polvere, 1 1/2 cucchiaino di lievito in polvere, un pizzico di sale, 1 uovo+1 tuorlo, 100 g di zucchero, 1 cucchiaino di estratto di vaniglia, 50 ml di olio di semi, 50 g di noci tritate, 80 g di cioccolato in gocce, 30 g di zenzero cristallizzato tritato.
Preparazione: preriscaldate il forno a 180°. Foderate con la carta forno una teglia rettangolare. In una ciotola, sbattete insieme farina, cacao, lievito e sale e tenete da parte. Nella planetaria o con delle fruste mischiate le uova con lo zucchero fino a ottenere un composto spumoso,  aggiungete poi la vaniglia e l’olio. Una volta mescolato il tutto, unite gli ingredienti secchi, poi aggiungete le noci, il cioccolato e lo zenzero. Con le mani inumidite formate due cilindri con l’impasto, tipo salame di cioccolato,  e infornate per circa 20 minuti. Poi sfornate, fate raffreddare i 10 minuti, e con un coltello a seghetta tagliate i vostri biscotti, un po’ come si fa con i cantucci. Sistemate i biscotti ottenuti sulla placca da forno e infornate nuovamente, ma portando il forno a 160°. Fate cuocere altri 20 minuti circa, girando il biscotti a metà cottura. Sistemate poi i biscotti su una grata fuori dal forno e fate raffreddare. Si possono conservare in un contenitore ermetico er una settimana.


Foto: mccun934

1 commento

Io con questo tempo non ci capisco più niente!
Caldo, freddo, afoso, umido.
Pensate che l’altra sera il Convivente moriva di caldo e io avevo addosso una copertina.
Per dire che non siamo diversi solo in fatto di gusti culinari.

Una delle cose su cui andiamo d’accordo ultimamente, dopo che il Convivente ha smesso di lamentarsi perché non ne preparavo abbastanza, sono i frullati, o meglio gli smoothies: senza latte e solo con frutta freschissima.
Un bella sferzata di energia da bere a qualunque ora del giorno.
E a voi piacciono?

Oggi ve ne consiglio uno allo zenzero. Quel leggero pizzicorio che lascia in bocca lo zenzero fresco mi mette allegria, ovviamente il Convivente lo odia.
È peggio di un bambino capriccioso… Per lui esistono solo i frutti classici. Ma il bello è che lo zenzero potete aggiungerlo alla fine, dopo che avrete preparato le porzioni per gli altri.

Ingredienti: 200 ml di succo di carota, 1 mela verde, 2 cucchiaini di zenzero fresco grattugiato, 200 ml di spremuta d’ arancia, 1 cucchiaino di miele.
Preparazione: versa il succo di carota nella vaschetta per il ghiaccio e lascia che si formino i cubetti in freezer. Prendi poi tutti gli ingredienti, aggiungi i cubetti di carota e frulla il tutto.

Foto diekatrin

Commenta

È un po’ che non preparo una torta, di quelle che il Convivente definirebbe “secche”.
È un po’ che non uso le pere.
È un po’ che non mi prendo un po’ di tempo per me.
E così ho deciso: domani mi chiudo nella mia cucina, lascio tutti fuori e faccio una bella torta di pere. Mentre cuoce mi leggo qualche rivista. E quando è pronta esco ed esclamo “Ta-daaa!”
Se poi l’uomo grande e quello piccolo sapranno apprezzare ben venga, altrimenti me la mangio io, accompagnata da un bel caffellatte. E buonanotte.
Non vi capita mai di avere bisogno di un po’ di pace?
Be’, c’è chi si chiude in bagno, chi esce a far shopping e chi, come me, si dedica alla cucina, non quella quotidiana, ma quella straordinaria. Profumo di lievito, vaniglia e zenzero. Gesti lenti, rilassati e poi il tepore del forno, nonostante fuori sia già caldo. È tutto quello di cui ho bisogno. Questo sarà il mio sabato pomeriggio. Buon weekend!

Ingredienti: 150 grammi di burro, 350 g di zucchero, 4 uova, 300 g di farina, 3 cucchiaini di lievito in polvere, 1 cucchiaino di zenzero in polvere, 6 cucchiai di latte, mezza bacca di vaniglia, 6 pere medie.
Preparazione: nella planetaria o con un mixer elettrico, mescolate burro e zucchero fino a ottenere un pasta morbida; aggiungete le uova, una alla volta, e mescolate bene. Setacciate la farina mischiata con il lievito e aggiungete il tutto all’ impasto. Scaldate leggermente il latte con la bacca di vaniglia incisa in lunghezza, filtratelo e poi aggiungetelo all’impasto. Mescolate velocemente il tutto e poi versatene metà in una teglia imburrata o foderata con carta da forno. Distribuite le pere tagliate a tocchetti sul primo strato di impasto, una spruzzata di zenzero, e poi completate con il resto dell’impasto e altre pere, spingendole un po’ in fondo nella pastella. Infornate a 180 gradi per 40 minuti.

Foto: patruby83

Commenta

2

Carote con zenzero e miele

Categorie: Ricette semplici

E ora che ci faccio con tutte queste carote? Accumulate nel frigorifero e ancora in ottimo stato riposavano nel mio frigorifero una trentina di carote, ma la loro data di scadenza era ormai vicina. Presto! Al riparo! Cuciniamole!
Ecco una ricetta semplicissima e veloce da fare con le carote per accompagnare un piatto veloce di couscous, magari saltato con burro, uvetta e pinoli.
Un pranzo veloce per tutti, ma soprattutto per madri sempre di fretta, come me.
Ingredienti: 10 carote piccole, sale, una noce di burro, un pezzetto di zenzero fresco, pelato e fatto a fettine, due cucchiai di miele.
Preparazione: sbucciate le carote con un pela patate e mettetele in una pentola dove avrete già fatto bollire dell’acqua con il un pugnetto di sale. Fate cuocere per circa 5 minuti, o quando le carote non saranno un po’ morbide esternamente. In una padella fate sciogliere il burro, aggiungete lo zenzero e soffriggete, mescolando per un paio di minuti. Buttate in padella le carote e il miele e saltate per 5 minuti. Servire caldo.

2 commenti

- Che cos’è quella verdura orribile che ho appena mandato giù?
– Cosa?
– Ma sì, una roba dura con un sapore orrendo.
- Amore, non lo so. Ci ho messo zucca, cavolfiore e un po’ di zenzero.
– E lo zenzero come è fatto?
– Beh, è una radice, in effetti è un po’ duro. Potrebbe essere quello: mi si è rotto il frullatorino a immersione e non mi ha frullato benissimo la vellutata, mi spiace. Però non è male lo zenzero, sa di limone. Tipo.
– Eh, appunto: tipo! Non è la stessa cosa. Che schifo.

Questa è stata la reazione del Convivente durante il suo primo incontro/scontro con lo zenzero. Avevo fatto una buona vellutata, poco vellutata, e l’avevo usato per insaporire. Non era la prima volta, anzi da un annetto lo uso molto spesso, ma il Convivente non se ne era mai accorto. Non se ne è accorto neanche quando l’ho usato per la torta di questo mese, anzi gli è piaciuta tantissimo.
E voi lo usate/conoscete lo zenzero? Io lo trovo un ottimo insaporitore sia per il dolce che per il salato. E con le pere… è la morte sua!

Ingredienti: 8 pere piccole o 4 pere kaiser, 100 gr di farina, 100 gr di fecola di patate, 200 gr di zucchero, 2 uova, 1 bustina di lievito, 200 gr di burro, due cucchiaini di zenzero in polvere o un cucchiaino di zenzero fresco grattugiato.
Preparazione: Tagliate le pere a tocchettini e lasciatele riposare in una ciotola con un cucchiaio di zucchero, lo zenzero e un cucchiaio di fecola. Mischiate le uova con lo zucchero, unite il burro ammorbidito, la farina e la fecola e, sempre mescolando, ottenete una pasta cremosa e senza grumi. Imburrate e infarinate una teglia per dolci e versatevi metà della crema, coprite poi con metà delle pere, completate con un altro strato di impasto e finite con le pere. Infornate e lasciate cuocere a 180° per un’ora.

(Foto di joyosity)

5 commenti