fuorisalone casafacile 2012

illustrazioni di Andrea Bassoli

DOVE in via Cuccagna 2/4, ang. via Muratori, Milano
COME con la metropolitana linea 3, fermata Lodi TIBB
QUANDO dal 17 al 22 aprile, dalle 11 alle 20
ALTRE INFO SU www.facebook.com/casafacile

LA CASCINA – Anche quest’anno abbiamo scelto Cascina Cuccagna (www.cuccagna.org) per il nostro evento fuorisalone. CasaFacile ha sposato da subito (era il 2010) il progetto di recupero di questa splendida cascina agricola nel cuore di Milano: condividiamo l’idea di farne uno spazio pubblico, un luogo che accoglie e invita alla partecipazione, un “cantiere” permanente di idee, opportunità, esperienze. Insomma, un sogno che diventa realtà, in perfetto stile CF. Ti aspettiamo, non mancare!

LA MOSTRA – Firmata dai lettori, prodotta dalle aziende: è la prima CF’s Collection! I vincitori del concorso di gennaio (selezionati dalla giuria guidata dal designer Odoardo Fioravanti), vedranno le proprie texture applicate a lampade, tappezzerie, stickers, tovaglie, cuscini e lenzuola. I prototipi in esposizione saranno prodotti da: Amo la Casa, Essent’ial, Jannelli&Volpi, Scottex, Slamp, Tablecloths, Vinyluse, Wall Ideas. Non puoi perderti “Made in CasaFacile”!

L’OSTELLO – Soluzioni soft budget e classici del design, in un mix fresco e creativo! Le nostre stylist Giovanna Fra, Vanessa Pisk ed Elisabetta Viganò hanno “firmato” L’Ostello di Cascina Cuccagna (ringraziamo: Alt Lucialternative, Campeggi, Ceramica Cielo, Flos, Ikea, Pigr, Plinio il Giovane, Porada, Robots, Seletti, Simmons, Zenoni & Colombi).

Ma non ci siamo solo noi a Cascina Cuccagna! Saremo in compagnia di un super evento dedicato al design responsabile: “GOODESIGN – LAVORARE BENE, ABITARE MEGLIO” presentato da Best Up. Per saperne di più: www.goodesignfuorisalone2012.tumblr.com

3 commenti

I lettori di CasaFacile hanno esultato su facebook: finalmente l’e-commerce Ikea! La possibilità di comprare on line riguarderà 5.400 prodotti, il tutto con prezzi, promozioni e tariffe di trasporto e montaggio uguali a quelle nei negozi. Ma le news contenute nel Report Ambientale, Sociale e Risorse Umane presentato oggi a Milano dall’amministratore delegato di Ikea Italia Lars Petersson non si limitano all’acquisto su Internet.

I numeri di Ikea parlano da soli:

  • 92, la percentuale di riciclo o recupero energetico, pari a 23.882 tonnellate di materiale;
  • 89, la percentuale di energia elettrica da fonti rinnovabili (era l’83% nel 2010);
  • 12 milioni di euro investiti in riqualifiche dei negozi per migliorarne l’efficienza energetica;
  • 20 milioni di euro per installare 150.000 moduli solari fotovoltaici su tetti e parcheggi;
  • 43%, l’aumento di consegne dirette dai fornitori italiani ai negozi: molti meno tir per strada;
  • 13% degli alimenti venduti in Ikea proviene da agricoltura biologica, pari a 2.230 tonnellate;
  • 35 controlli su fornitori di servizi in Italia (i requisiti riguardano il rispetto per l’ambiente, salute e sicurezza, le condizioni contrattuali dei lavoratori): 4 sono risultati non idonei e sono stati estromessi;
  • 23% del legno massiccio certificato a standard FSC. Tracciabilità sul 100% del legname;
  • 24% del cotone a standard Better Cotton Initiative, cioè da piantagioni senza pesticidi;
  • 900.000 litri d’acqua distribuiti gratis dalle casette dell’acqua nei 3 negozi Ikea di Milano;
  • 68%, coefficiente medio di riempimento dei camion Ikea per il trasporto su strada.
  • 85% di contratti a tempo indeterminato (con varie possibilità di part-time)
  • 57% di donne lavoratrici (e la percentuale dei manager donna è del 40%)
  • 113.329 ore di formazione, di cui ben 14.781 sulla sicurezza (e gli infortuni si sono ridotti del 7%).
  • 12 mesi di possibile aspettativa per maternità (in aggiunta al congedo obbligatorio e facoltativo già previsto per legge), possibilità di anticipare il TFR anche per studi propri o dei figli.

Ma il “never ending job”, come lo chiamano in Ikea, non finisce qui. Ad aprile partirà AT HOME, una grande iniziativa per i ragazzi delle scuole medie, sul risparmio energetico in casa: un kit realizzato con Legambiente e Giunti Progetti Educativi, composto da materiale didattico, un sito web ad hoc (http://scuola.hemmaikea.it) e concorso a premi con evento finale in Ikea.

Se volete continuare a curiosare on line c’è anche il minisito www.ikea.it/impattopositivo, dedicato alla sostenibilità delle cucine Ikea e alle strategie di risparmio energetico. Sempre on line c’è anche il Riducimpatto, un utile strumento per calcolare l’impronta ecologica dei nostri comportamenti quotidiani.

2 commenti