Diciamo la verità: invitare i bambini a un matrimonio è sempre una disputa famigliare!
Non sappiamo mai che bene fare perchè se da un lato i bambini fanno allegria e arricchiscono il matrimonio di emozioni e tenerezze, dall’altro obbligano i genitori a tenerli a bada in contesti nuovi e non sempre adatti con il risultato di non far divertire nè grandi nè piccoli.
Le soluzioni però ci sono e sono….deliziose!
Partiamo dalla cerimonia: che cosa c’è di più romantico che vedere due piccole damigelle che reggono il velo della sposa o che spargono i petali prima del suo arrivo?

In questo caso la presenza dei bambini è fondamentale ma per la buona riuscita di questa coreografia è fondamentale che organizzare qualche giorno prima delle nozze le prove della cerimonia. In Italia non si usano molto ma credetemi che sono utilissime per piccoli e…grandi!


Solitamente le bambine si occupano, come appena indicato, di velo e fiori mentre i maschietti, i paggetti, si occupano delle fedi nuziali e possono fare il loro ingresso al momento del corteo iniziale oppure al momento preciso dello scambio degli anelli.

Al banchetto i bambini avranno invece un “trattamento preferenziale”. Il mio consiglio è quello di organizzare uno o due tavoli dedicati solo ai bambini, che verranno posizionati in una zona adiacente all’uscita nel caso il banchetto avvenga in un’unica sala mentre potranno venire collocati in una sala apposita nel caso la location lo consenta.

Per realizzare tutto ciò è fondamentale la presenza di una o più baby sitter di fiducia che si prenderanno cura dei bambini e si occuperanno dell’animazione.

Per capire quante persone “arruolare” è fondamentale procedere con un’attenta analisi del numero dei bambini e delle relative età. Solitamente un bambino viene lasciato insieme agli altri a partire dai 18 mesi di età, prima necessiterebbe di una persona dedicata esclusivamente a lui. Se i bambini sono tra i 2 e i 5 anni allora la baby sitter potrà curare fino a 5/6 bambini, se le età crescono ovviamente cresce anche il numero di bambini che ogni animatrice potrà gestire.

Un punto importante da valutare è il menù dei bambini, che dovrà essere di due portate al massimo e dovrà essere semplice e goloso (tipicamente pasta al sugo seguita da milanese con patatine!). In questo modo i bimbi mangeranno velocemente e senza problemi per poter dedicare più tempo alle attività ricreative.

Per quanto riguarda le decorazioni del tavolo dei bambini potrete sbizzarrirvi cercando nel web le idee più originali, vi ricordo però che gli allestimenti saranno maltrattati, giocati e magari rotti dai bimbi, quindi valutate sicurezza e valore!

Seguendo questi semplici consigli farete la gioia dei vostri ospiti, grandi e piccini!

Commenta