Uno degli aspetti più importanti per organizzare una festa di matrimonio ben riuscita è senz’altro l’intrattenimento. Ovviamente il più fontamentale è quello musicale e questa scelta potrà determinare irrimediabilmente il .

Purtroppo, come avviene in ambito fotografico, le migliorie in ambito tecnologico hanno fatto in modo che numerose persone senza titolo millantino professionalità in ambito musicale. ATTENZIONE! Qunado scegliete chi si occuperà della colonna sonora del vostro matrimonio dovrete informarvi bene sulle credenziali del musicista (o presunto tale) e analizzare bene il repertorio. La soluzione migliore è sempre quella di andare ad ascoltare qualche esibizione, stando attenti che sia davvero lui a suonare!

Non ci crederete ma di millantatori di professionalità è piena l’aria.

Le formazioni musicali sono molteplici e variano a seconda dello stile del matrimonio e…del budget!

Ecco qualche esempio:

PER UN MATRIMONIO FORMALE AL RISTORANTE sceglierei un classico intramontabile, ovvero un bravo musicista di piano bar che sappia alternare momenti di brio a momenti soft a seconda del servizio dalla cucina. Questa soluzione non esclude qualche danza, in particolare il ballo della sposa con il padre e il primo ballo degli sposi.

PER UN MATRIMONIO IN VILLA ALL’APERTO io amo coinvolgere i musicisti “classici” che hanno suonato in chiesa, soprattutto nei casi in cui ci sia un lungo buffet di un paio d’ore. Successivamente, per la cena servita, sarà sufficiente una filodiffusione, con la play list selezionata dagli sposi. Nel caso la Villa lo consenta sarebbe bello organizzare una ball room per la fine della serata con una piccola band che aiuterà molto a coinvolgere gli ospiti.

IN UNA LOCATION MODERNA mi piace l’idea di ascoltare una musica lounge per aperitivo e cena e far scatenare tutti con della dance music nel dopo-cena. In questo caso sarà fondamentale interpellare un bravo DJ che vi aiuterà nella selezione dei brani. Ricordo che anche in questo caso la selezione del DJ è ardua e non basterà chiamare “l’amico che sapete che ogni tanto fa queste cose”.

La MUSICA è IMPORTANTE non lasciate che sia l’ultimo dettaglio del matrimonio!

Commenta

Siamo al giro di boa, il 2011 è arrivato e tra le tante cose da mettere in agenda c’è sicuramente il controllo della forma fisica. Per aiutare tutte le spose del 2011 ho deciso di interpellare una professionista del settore: Marta Fovana,  istruttrice di spinning e di walking e da sempre appassionata di qualsiasi tipo di attività sportiva.

A Marta ho chiesto: “E’ possibile arrivare in perfetta forma fisica al matrimonio, malgrado lo stress e i mille impegni?”

Ecco l’interessante risposta di Marta:

“No di certo! Anzi, è più facile di quello che si possa immaginare!!!
Il citatissimo detto “mens sana in corpore sano” corrisponde a verità e chi pratica regolarmente un’attività sportiva non potrà che confermarlo, quindi, per arrivare in forma smagliante al grande giorno, sarebbe ideale affiancare alle sedute dall’estetista, la pratica di un’attività fisica.
Soprattutto per chi non ha mai fatto nulla, frequentare la sala pesi sarebbe piuttosto “demotivante”, dopo qualche settimana di assidua frequenza, sicuramente si inizierebbe a saltare un giorno, poi due e poi… tutti! I corsi fitness (aerobica & C.) sono sicuramente più coinvolgenti e vari, ma, considerato l’obiettivo, per avere risultati strabilianti, la miglior soluzione sarebbe quella di affidarsi ad un personal trainer che valutando le “necessità” di ciascun cliente, predispone un programma “su misura”, pianificando 2 o 3 sedute settimanali .”

E a chi non può permettersi un personal trainer che cosa consigli? Qual è il corso più adatto a chi vuole raggiungere velocemente  la forma fisica desiderata?

” Dopo aver frequentato per molti anni palestre ho iniziato a lavorare con il WALKING e sono molto soddisfatta sia dei risultati ottenuti dalle mie clienti, sia dal loro entusiasmo nel frequentare le lezioni, pertanto, se dovessi consigliare un programma per arrivare in forma al proprio matrimonio, sicuramente mi affiderei a tale disciplina.
Camminare su tappeto meccanico inclinato, alternando a diverse andature (parte aerobica) esercizi per “rassodare” i punti critici o potenziamento muscolare total body (parte anaerobica).
È un attività completa: non servono ore ed ore di palestra: sono sufficienti 45 minuti per svolgere un ottimo lavoro.”

A questo punto Marta puoi dare qualche consiglio generale alle future spose?

“Per avere buoni risultati bisogna iniziare “per tempo” ed avere costanza… ma ricordate sempre:
• Non è mai troppo presto per iniziare a muoversi (= iniziare a stare bene!)
• Siete voi a dovervi prefissare l’obiettivo, non il vostro personal trainer e nell’individuarlo, siate realistiche: ognuna ha le sue forme, sono queste a caratterizzarci e renderci speciali
• Se l’obiettivo che vi siete poste è realistico, sicuramente sarà raggiunto, in questo modo la vostra autostima sarà alle stelle: avrete raggiunto ciò per cui avete lavorato sodo, vi vedrete bellissime e vi sentirete benissimo. In poche parole, al vostro matrimonio sarete raggianti.”

E allora, che cosa aspettate??!! Correte a iscrivervi!

Se  desiderate ricevere qualche consiglio personalizzato o qualche inormazione in più da Marta, ecco i suoi recapiti: Tel. 347.48.37.300;  e-mail  marta.fovana@tin.it

1 commento

Stiamo affrontando insieme molte delle tappe che portano alla realizzazione di un matrimonio piacevole e ben organizzato, allora come non parlare dei fiori?!

Il primo step da fare non è, a mio avviso, scegliere un buon fiorista ma cercare di capire che cosa potrebbe piacerci. Per fare ciò esiste un unico modo (dato che non tutti siamo espertissimi in questo ambito): informarsi e documentarsi. Gli strumenti non mancano, dalle riviste specializzate nel mondo dei matrimoni ai milioni di siti web, avete l’imbarazzo della scelta.

Quando troverete qualcosa che si avvicina al vostro gusto salvate l’immagine in una cartella del pc, oppure ritagliate la foto della rivista e conservatela ordinatamente in una cartellina dedicata. Se avrete la fortuna di avere un po’ di tempoda dedicare a questa attività vedrete che sarà molto divertente e costruttivo.

Raccolto un po’ di materiale, vi troverete con una mole  i materiale informe e senza neppure molta coerenza: è normale, non temete! Lasciate trascorrere qualche settimana senza guardare più nulla, dopo di chè riprendete tutto in mano e selezionate solociò che vi piace ancora veramente.  A questo punto avrete già più chiaro lo stile che si adatta a voi e le peculiarità che l’allestimento floreale dovrà avere.

E’ solo in questo momento che dovrete scegliere il vostro fornitore di fiori! Ogni fiorirista ha infatti la sua mano e non tutti possono declinare tutti gli stili: perchè magari non hanno i materiali, perchè forse non hanno mai fatto cose simili o perchè semplicemente non sono vicini a quel determinato concept floreale.

Prima di presentare le vostre idee chiedete che vi sia mostrato un book di lavori fatti e da lì inizierete a selezionare un po’. Successivamente esponete ciò he avete in mente e cercate di capire se il fiorista si appassiona al vostro progetto…se vi trasmette entusiasmo e consigli utili, anche se non ha mai fatto nulla di simile, siamo sulla buona strada!

A questo punto fativi preparare un preventivo dettagliato di tutto ciò che vi servirà. L’elenco da sguire è più o meno questo con alcune importanti specifiche:

- Allestimeto cerimonia (luogo, data, orari di ingresso)

- Fiori auto (modello, luogo e ora per l’allestimento)

- Bouquet (dove viene consegnato)

- Bottoniere ( quante e dove vengono onsegnate)

- Corsage (quanti e dove vanno consegnati)

- Allestimeto banchetto (luogo e orari per l’allestimento, numero composizioni buffet, numero centrotavola, composizioni extra per tavolo confetti/bomboniere/altro)

- Porta fedi (eventuale)

- Petali extra

Se il vostro budget è in linea con il preventivo il gioco è fatto. In caso contrario cercate con il vostro fiorista una soluzione sullo stesso stile scelto ma con fiori meno costosi o scegliendo qualcosa con meno mano d’opera.

Buona ricerca!!!

1 commento

Il menù di nozze

Quando si racconta un matrimonio normalmente sono 2 le cose che si raccontano subito: com’era la sposa e…come abbiamo mangiato!!!

Certo perchè ancora oggi possiamo fare di tutto per rendere unico ed indimenticabile in nostro matrimonio ma sono certa che se le perone non mangeranno adeguatamente tutto sarà inutile…si ricorderanno solo del cibo!

Ecco perchè con le mie spose insisto sempre nel prestare molta attenzione alla scelta del fornitore che si occuperà della ristorazione.  Non si può scegliere sulla base del prezzo!!!

Cercate quante più informazioni possibili, tramite i forum, i blog e il sempre valido passaparola…solo dopo un’attenta analisi potrete identificare il vostro fornitore ideale.

Altro step fondamentale dell’organizzazione è la scelta del menù: la sua struttura, la sua durata e, ovviamente, i piatti da servire.

Gli aspetti principali sulla base dei quali scegliere il menù sono sicuramente:

- stagione

- orario

- tipologia degli ospiti

E’ chiaro infatti che anche se adorate il formaggio eviterei i vari risotti con fondute varie a luglio, così come  le insalatine  fresche a dicembre. Cercate di inserire nei piatti gli ingredienti di stagione e sicuramente non sbaglierete!

Attenzione anche agli orari in cui avverrà il banchetto: se per esempio scegliete una cena valutate con precisione i tempi del ervizio per evitare di servire alle 23 il secondo di carne e avere a mala pena il tempo di tagliare la torta entro mezzanotte.

Sottolineo l’importanza di valutare chi saranno gli ospiti perchè, anche se divetente e di gran moda,  un banchetto di nozze totalmente a buffet non sarà gradito dagli invitati over 60.

Ultimo consiglio: evitate di chiamare in causa nella scelta del menù tutti i parenti…non ne verrete a capo e creerete solo confusione.  Non mi stancherò mai di dire che il matrimonio è degli sposi!

Buona scelta!

Commenta