In ambito location i desideri degli sposi mutano spesso: in base alle mode, alle tendenze e al temutissimo passaparola!

In passato spadroneggiavano incontrastati i grandi alberghi sfarzosi, dove trascorrere 6 ore circa in una fantastica ball room, usanza che per ovvie ragioni si è andata a perdere.

Ci sono stati gli anni in cui a farla da padrone sono stati i castelli, che sono tramontati nell’arco di una decina di anni poichè le coppie cercavano qualcosa di un po’ meno fiabesco.

Poi ci sono state le ville sfarzose, che in periodo di crisi sono state considerate un po’ fuori luogo…

Oggi ci troviamo di fronte a 3 grandi categorie di location:

- Gli agriturismo, adatti a chi sogna da sempre un matrimonio bucolico e informale all’insegna del cibo naturale. Si tratta di una soluzione splendida per chi desidera uscire dagli schemi stilistici e spaziare anche nelle decorazioni con qualcosa di nuovo e inedito. Le offerte in questo settore si moltiplicano, da nord a sud non esiste territorio dove non vi sia la presenza di un ottimo agriturismo.

- Le Ville dei laghi, meno sfarzose delle classiche ville di un tempo ma cariche di fascino e di suggestione. Sicuramente a giocare a favore di questa soluzione vi è senz’altro la presenza di qualche personaggio hollywoodiano che fa da testimonial ai grandi laghi, uno su tutti il Lago di Como. Da qualche anno a questa parte si è fatto strada però anche un altro piccolo lago esclusivo, quello di Orta, oggi più che mai sulla cresta dell’onda da quando si è sparsa la voce che la cantante Madonna sta per acquistare una villa proprio sulle rive del Cusio.

- Le location di design sono poi la scelta per coloro che proprio alla città non rinunciano e di essa amano il fascino e la comodità. Questa tendenza che vede certamente come trend setter Milano si sta allargando anche a città come Torino, Roma e Napoli. Chi ama questa soluzione desidera soprattutto una forte personalizzazione: la ragione risiede nel fatto che per la maggior parte dei casi queste location sono “nude” e  lasciano agli inquilini la possibilità di caratterizzarle con allestimenti “su misura”.

1 commento

Domenica 20 febbraio si è svolta presso la Villa Pestalozza di Miasino (Lago d’Orta) la manifestazione “Benvenuti in Villa”: un workshop dedicato agli sposi, durante il quale, in pieno relax, i partecipanti hanno potuto incontrare molti professionisti del matrimonio.

Nelle splendide sale della Villa i futuri sposi si sono goduti un pomeriggio in pieno relax, addolcito dalle squisitezze di Ramella Banqueting di Biella.

Nella sala impero sono state allestite due mise en place in collaborazione con L’Angolo del fiore di Biella e D Day: le due tavole hanno mostrato agli ospiti l’effetto scenico di uno stile molto attuale e di uno stile un po’ più classico.

Ecco il tavolo Tiffany:

Ecco il tavolo classico

Nel fumoir D Day ha presentato wedding box

Nella sala della musica il Maestro Albertini ha allietato i momenti di incontro tra espositori e sposi

Gli splendidi abiti di Granditalia hanno fatto da cornice nei saloni della Villa

Gli allestmenti luminosi sono invece stati curati dal team di allestitori teatrali di D Day.

Ringraziamo Enrico Mocci Fotografo per le splendide fotografie.

Al prossimo evento…

Commenta

Buongiorno!

Ottobre sta per terminare e a coloro che hanno in programma di sposarsi nel 2011 consiglio di definire le macroscelte delle nozze: location e catering!

Ma sulla base di che cosa dobbiamo scegliere???!!

Ecco i miei consigli per scegliere la location:

- orientatevi su una zona che vi piace e vi emoziona, senza troppa pena per gli spostamenti di tutti…il matrimonio è il vostro e chi vorrà esserci si organizzerà!

- durante il sopralluogo in location non fermatevi alle apparenze ma verificate anche la logistica: parcheggi? bagni? spazi sufficienti? Kw di potenza erogata dall’impiato elettrico?

- fatevi mettere per iscritto dal responsabile della location tutti i dettagli definiti insieme: esclusività della data (ci sarà un altro matrimonio lo stesso giorno?); fino a che ora si può fare musica?; costi aggiuntivi?; pulizie iniziali e finali?;

- definite con la location se è possibile portare un catering esterno oppure se è necessario appoggiarsi al catering interno. In entrambi i casi appofondite bene ogni dettaglio che vado ad elencare di seguito.

I consigli per scegliere bene un catering:

- Fissate un incontro con un responsabile, possibimente nel suo ufficio per capire fin da subito come è organizzata la struttura.

- Esprimete bene i vostri desideri, più indicazioni fornite e più sarà semplice per il fornitore avvicinarsi ai vostri desideri.

- Fatevi stilare un primo preventivo del menù del banchetto e verificate tutto ciò che vi è compreso: allestimenti, cristalleria, posateria, numero di camerieri, torta, ecc…

- Chiedete al responsabile la gentilezza di fare un sopralluogo durante un evento (prima che arrivino gli ospiti) in questo modo avrete ben chiaro il loro “modus opernadi”.

Per qualsiasi ulteriore consiglio non esitate a chiedere, sono a vostra disposizione!

2 commenti