Lo ammetto…io amo l’estate ma per ovvie ragioni lavorative ho scelto l’inverno per il mio matrimonio!

Ho quindi un debole per tutti i dettagli fiabeschi dei matrimoni invernali: dai fiocchi di neve alle luminarie il sogno è a occhi aperti!

E’ ora il momento di concretizzare le numerose idee che vi saranno balzate in testa, care spose di inverno.

Per questo oggi vi mostro qualche perla del mio matrimonio e della mia amica Valentina:

Buona organizzazione per il tuo favoloso matrimonio di inverno!

Elisabetta

Commenta

Ogni anno riscontro la stessa tendenza: terminano le vacanze natalizie e alle spose sale l’ansia e la paura di essere in ritardo.

Tutto ciò è normale e fa sorridere se la situazione è sottocontrollo. Il mio consiglio è quindi quello di controllare, lista alla mano, tutte le cose da definire.

Se prendiamo come periodo di riferimento i classici mesi giugno, luglio e settembre, vediamo insieme le decisioni da prendere e le cose da iniziare a fare nel mese di gennaio (nel caso non lo aveste ancora fatto):

- LOCATION: ora è il momento di firmare il contratto e versare la relativa caparra

- CATERING: scelta la location è fondamentale che anche il catering ideantificato venga confermato.

- ABITO SPOSA: identificate un paio di atelier che vi piacciono e fissate un appuntamento. Consiglio fortemente di non fare visita a troppi negozi ma di scegliere con cura in anticipo lo stilista che vi può interessare. La troppa scelta e i troppi pareri possono causare confusione e complicare la scelta.

- MUSICA: a gennaio è meglio fermare la data scelta ai musicisti che si occuperanno della colonna sonora del matrimonio, cerimonia e banchetto

- PARTECIPAZIONI: in questo periodo è fondamentale scegliere il fornitore e iniziare ad abbozzare il testo.

Spero con questa lista di aver alleviato un po’ di ansie!!!

Commenta

Il grande giorno si avvicina e le nostre spose sono pronte?

Ecco oggi, per voi lettori, una bella check list delle cose da fare, da verificare e da non dimenticare:

- Definire con precisione ogni dettaglio del look con parrucchiere e truccatore, accordandoci anche su orari precisi per i preparitivi del giorno delle nozze.

- Decidere con il fiorista gli ultimi dettagli, in particolare: numero di bottoniere, corsage e tempi e modalità di consegne

- Definire il coreteo di ingresso avvisando per tempo gli interessati (testimoni, genitori, ecc).

- Assegnare il compito ai lettori

- Definire la disposizione degli ospiti a tavola.

- Decidere con il catering o con il ristorante l’organizzazione di buffet sia in caso di bel tempo e sia in caso di brutto tempo

- Approvare il menù definitivo con chi si occuperà del banchetto e definire la grafica del cartoncino del menù

- Preparare una play list delle vostre canzoni da comunicare ai musicisti o al Dj

A questo punto potrete ritenervi già più serene!

2 commenti

La data delle nozze si avvicina, hai pensato ad ogni dettaglio della giornata, dalla cerimonia al taglio della torta, ma… chi ti assicura che tutto andrà come hai progettato e nei tempi definiti???

Questo è uno degli aspetti più importanti curati dai wedding planner: la regia dell’evento.

A qualcuno potrà sembrare qualcosa di superfluo ma penso senza dubbio che questa parte del mio lavoro sia la più importante di tutta l’organzzazione. Si può infatti pensare ad ogni dettaglio ma durante il matrimonio il coivolgimento degli sposi, l’emozione dei parenti  e l’euforia degli amici possono determinare situazioni non prefigurate che potrebbero compromettere la buona riuscita della giornata.

Sempre più spesso, infatti, le coppie di sposi mi contattano pochi mesi prima del matrimonio, quando hanno già scelto tutti i fornitori ma temono di essersi scordati qualcosa o hanno paura che durante il matrimonio non tutti i dettagli pensati siano al loro posto. Quest’ultima paura poi è assolutamente fondata perchè capita spesso che si decidano determinate cose e poi quel giorno non si trovi esattamente ciò che era stato pensato. Un wedding planner che cura la regia dell’evento si dedicherà anche a questo importante passaggio: la supervisione degli allestimenti.

La regia del matrimonio, inoltre, fa sì che ogni passaggio fondamentale venga fatto in maniera ordinata e rispettando il galateo. Mi viene ad esempio in mente quando le persone mi chiedono dove sedersi in chiesa o quando devono leggere.

Ma il passaggio più importante è sicuramente l’ingresso in chiesa: chi entra con chi? in quale momento? con quale ordine? chi avvisa i musicisti di partire?

Ecco ad esempio un momento in cui spiego come fare l’ingresso a due meravigliose damigelle:

Oppure un momento in cui sto dicendo al padre della sposa che sta sbagliando lato e che deve stare alla destra di sua figlia:

In questo matrimonio invece stavo aiutando a sistemare l’abito della sposa che ha scelto di entrare da sola dopo le damigelle:

In questa immagine invece sto aiutando il padre dello sposo a indossare il fiore all’occhiello:

Insomma, il mio consiglio è quello di valutare con calma anche la regia dell’evento e se pensate che sia troppo costoso affidarsi ad un professionista, chiedete comunque un preventivo! Nel caso proprio preferiate fare da soli cercate 2 amiche che vi aiutino e accertatevi che non bevano troppo perchè anche durante il banchetto è necessario che qualcuno gestisca i tempi giusti con il catering o il ristorante per tutti i momenti fondamentali: passaggio dal buffet alla parte servita, taglio della torta, discorsi vari, apertura e chiusura dell’open bar…

Fare una scaletta delle tempistiche scritta vi servirà moltissimo!

Commenta