E’ sempre così, le tendenze ti esplodono tra la mani prima che tu te ne renda conto…avete presente quella trama composta di linee orizzontali fatte a “zig-zag”? Ecco, gli americani lo definiscono CHEVRON ed è ormai passione anche in Italia.

Un po’ retrò e un po’ modernariato ad una prima occhiata, lo chevron risulta attualissimo se declinato con colori tenui e carte pregiate.

Gli utilizzi di questa inconfondibile texture sono innumerevoli: da semplice sfondo a logo distintivo è sempre gradevole viverla.

Eccola come sfondo di un candy bar

oppure sulle partecipazioni

come runner originale per un banchetto di matrimonio informale

come dettaglio del logo degli sposi

Insomma sbizzaritevi…io lo sto facendo con le mie coppie di sposi!

photo credits:

Customized Wedding Creations

greenweddingshoes

weddinggawker

Commenta

Come organizzare il matrimonio (quasi) perfetto” edizioni GRIBAUDO

I segreti di una wedding planner : aneddoti divertenti dei “dietro le quinte” di 100 matrimoni e pratici consigli per organizzare al meglio il proprio grande giorno!

Da oggi in tutte le librerie….oppure scrivendo a info@ddaywedding.com !

Commenta

Ogni anno riscontro la stessa tendenza: terminano le vacanze natalizie e alle spose sale l’ansia e la paura di essere in ritardo.

Tutto ciò è normale e fa sorridere se la situazione è sottocontrollo. Il mio consiglio è quindi quello di controllare, lista alla mano, tutte le cose da definire.

Se prendiamo come periodo di riferimento i classici mesi giugno, luglio e settembre, vediamo insieme le decisioni da prendere e le cose da iniziare a fare nel mese di gennaio (nel caso non lo aveste ancora fatto):

- LOCATION: ora è il momento di firmare il contratto e versare la relativa caparra

- CATERING: scelta la location è fondamentale che anche il catering ideantificato venga confermato.

- ABITO SPOSA: identificate un paio di atelier che vi piacciono e fissate un appuntamento. Consiglio fortemente di non fare visita a troppi negozi ma di scegliere con cura in anticipo lo stilista che vi può interessare. La troppa scelta e i troppi pareri possono causare confusione e complicare la scelta.

- MUSICA: a gennaio è meglio fermare la data scelta ai musicisti che si occuperanno della colonna sonora del matrimonio, cerimonia e banchetto

- PARTECIPAZIONI: in questo periodo è fondamentale scegliere il fornitore e iniziare ad abbozzare il testo.

Spero con questa lista di aver alleviato un po’ di ansie!!!

Commenta

Eccoci di nuovo a ricordare i dettagli più belli della stagione: idee nuove per il vostro matrimonio da sogno!

Mi sono piaciuti moltissimo questi i giochi di luci e specchi: in particolare l’effetto “retroilluminato” del tag per il buffet.

 foto Enrico Mocci

Mi sono innamorata di fronte a questi piccoli cupcake utilizzati come segnaposto…ovviamente per i più golosi!

Foto Paolo D’Onofrio

Stupendo il Guest Book a tema viaggio… il cartello è un tabellone delle partenze dell’aeroporto

Ricordo anche il romanticissimo il tableau un po’ campestre appeso all’albero

Continuate a seguirmi e scoprirete altre nuovissime idee per il vostro ricevimento!

Commenta

Uno degli aspetti più importanti per organizzare una festa di matrimonio ben riuscita è senz’altro l’intrattenimento. Ovviamente il più fontamentale è quello musicale e questa scelta potrà determinare irrimediabilmente il .

Purtroppo, come avviene in ambito fotografico, le migliorie in ambito tecnologico hanno fatto in modo che numerose persone senza titolo millantino professionalità in ambito musicale. ATTENZIONE! Qunado scegliete chi si occuperà della colonna sonora del vostro matrimonio dovrete informarvi bene sulle credenziali del musicista (o presunto tale) e analizzare bene il repertorio. La soluzione migliore è sempre quella di andare ad ascoltare qualche esibizione, stando attenti che sia davvero lui a suonare!

Non ci crederete ma di millantatori di professionalità è piena l’aria.

Le formazioni musicali sono molteplici e variano a seconda dello stile del matrimonio e…del budget!

Ecco qualche esempio:

PER UN MATRIMONIO FORMALE AL RISTORANTE sceglierei un classico intramontabile, ovvero un bravo musicista di piano bar che sappia alternare momenti di brio a momenti soft a seconda del servizio dalla cucina. Questa soluzione non esclude qualche danza, in particolare il ballo della sposa con il padre e il primo ballo degli sposi.

PER UN MATRIMONIO IN VILLA ALL’APERTO io amo coinvolgere i musicisti “classici” che hanno suonato in chiesa, soprattutto nei casi in cui ci sia un lungo buffet di un paio d’ore. Successivamente, per la cena servita, sarà sufficiente una filodiffusione, con la play list selezionata dagli sposi. Nel caso la Villa lo consenta sarebbe bello organizzare una ball room per la fine della serata con una piccola band che aiuterà molto a coinvolgere gli ospiti.

IN UNA LOCATION MODERNA mi piace l’idea di ascoltare una musica lounge per aperitivo e cena e far scatenare tutti con della dance music nel dopo-cena. In questo caso sarà fondamentale interpellare un bravo DJ che vi aiuterà nella selezione dei brani. Ricordo che anche in questo caso la selezione del DJ è ardua e non basterà chiamare “l’amico che sapete che ogni tanto fa queste cose”.

La MUSICA è IMPORTANTE non lasciate che sia l’ultimo dettaglio del matrimonio!

Commenta

Il grande giorno si avvicina e le nostre spose sono pronte?

Ecco oggi, per voi lettori, una bella check list delle cose da fare, da verificare e da non dimenticare:

- Definire con precisione ogni dettaglio del look con parrucchiere e truccatore, accordandoci anche su orari precisi per i preparitivi del giorno delle nozze.

- Decidere con il fiorista gli ultimi dettagli, in particolare: numero di bottoniere, corsage e tempi e modalità di consegne

- Definire il coreteo di ingresso avvisando per tempo gli interessati (testimoni, genitori, ecc).

- Assegnare il compito ai lettori

- Definire la disposizione degli ospiti a tavola.

- Decidere con il catering o con il ristorante l’organizzazione di buffet sia in caso di bel tempo e sia in caso di brutto tempo

- Approvare il menù definitivo con chi si occuperà del banchetto e definire la grafica del cartoncino del menù

- Preparare una play list delle vostre canzoni da comunicare ai musicisti o al Dj

A questo punto potrete ritenervi già più serene!

2 commenti

La data delle nozze si avvicina, hai pensato ad ogni dettaglio della giornata, dalla cerimonia al taglio della torta, ma… chi ti assicura che tutto andrà come hai progettato e nei tempi definiti???

Questo è uno degli aspetti più importanti curati dai wedding planner: la regia dell’evento.

A qualcuno potrà sembrare qualcosa di superfluo ma penso senza dubbio che questa parte del mio lavoro sia la più importante di tutta l’organzzazione. Si può infatti pensare ad ogni dettaglio ma durante il matrimonio il coivolgimento degli sposi, l’emozione dei parenti  e l’euforia degli amici possono determinare situazioni non prefigurate che potrebbero compromettere la buona riuscita della giornata.

Sempre più spesso, infatti, le coppie di sposi mi contattano pochi mesi prima del matrimonio, quando hanno già scelto tutti i fornitori ma temono di essersi scordati qualcosa o hanno paura che durante il matrimonio non tutti i dettagli pensati siano al loro posto. Quest’ultima paura poi è assolutamente fondata perchè capita spesso che si decidano determinate cose e poi quel giorno non si trovi esattamente ciò che era stato pensato. Un wedding planner che cura la regia dell’evento si dedicherà anche a questo importante passaggio: la supervisione degli allestimenti.

La regia del matrimonio, inoltre, fa sì che ogni passaggio fondamentale venga fatto in maniera ordinata e rispettando il galateo. Mi viene ad esempio in mente quando le persone mi chiedono dove sedersi in chiesa o quando devono leggere.

Ma il passaggio più importante è sicuramente l’ingresso in chiesa: chi entra con chi? in quale momento? con quale ordine? chi avvisa i musicisti di partire?

Ecco ad esempio un momento in cui spiego come fare l’ingresso a due meravigliose damigelle:

Oppure un momento in cui sto dicendo al padre della sposa che sta sbagliando lato e che deve stare alla destra di sua figlia:

In questo matrimonio invece stavo aiutando a sistemare l’abito della sposa che ha scelto di entrare da sola dopo le damigelle:

In questa immagine invece sto aiutando il padre dello sposo a indossare il fiore all’occhiello:

Insomma, il mio consiglio è quello di valutare con calma anche la regia dell’evento e se pensate che sia troppo costoso affidarsi ad un professionista, chiedete comunque un preventivo! Nel caso proprio preferiate fare da soli cercate 2 amiche che vi aiutino e accertatevi che non bevano troppo perchè anche durante il banchetto è necessario che qualcuno gestisca i tempi giusti con il catering o il ristorante per tutti i momenti fondamentali: passaggio dal buffet alla parte servita, taglio della torta, discorsi vari, apertura e chiusura dell’open bar…

Fare una scaletta delle tempistiche scritta vi servirà moltissimo!

Commenta

Non c’è matrimonio che si rispetti senza il più tradizionale degli augurii : il lancio del riso. Negli anni se ne sono viste di tutti i colori, purtroppo infatti troppi invitati burloni cercano il proprio momento di gloria con il lancio del riso…creando panico negli sposi e tensione tra chi vorrebbe mantenere un certo stile in tutti i passaggi del matrimonio.

Il mio consiglio agli sposi è quello di provvedere voi stessi alla fornitura di riso: in questo modo deciderete voi le quantità ed eviterete di immortalare nelle foto tristi packaging di riso industriale.

Il modo più diffuso di presentare il riso è diventato senza dubbio il cono in carta. Semplice, economico e pratico.

Per chi desidera che il momento del riso sia ancor più speciale ecco che sono sbocciate nuove soluzioni:

i nastri e la carta in tinta con gli allestimenti

i nomi stampati

i bordi fustellati

Chi invece desidera qualcosa di più prezioso può optare per delle pochette in tessuto o di organza

Quando invece è il riso ad essere protagonista…ecco che diventa colorato!

L’ultima proposta è invece il riso profumato…davvero chic!

Commenta

E’ sempre così,  durante il banchetto di matrimonio gli ospiti si uccidono con il buffet di antipasti, si lamentano per la sazietà a tavola ma quando si apre il buffet dei dolci tutti, come per magia, trovano spazio per le dolcissime e invitanti leccornie.

Sarà golosità, reminescenza infantile o il fascino degli originali allestimenti che fanno da cornice: la verità è che nessuno resiste…guardate qui:

la crostata monoporzione

Finger food dolci su alzata scenografica

Il garden tea party

Il buffet di frutta estiva

La descrizione dei dolci illuminata

Il candy bar

candy bar

Comments Off

Siete stressati per i preparativi del vostro matrimonio??

Rilassatevi facendo una risata con il disacrante Enrico Brignano!

Collegatevi al link clikkando QUI

Buon divertimento!

Commenta