Buongiorno!
Si parla tanto di preparare la pelle al sole. Anzichè dare i soliti consigli arcinoti su cosa fare prima di esporsi (esfoliare, idratare, assumere betacarotene), preferisco indicare sugli errori da non fare.
Motivo? Son tante le amiche che commettono quei piccoli grandi errori al sole, esponendosi al rischio di macchie e scottature. …Una scottatura di oggi sarà una ruga di domani….non solo: un ‘errore solare’ a inizio stagione rischia di trasformarsi in macchia scura per tutta l’estate.
Pronte, allora?

1. Non fare peeling chimici troppo aggressivi, sia sul viso che sul corpo. Bandito l’acido glicolico e altri acidi pochi giorni prima di esporsi.

2. Vietato spalmarsi una crema a base di acidi fruttati (o altri acidi esfolianti) di giorno a meno che non si indossi una crema solare ad alto fattore di protezione.

3. Non idratare a sufficienza la pelle (sia del viso che del corpo)

4. Fare la ceretta e immediatamente dopo fare una lampada UVA: il rischio macchie è assicurato.

5. Non usare lo stick sulle zone sensibili anche in città (labbra, naso, contorno occhi).

6. Fidarsi della propria capacità di non scottarsi, non proteggendosi a sufficienza. Soprattutto i primi giorni.

5 commenti

E ci risiamo con la cellulite…!

Alzi la mano chi non ha acquistato un prodotto nel giro di 2 settimane!?!

A parte che secondo me ormai non c’è nulla da vergognarsi, anzi…Io penso che prendersi cura del proprio corpo sia un sintomo di volersi bene. Risaputo, ma è così. Ci avete pensato quanto è faticoso spalmarsi una crema – soprattutto sul corpo – quando si è un po’ giù? Basta solo questo esempio a spiegare che anche occuparsi di se stesse è un sintomo di benessere. Ovvio, non è un discorso che va preso per oro colato, però sdoganare l’anticellulite dalla sua eco di ‘frivolezza o peggio prodotto solo per ciccione’ ci vuole.

Così, oltre ad aver provato quel nuovo prodotto che vi ho consigliato, l’anticellulite alla caffeina con cellule staminali di Cadey, ho aggiunto un aiutino. Si tratta nientepocodimeno che di un segreto di Cindy Crawford. In pratica, ci si spazzola il corpo con le spazzole in setole con i fondi di caffè, sì proprio ciò che rimane una volta che la macchina del caffè è stata utilizzata.

Condicio sine qua non è che il corpo sia asciutto, quindi si fa PRIMA della doccia.  Funziona: almeno superficialmente la pelle è più liscia e senza la caratteristica buccia d’arancia tipica della cellulite.

Provate!

Commenta

Marzo, ovvero iniziare a pensare alla silhouette. Senza farsi venire l’ansia da prova costume, suppongo che Maggio sia tardi per ridurre o prevenire la cellulite. Così ho fatto un giro nei supermercati e grande distribuzione per vedere se esiste qualche prodotto naturale anche in questi canali di vendita.

Lungi da me dal fare la campagna terroristica anti-chimica, però scoprire che anche un anticellulite sia fatto solo con ingredienti naturali è stata una felicità :-)

Ho trovato così un prodotto che si chiama Staminaline Anticellulite della Cadey, che mi pare efficace.
Ho iniziato ad usarlo 2 settimane fa: ho già trovato dei miglioramenti sull’aspetto della pelle.

Cosa contiene? Caffeina Vegetale che stimola la microcircolazione, ha un effetto drenante e riducente e favorisce il rassodamento dei tessuti cutanei.

Insomma, mi è sembrato che agisca in tempi rapidi. E last but not least, il portafogli non ha pianto ;-)

15 commenti

Di solito comincio a pensare ai drenanti a metà primavera. Ma ho notato che è una scelta che non paga. Non è mai troppo tardi per carità contrastare la ritenzione idrica.

Tuttavia, se ci si sente gonfie perchè non pensarci anche d’inverno? Credo che bisogna smettere di pensare di essere in forma solo in vista della prova costume. Sì, lo so che non è l’abitudine di questo blog, che invece ha l’intento di essere in forma tutto l’anno :-)

Ho così fatto una ricerca sul “diuretico” naturale più efficace. Secondo i miei test su di me (…) quello che stimola la diuresi maggiormente (come direbbero i medici) è la BETULLA.
Io compro un preparato che si scioglie in acqua a base di betulla, cactus e meliloto. E’ una vera e propria preparazione galenica che realizza il mio farmacista di fiducia.

Ho scoperto che la betulla – se assunta regolarmente – contrasta la ritenzione idrica, causa della famigerata cellulite.

E voi con quale ingrediente vi trovate meglio?

34 commenti

FucusA causa di una serie di week-end, in cui ho un po’ “stra-mangiato”  e bevuto qualche bicchiere di vino di troppo, mi vedevo più gonfia. Anche se il mio fidanzato continuava a dirmi che stavo benissimo. Ok, tesoro, ti ringrazio, ma nell’abitino a bustier taglia 42 io DEVO entrarci come prima. E non voglio sentire ragioni di ogni sorta!

Ok, iniziamo una buona condotta alimentare, la dieta…bhe è sana, non è che devo eliminare chissà cosa, forse ridurre leggermente qualche porzione. Palestra, vado in bici….
Insomma, va tutto bene. Tuttavia, quel senso di gonfiore lo avvertivo, malgrado i fermenti lattici presi a gogo’.

Alla fine, interrogo il mio fidanzato – medico (…) – “patito” anche lui (anche se non è il termine giusto per un medico) di “cose naturali“. E mi suggerisce una pianta miracolosa, anzi un’alga, pur di farmi tacere ;-)

Si tratta del FUCUS, che avrebbe un’azione acceleratrice del metabolismo. Preso prima dei pasti, ne riduce l’assorbimento dei grassi. Quindi NON VA preso tutti i giorni,  ma in quelle occasioni critiche in cui si pensa di mangiar tanto: ristorante, pranzo domenicale, fritti vari, “maialate” come dicono nella Grassa Emilia ecc. :-P

Come dicevo, il fucus è un’alga che, provenendo dal mare, è ricca di sali minerali, iodio (quindi va bene per chi tende all’ipotiroidismo), Vitamina C e Carotenoidi (i precursoi della Vitamina A).

E in effetti, con dolcezza e gradualità, mi son vista più asciutta, soprattutto nella zona pancia-fianchi-sedere.

Grazie al suggerimento della mia dolce metà, ho preso il fucus fatto in una preparazione galenica da una storica farmacia della città in cui abito, che prepara ancora gli integratori secondo le ricette originali del laboratorio. Zero chimica, Tutta natura, ergo.

Anyway, il farmacista, malgrado gli abbia detto che me lo ha “prescritto” un medico (anche se legato a me per love&affair, ma lui non poteva saperlo), si è assicurato 100 volte che NON avessi problemi di tiroide. Come appunto è.

Quindi, mi raccomando, non prendete per oro colato ciò che vi ho detto ;-) Chiedete al pharma…

OK?

Con affetto,

Tacco a Spillo

52 commenti

Non c’è nulla da fare!
Se smetto per un po’ di andare in bicicletta (sono una biker convinta) o trascuro la palestra, per non parlare delle cenette al ristorante, anche nelle osterie con cucina, dove ti danno del salume a gogo’…ecco che mi ritrovo la culotte de cheval un po’ rilassata. ORRORE! Con il risultato di innervosirmi e di diventare di cattivo umore. Come se già non bastasse l’accorciamento delle giornate…! :-(

Un recente sondaggio ha rilevato che ben 7 donne su 10, al ritorno dalle vacanze, si piacciono meno. Ci credo: tra ritmi scombussolati, sale maggiorato nei cibi (ma quando impareranno a condire con spezie?), palestre chiuse….ecco che noi donne ci vediamo un tantino “sciupate”.

Per ovviare alla tristezza (si fa per dire) della nuova immagine riflessa dallo specchio, ho voluto provare un nuovo prodotto che non solo fosse efficace ma che anche non facesse piangere il mio portafogli, messo a dura prova dalle ferie….

Così ho trovato un nuovo anticellulite, che riduce le adiposità localizzate (che brutta parola..).

Contiene CELLULE STAMINALI di Escina Pura, Centella Asiatica e Caffeina Vegetale. Che, proprio perchè sono estratte dal cuore della piante, si autorigenerano e sono più efficaci nel contrastare la famigerata cellulite.

Vi ricordate la mia “spiegazione” sulle cellule staminali, vero? ALT…non voglio fare la professoressa ;-) , ma c’era la mia amica blogger Cassandra Chic che non aveva ben chiari i concetti….e la capiamo, trattandosi di cose innovative e…GREEN :-)
Che dire? In soli 10 gg già vedo la zona alta delle cosce più compatta e levigata! Goduriaaaaa! :D

18 commenti

Scrub NaturalePer molte di noi la tintarella è ormai un ricordo, con il risultato che la pelle è più secca nel migliore dei casi e desquamata e a chiazze nel peggiore :-(
Cosa si fa in questi casi? Scrub! Però, avendo finite le scorte di quello alle alghe marine di prima dell’estate, ho provato una ricetta tutta casalinga.

Mi sono procurata: 1kg di Sale Marino Grosso, 150 ml olio di mandorle dolci (ormai ce ne sono in varie profumazioni), olio essenziale di Lavanda (purificante e dal gradevolissimo profumo di pulito), fiori di lavanda e foglie di salvia (opzionale).

Come ho preparato lo scrub per il corpo?

In una ciotola ho unito  il sale marino integrale con i fiori o foglie precedentemente tagliuzzate; ho aggiunto l’olio mescolando sino ad ottenere una crema senza grumi ma non troppo untuosa. Ho mescolato sino ad avere un composto uniforme e liscio.

Ho aggiunto così 30 gocce di olio essenziale di lavanda.
Se piace, si può aggiungere una scorza di limone, ma ricordatevi di non esporvi al sole, perchè il limone è fotosensibilizzante, cioè macchia la pelle.
Bene, il vostro scrub tutto nature è pronto per essere passato su tutto il corpo, prima di infilarvi sotto la doccia.
Dimenticavo, l’odore che si sprigiona è qualcosa che libera i sensi e che regale un’esperienza sensoriale unica!

18 commenti