il blog delle sfilate
La moda in diretta

Sul talento non le si può certo dire niente, Rihanna sforna hit da classifica con la stessa frequenza con cui Angelina Jolie adotta bambini, ma per quanto riguarda il look un disastro segue l’altro! Settimana scorsa ha osato abbinare shorts da teenager con la bandiera americana ad un giubbino jeans (c’è un motivo se gli anni ’80 sono ricordarti come il buco nero della moda), gilet in pelo e, orrore degli orrori, un paio di collant con stampata una volgarissima giarrettiera

…e il titolo di regina del trash va a: Rihanna!! CONDANNATA!

Jeans, un maglione con maxi pois e una clutch oversize

Mary Poppins docet: la borsa più grande è, meglio è! ASSOLTA!

Pixie Lott: taglio sbarazzino, borsa di Miu Miu, sorriso innocente…carina!! Ehi, ma non indossa i pantaloni…

…dobbiamo organizzare una raccolta fondi per comprarle anche solo un paio di leggings, intanto: CONDANNATA!

Adoro questo look sfoggiato da Ashley Madewke qualche giorno fa! Il viola è un ottimo sostituto del nero in inverno, in questo caso perfettamente abbinato ad una camicia bianca e una borsa dai colori vivaci

…chiudiamo un occhio sulla canotta da muratore che si intravede sotto la camicetta (meglio optare per un reggiseno color carne): ASSOLTA!

Stefania Dimasi – stefaniarocks

Commenta

Carla Gozzi per lo Stylist Day

Si parla di: La moda su internet

L’avete incontrata in occasione della nostra Settimana della Moda?

Oppure magari ve la siete persa e volete approfittare di una nuova occasione per incontrarla?

Eccovela: venerdì 25 novembre, dalle 11 alle 19 nello store Hoss Intropia in via Dei Due Macelli 63 a Roma, Carla Gozzi sarà a disposizione per farti da stylist.

Insieme a make up artist e hair stylist vi rifaranno il look per essere fashion e bellissime.

Prenotati scrivendo a info@ccube-communication.it!

La torta  è stata realizzata apposta per lo Stylist Day da I pasticci di Molly e verrà offerta alle ospiti per la merenda!

Commenta

6

Assolti e condannati: I’m back!

Si parla di: Fashion blogger

Le temperature glaciali degli ultimi giorni ci hanno spinte a rifugiarci in caldi maglioni di lana e -per le fan degli Ugg- a rispolverare gli stivali più discussi del pianeta, ma evidentemente Vanessa Hudgens dev’essere andata al Polo Nord a trovare Babbo Natale! Nient’altro potrebbe spiegare un abbigliamento del genere

…sorella gemella dell’Omino Michelin, questo look non rende giustizia alle sue forme meravigliose: CONDANNATA!

E’ incredibile come Selena Gomez sia riuscita a rendere meravigliosa una mise altrimenti banale e noiosa

…pantaloni a sigaretta neri e camicia bianca abbinati ad una maxi collana e ad un paio di decolté rosa…da copiare: ASSOLTA!

Potrei quasi giustificare Kirsten Dunst se la scelta dell’abito fosse un ultimo estremo tentativo di conquistare il fruttivendolo per cui ha perso la testa, ma mi sembra poco plausibile…

…e se la fantasia non fosse sufficientemente imbarazzante, la lunghezza del vestito non la valorizza e le scarpe sarebbero adatte ad una passeggiata sul lungomare nelle calde serate d’agosto: CONDANNATA!

Nonostante trovi orribili quelle scarpe con il laccetto alla caviglia che mi ricorda tanto il braccialetto elettronico, che era costretta ad indossare Lindsay Lohan durante la libertà vigilata, adoro questo look

il vestito bicolor di Holmes & Yang trasforma Katie Holmes in una moderna ballerina: ASSOLTA!

6 commenti

2012: ispirazione natura!

Si parla di: Fashion blogger

Se animalier, foglie, fiori, stelle e colori sfavillanti sono approdati nelle collezioni di questo A/I e persino nella tanto attesa capsule ideata da Versace per la catena low cost H&M, ancor di più vedremo spopolare gli elementi naturali durante la prossima P/E 2012.  Il fashion system scomoda la natura in tutte le sue sfaccettature variopinte per un ritorno al raffinato. Tutto profuma ed evoca un’atmosfera primaverile a suon di leggere fattezze, pizzi e delicate fantasie. A quotare questa tendenza, le presentazioni della scorsa Milano Fashion Week pullulano di fresco bon ton. Mario Valentino propone una linea dal mood decisamente lady-like, a partire dalla ricorrente stampa floreale che vede protagonisti boccioli di rose, ai colori pastello dipinti interamente a mano con l’aggiunta di piccoli pois che pervadono anche giacche in morbida nappa. Una femminilità enfatizzata viene proposta poi da Roberta Scarpa che risponde con seta, jersey, fiorellini e tocchi di rosso, facendoci sognare giardini principeschi e un allure romantico nei morbidi tagli su camicette e minidress da cocktail. Dulcis in fundo, non possiamo dimenticare l’importanza dell’allestimento a tema come nel caso di Baldinini che sceglie per la nuova collezione un accompagnamento piuttosto divertente e fresco ricreando in showroom uno stagno dai colori soft tra ranocchi, foglie, ninfee e canne, rivestendo in un tutt’uno naturale la location e la collezione intrisa di stampa rettile su stivali, ballerine, platform e numerosi inserti di pietre e Swarovski, comparsa affezionata nelle calzature del brand.  Perciò sorge spontanea una domanda: dopo tutta questa anarchia in fatto di sperimentare stili e couture astratte ed innovative: che si stia profilando un ritorno alle origini?

Sabrina Tassini – Patchwork à Porter

Commenta

3

I blog italiani più conosciuti

Si parla di: La moda su internet

E’ di qualche giorno fa una classifica che indica quali siano i blog italiani di moda più amati e commentati.

Primo classificato, naturalmente, è The Blonde Salad, il blog chiacchieratissimo di Chiara Ferragni, la fashion blogger per eccellenza. C’è chi la ama e c’è chi la odia, ma senza dubbio il suo blog è stato il primo a dare il via a tutti gli altri.

Seconda la mitica Anna Dello Russo, fashion editor e capo redattrice di Vogue Japan, conosciuta più per i suoi outfit stravaganti che per altro. Imprescindibile frequentatrice di sfilate, scatena l’interesse dei fashionisti più appassionati.

C’è poi Irene Colzi, la nostra simpaticissima blogger di Firenze, che riesce a dare vita a look sorprendenti con capi low cost.

Seguono:

4. Veronica Ferrario, The Fashion Fruit

5. Nicoletta Reggio, The Scent of Obsession

6. Cècile, L’Armadio del Delitto

7. Francesca Pedrazzi, Bibi in wonderland

8. Federico Panarello, My cup of coffee

Cosa ne pensate? Siete d’accordo con questa classifica o ci sono altri blog che secondo voi meriterrebbero di essere inseriti?

3 commenti

Oggi vi voglio far conoscere Toni.

Blogger, ma non solo, tra Bruxelles e Parigi.

Il suo blog, The Fashion Cloud, è un mix di outfit, notizie dal mondo della moda, news, consigli di stile da condividere, perché, come scopriremo nell’intervista tutto è nato proprio da questo, condividere.

Quando hai aperto il blog e perché?

Ho iniziato poco più di due anni fa, per due ragioni: era il momento perfetto essendo una studentessa e avendo molto tempo libero, cercavo un hobby. La seconda ragione è che ero sempre alla ricerca di cose da condividere con gli amici, soprattutto blog, e il mio fidanzato mi ha suggerito di creare una piattaforma di condivisione con un pubblico più ampio. Da lì, è nato il blog.

Dove prendi l’ispirazione per i tuoi outfit?

Vorrei poter scattare più foto dei miei outfit, ma con un lavoro full time ho solo pochissimo tempo. Ma l’ispirazione arriva dappertutto. Da altri blog, riviste, dalla gente per strada, da un capo in particolare…

Parigi e Bruxelles influenzano il tuo stile?

Penso che la città in cui vivi e lavori sicuramente è fonte di ispirazione. In termini pratici, so di avere dei vestiti che indosserei solo a Parigi e a Londra, ma non a Bruxelles. La città stessa e le persone che la popolano hanno un forte impatto sul mio stile quotidiano. Questo senza dubbio.

C’è un capo di cui non faresti mai a meno?

Parlando di abiti, non farei mai a meno dei miei jeans skinny neri, perché sono la base per tantissimi abbinamenti, al di là dell’occasione. In termini invece di gioielli, i miei anelli Trinity di Cartier. Li indosso da 9 anni e non li ho mai tolti. Hanno un grande valore sentimentale.

Qual è secondo te il must have di questa stagione?

Direi qualcosa di arancione. Moltissimi brand stanno sperimentando l’arancione e ho pensato di provarci anche io comprando un paio di pantaloni… ora non riesco a farne a meno. Anche se devo dire che all’inizio ero un po’ scettica, perché l’arancio non è uno dei miei colori preferiti e ho i capelli rossi, quindi è ancora più difficile per me indossarlo. In ogni caso, credo che se trovi la giusta tonalità e gli accessori adatti, è perfetto per questo autunno.

C’è uno stilista che ami particolarmente?

Direi Isabel Marant, anche se mi stufa vedere i suoi capi ovunque, e poi Céline e Olivier Theyskens for Theyskens Theory (che tra l’altro è belga, quindi fantastico!)

Il blog è il tuo lavoro? Cosa fai nella vita?

No, non lo è, anche se può portare qualche guadagno qua e là. E’ sicuramente il mio hobby e qualcosa che mi diverte moltissimo nel tempo libero. In ogni caso, adesso è più difficile trovare tempo per il blog che per il resto, perché sto facendo uno stage alla Commissione Europea, nel DG Infso (n.d.r. Commissione Digital Information Society), lavorando nel settore active & healthy ageing di ITC, Information and Communication Technologies. Quindi, come vedete non ha niente a che fare con la moda… a parte il fatto che le persone con cui lavoro indossano degli abiti! Mi piace davvero il fatto di avere due passioni nella vita, la politica e la moda. Devo anche dire che lavorare sul blog mi ha insegnato moltissime cose su tecnologia e media. Cosa che si è rivelata un grosso aiuto anche per il mio ambiente di lavoro.

Ti definiresti una fashion blogger?

Beh, forse se dovessi identificarmi con un’etichetta, sì, sarei una fashion blogger. Non vorrei dire part time, perché è qualcosa che ho sempre in testa. Ma come la maggior parte delle fashion blogger, siamo molte cose e essere una blogger è solo una di queste!

4 commenti


Switch to our mobile site