il blog delle sfilate
La moda in diretta

La città che non dorme mai raddoppia la sua energia durante la Mercedes-Benz fashion week.

Il “popolo della moda” vive giornate frenetiche, lavorando non-stop dalle 9.00 alle 21.00, correndo da una sfilata all’altra (la media è di 13 al giorno). Bisogna anche trovare il tempo per le presentazioni, per incontri di lavoro con colleghi d’oltreoceano, per telefonare in ufficio, per scrivere i pezzi…

Pensate che dopo queste “giornatine” la gente torni in albergo e collassi immediatamente? Errore! Quando si ha il privilegio di trovarsi a qui, New York la si vuole vivere fino in fondo. Una volta ho sentito dire: «Devi muoverti con la città, stare al suo passo. Altrimenti si inceppa il meccanismo». Verissimo. Ma la cosa bella è che mantenere il ritmo di Manhattan non costa fatica. La città è disseminata di locali, uno più delizioso dell’altro, tutti raggiungibili a piedi o in pochi minuti con un (economicissimo) taxi, ognuno con qualche caratteristica distintiva. Tra i ristoranti esclusivi di Meatpacking, i lounge bar di Soho e del West Village, i disco-pub del Lower East Side, non ne troverete mai due uguali.

E poi, dicerie a parte, New York è accogliente: chiunque può farla propria, anche per pochi giorni. Il “popolo della moda” lo sta facendo: dall’8 al 16 febbraio, la città è sua.

E tu cosa ne pensi?


Switch to our mobile site