torsolo.jpgMogliastre di tutto il mondo, unitevi.Sì, ma, intanto, cos’è una mogliastra? E’ una che, come me, ha trovato un marito usato, di seconda mano –nel mio caso di terza- ma con ricca dotazione di prole altrui. Insomma, è una che, pur essendo moglie a tutti gli effetti, si sente mogliastra. Perché non è la prima, perché c’è sempre una foto dell’altra sul comò, perché non è la madre dei suoi figli, perché insomma è arrivata dopo, diciamo a cose fatte.Questo blog si rivolge proprio alle mogliastre, ma in fondo anche alle fidanzastre, a tutte le donne che si sentono un po’ le Cenerentole della famiglia allargata. Quelle che, pensando di arrivare con una cassetta piena di mele avvelenate, si sono accorte che in realtà a loro, della mela, tocca il torsolo.Ma, per non avvelenarsi la vita, né avvelenare quella di mariti e figliastri, ci sono dei sistemi. E non sto parlando di noleggiare un kalashnikov o di ingaggiare un killer professionista alla Bruce Willis (che poi vien comodo per svoltare cena e dopocena). Parlo di sistemi leciti, primo tra tutti, l’ironia. Perché, come si diceva nel sessantotto, una risata vi seppellirà.Al prossimo post, mogliastre.

5 commenti

  1. 1.

    grazie del benvenuto :-)

  2. 2.

    Rimbocchiamoci le maniche, e anche i pantaloni… (a scanso di inondazioni…)… :D

  3. 3.

    Benvenuta su questo blog, Antonia. Sì, è necessario cercare di creare nuovi spazi. E una nuova cultura delle famiglie ricostituite. Ci aspetta un bel po’ di lavoro, a noi mogliastre. ;-)

  4. 4.

    io non mi sento cenerentola…. sono arrivata dopo è vero, ma anche lui è arrivato dopo… è stato fra altre braccia, io anche, ha fatto tutte le scelte che contano, figli, macchina, un mutuo prima di incontrarmi e anche io prima di incontrare lui…

    L’ironia serve tantissimo, ridere di se stessi e del mondo fuori ma tenendo presente che adesso l’amore per quanto tenace sia è anche una questione di misura ………

    Perchè sia io che lui non partiamo da zero come quel giorno la’…..
    Oggi abbiamo figli, una casa, un lavoro, degli amici, delle abitudini, dei pets e tutto si dovrebbe incastrare

    E ancora.. forse perchè il bisogno di amore che abbiamo oggi.. con le nostre vite di oggi.. è più grande di ieri.
    Abbiamo dimostrato di essere piu’ bravi di ieri a vivere da soli ma paradossalmente abbiamo più bisogno di amore oggi ..
    E allora vorremmo che ci togliesse non solo la solitudine di oggi ma anche quella che ci stiamo portando dentro da anni.. così.. tutto in un botto.

    Credo che sia più reale pensare che ogni giorno dobbiamo andare oltre I paletti di cui ci siamo circondati e cercare di creare degli spazi.

  5. 5.

    chissà se il torsolo … possa essere una bella metafora dell’essenza… questi uomini spolpati, ma che hanno ancora quel centro che porta semi, e nuovi frutti…

    ( il torsolo in fondo è quanto conta, senza scorza, senza pelle… nudo ma ancora pieno di FUTURO:))

Mostra messaggi precedenti

E tu cosa ne pensi?