colpo-di-scena.jpgNel 2007 ho scritto il mio primo libro, Uova di Matrigna. Un pamphlet ironico, ma a tratti cattivello, sulla vita di una mogliastra. Una delle mie due figliastre, a cui l’avevo fatto leggere ancora prima di pubblicarlo, non l’aveva gradito un granché. (Cosa che mi ha confessato mesi e mesi dopo, ma l’avevo capito benissimo dalla faccia).

Ora, a distanza di tre anni e passa, colpo di scena: la stessa figliastra ha scelto un brano di Uova di Matrigna per un esercizio al suo corso di teatro. Lo sta imparando a memoria, (a memoria, sì) mentre io gongolo come un tacchino o come uno dei sette nani, per poi recitarlo, come monologo, davanti ai suoi compagni di corso.

Mi ha detto che, ora che è più grande, ha capito tutte le paturnie, i disagi, i pianti e le gelosie di cui raccontavo nel libro. Ora, ha aggiunto, come donna ti capisco un po’ di più. Prima ero troppo figlia per capirti. Alleluja, già che siamo in periodo pre-natalizio.

Ovviamente la cosa mi ha fatto un piacere immenso, e mi dà un filo di speranza sulla possibilità che noi mogliastre riusciamo a comunicare anche con chi, mogliastra, non lo è. Certo, se non si guadagnano i gradi sul campo, non si riuscirà mai a provare fino in fondo la serie di orrori che proviamo noi, però, insomma, come si dice, uno su mille ce la fa.

E poi, volete mettere, la soddisfazione di sentirla recitare per tutta la casa le mie parolastre crudelastre?

 

(Dipinto di Magritte)

21 commenti

  1. 1.

    Eh, anche il karma gongola.

  2. 2.

    chapeau mogliastra

  3. 3.

    hahhahahahah …. ribaltata e, in seguito all’incidente, muerta …. ;)

  4. 4.

    Braccia rubate alla puericoltura. ;-)

  5. 5.

    a forza di splalare eh ;) :D

  6. 6.

    mi è piaciuto moltissimo il planetario di mogliastra e Paola :D

    hai visto, mogliastra… la merda a volte diventa … concime! ;)

  7. 7.

    Non potevi fare di più, PeV. Cito una bella frase che rubo alla fidanzatastra Manua, che ho conosciuto oggi:

    “Non abbiamo tanto bisogno dell’aiuto dei nostri amici, quanto della certezza del loro aiuto”
    Epicuro

    Un abbraccio, Puntoevirgolastrina.

  8. 8.

    fuori tema: vorrei tenere il segreto, ma come si può … mi sento il cuore così pesante, così come la storia che in lacrime mi ha raccontato la mia piccola 14enne, questa volta non è figliastra …
    E’ venuta in lacrime dicendo che il papà ha preso i soldini lasciati da parte per le vacanze, per giocarseli alla makkinetta … così mamma e papà adesso litigano sempre, ogni volta che lui torna tardi a casa … e lei piange …
    L’ho abbracciata forte, gli ho detto che io per lei ci sono sempre, ma so che non posso evitarle altre sofferenze, e questo mi fa sentire impotente.

  9. 9.

    e aggiungerei pure, Mogliastra , un Marte che le punzecchia il culo piatto e secco

  10. 10.

    Ora aspetto voi con, chessò, uno dei piccoli alieni che fa una dichiarazione interplanetaria di amore matrigno, mentre l’ado si mangia per la rabbia tutto Saturno e si strangola con gli anelli.

Mostra messaggi precedenti

E tu cosa ne pensi?