6

Va tutto a culeo

Si parla di: matrigna

va-tutto-a-culeo.jpg

Molti pensano che un’istrice, se minacciata, scagli i suoi aculei contro il nemico tentando di trasformarlo in uno stolido puntaspilli. E invece no. L’istrice, gli aculei, li perde solo per lo spavento.

La storia funziona così: l’istrice spaventata, per sembrare più grande e minacciosa, gonfia pelo e aculei grazie a degli speciali muscoli erettili. (Niente battute, mogliastre). Ma poi, siccome ‘sti aculei sono attaccati male, appena si agita un po’ troppo se li perde per strada. Fortuna vuole che l’aggressore, in quanto aggressore, sia sempre nelle vicinanze, e così, se per esempio inciampa su una pigna e cade, gliene rimangono un po’ addosso. Però, siccome gli aculei sono seghettati in un solo senso, non riesce più a tirarseli via. A meno che l’aggressore  non sia per esempio un primate, specie dotata di pollice opponibile, e allora se li può togliere agevolmente con un dito, anzi due. Ecco, questo è il massimo dell’aggressività che può produrre un’istrice.

Una mogliastra, quando si sente minacciata dalla famiglia allargata,  si gonfia per sembrare più aggressiva ma poi, pluf, i suoi aculei attaccati male le cadono tutti sul divano del tinello. E, se il marito passa di lì per cercare il telecomando, è probabile che un aculeo gli resti attaccato al culeo. Ma se succede  è quasi per caso. E comunque il marito in questione dovrebbe essere dotato di pollice opponibile (non quello del televisore, proprio un pollice tutto suo) e quindi dovrebbe riuscire a estirparsi gli aculei senza problemi, come la scimmia di qualche riga fa. A proposito, se magari un’ex moglie inciampa in una pigna, sempre quella di qualche riga fa, anche lei rischia di trovarsi qualche aculeo impigliato nei peli dei polpacci. Ma niente di più grave, direi, a parte il fatto estetico.

L’aggressività di un’istrice e quella di una matrigna, in realtà, sono molto simili. Eppure c’è ancora chi crede che le matrigne siano capaci di sparare aculei  come mitragliette. Invece le matrigne perdono solo il pelo, mentre il vizio di crederle cattive non lo perde nessuno.

6 commenti