mmettiamo-il-becco-anche-a-parigi.jpg 

Mogliastre di tutto il mondo, anche il Club des Marâtres parigino ha da pochi giorni 

il suo blog. Per chi volesse leggere e commentare matrignescamente anche all’estero: 

www.blog.clubdesmaratres.fr

 

Commenta

beauty    In maggio sono andata a Parigi, per conoscere la fondatrice del Club des Marâtres che, per chi usasse francesismi solo per smadonnare, significa il Club delle Matrigne. Sono arrivata a Malpensa con, come unico documento, la patente, manco dovessi guidare io l’aereo, e con un beauty pieno di flaconi in netto sovrappeso rispetto ai famigerati 100 ml. Per la patente, sono stata sgridata molto. Del beauty, è sopravvissuto solo un burrocacao. Ma ne valeva la pena. Dalle ceneri di seducenti creme per il corpo e sedicenti creme anticellulite, è nato il Club delle Matrigne italiano. Di cui poi vi racconterò. Intanto vi tengo un po’ sulla corda, che non mi è ancora passata la rabbia per il beauty. Insomma, dopo varie peripezie, finalmente sono approdata in Boulevard Voltaire, al Club des Marâtres. Lì ogni primo sabato del mese, al caffé l’Ecole des Parents, le matrigne, o mogliastre per dirla con questo blog, si incontrano e si raccontano. Che belle, queste donne. Di tutte le razze, di tutti i colori e di tutte le età. Ognuna con i propri problemi di relazione con la famiglia allargata, qualcuna anche con i propri successi. Successi, sì, perché, alla fine, con molta pazienza e molto amore, ce la si fa. Lo dice anche Isabel Allende nel suo libro La Somma dei Giorni: perché una matrigna si senta finalmente serena, ci vogliono otto anni. Io lo confermo in pieno, trovandomi proprio all’ottavo di questi faticosissimi anni. La fondatrice del club parigino, Marie-Luce Iovane-Chesneau, è una donna, e matrigna, davvero piacevole. Diretta, ironica, intelligente. Insomma, due giorni dopo, appena tornata a Milano, ho fatto il gemellaggio con il club parigino, fondando il Club delle Matrigne italiano, sul web e a Milano.(www.clubdellamatrigne.it)Tra sito, incontri con le matrigne e idee varie, non ho ancora trovato il tempo per riempire il beauty. Vado a farlo ora, e del Club vi racconto dopo. Al prossimo post, mogliastre.

1 commento