la-luce-che-mi-ribalta.jpg

Oggi mi sono vista in tivù inquadrata insieme alle altre matrigne del Club. Eravamo veramente orribili.

Il tecnico delle luci ci ha illuminato in modo davvero perfido e sembrava che ci avessero sorprese a una convention di zombie. E’ vero che il giorno delle riprese nevicava e avevamo tutte i capelli ad abete, è vero che eravamo stanche, è vero che non avevamo il trucco televisivo, è vero anche che nessuna delle presenti aveva vent’anni, però, insomma, eccheccavolo. (Si potrà dire eccheccazzo, su un blog? Mah).

Però giuro che l’illuminazione è riuscita a tirare fuori il peggio da ognuna di noi, comprese rughe sui maglioni, occhi infeltriti, grasso superfluo sulle unghie dei piedi.

A questo punto si erge, minaccioso come un cobra, un sospetto: e se il sapiente tecnico delle luci avesse celato, sotto l’apposita salopette piena di cavi e pinze, il suo vero aspetto, quello di una ex moglie?

 

5 commenti

i-panni-sporchi-si-lavano-in-tivujpg.jpg

 Oggi al Club delle Matrigne è arrivata una troupe del TG3 a riprenderci. Non nel senso che sono venuti a sgridarci, non siamo ancora arrivate a questo punto, però ci hanno fatto un servizio, oddìo, no, non servizio in quel senso, insomma, se guardate la tivù la prossima settimana ci vedete, lì nel caffè letterario sede dei nostri Aperitivi, mentre ci raccontiamo i fatti nostri. Si intravvede persino per un nanosecondo il libro Uova di Matrigna.

Non era poi così difficile scriverlo, ma sono ossessionata dai doppi sensi. Sarà perché sono una seconda moglie?

In onda il 10 febbraio alle 12,25 sul TG3 Punto Donna.

 

4 commenti