Kit

A grande richiesta, ripubblico il Kit di Sopravvivenza estivo 2010, con aggiunta di pod-cast.

Siore e siori, ecco a voi il sorprendente, imperdibile Kit di Sopravvivenza per Mogliastre nella sua versione pre-vacanze. Il kit, in una pratica confezione da viaggio, anti-urto e anti-furto, contiene:

N. 1 cane San Bernardo con fiaschetta alcolica al collo. Da scegliere nella versione whisky, prosecco, o tequila bum bum.  Croccantini, bistecche da tre chili e spese veterinarie, nonché tosatura, sono a vostro carico.

N. 1 pagnotta da carcerato compresa di lima in titanio per smussare la crescita inopinata di denti canini. (Non del cane, i vostri.) La pagnotta è disponibile alle olive, al cumino, o al gusto pizza.

N. 2 flaconi di adrenalina mannara da somministrare al vostro compagno. Funziona anche senza luna piena. Disponibili anche peli sintetici da applicare sulle mani per un effetto di maggior realismo quando finalmente strozza la ex. O, in alternativa:

N. 10 siringhe di anestetico da rinoceronte, con pennacchio rosso, da lanciare alle ex mogli in corsa. Con una lieve maggiorazione del prezzo, potete richiedere anche l’infallibile binocolo “Tibecco” ® per una mira più sicura.

N. 3 spinelli taroccati con foglie di Camomilla Bonomelli, da spacciare ai figliastri adolescenti fin dal primo mattino. Se dormono ancora, è sufficiente infilare la canna direttamente nelle narici. Per un effetto light, in una sola, per un effetto hard e definitivo, in entrambi gli orifici nasali. O in tutti e tre.

N. 1 stanza da bagno in stile origami, da aprire e in cui entrare in caso di crisi di pianto, perfettamente richiudibile e trasformabile in un foglio di carta A4 a crisi terminata.

N. 1 finto cellulare, imitazione perfetta di quello del vostro compagno (vogliate farci pervenire mail con marca e modello preciso almeno una settimana prima dell’ordinazione) da sostituire al suo. Il cellulare “Three monkeys” ® non vede, non sente e non parla, quindi vi garantisce la più assoluta privacy in vacanza.

N. 1 turista figo con cui scappare. Garantito orfano e sterile.

91 commenti

Un anno davanti

Si parla di: Vacanze

un-anno-davanti.jpg

 

Le vacanze sono finite più o meno per tutte. Come ne siano uscite? Alcune di noi bene, molte invece parecchio acciaccate. Perché è proprio in vacanza che tutti i nodi delle famiglie ricostituite vengono al pettine. Si sta insieme più del solito, i ritmi e le regole tanto faticosamente costruiti sono stravolti e, invece di riposarci, ci stanchiamo e stiamo peggio di prima. Le vacanze sono più pericolose di uno squalo-tigre, care mogliastre.

Eppure, pensavo, la colpa non è delle ex che incombono, non è dei nostri mariti che soccombono, non è dei bambini che rompono. Ognuno di loro fa il proprio mestiere. Non è neanche colpa nostra, che  facciamo quel che possiamo.

La colpa è delle famiglie ricostituite. Una cosa a cui, evidentemente, non siamo ancora pronti. Non solo: pronti-pronti non lo saremo mai, perché anche le famigliastre più evolute hanno in sé contraddizioni che non si appianeranno mai completamente. Se non tra molti decenni, quando magari (magari, eh) il concetto di famiglia sarà totalmente stravolto e ricostruito su altre basi. (O su altri pianeti. Che ne dite, colonizziamo Venere?)

Ma per ora, c’è quel che c’è.

Possiamo cercare di fare sentire la nostra voce (e il Club delle Matrigne, nel suo piccolo, anzi piccolissimo, lo sta facendo), possiamo diffondere il verbo matrigno dovunque, possiamo proporre o importare da altre nazioni leggi che ci tutelino, ma, insomma, ci vuole un sacco di tempo.

E allora? E allora l’unica cosa che possiamo fare nell’immediato è, come sempre, un lavoro su noi stesse. Cercando di ricordarci che il diavolo non è nella ex, ma nella nostra cultura.Che i bambini sono bambini e, per loro fisiologia, chiedono attenzioni. Che i nostri  uomini sono uomini, e il nostro linguaggio faranno sempre fatica a capirlo. Che, insomma, tutto questo fa parte del kit che ci hanno dato in dotazione. Sta a noi renderlo un po’ meno inefficiente. Aggiungiamo, al kit, un po’ di sano distacco, un po’ di fiducia nel futuro e negli altri, un bel po’ di ironia e un quintale di fatti nostri. Ah, e un ettolitro di NO, senza paura. Il kit sarà sempre scarsino, ma, consoliamoci, anche le famiglie “normali” non è che stiano molto meglio di noi. Come si diceva, una volta? Ecco: la famiglia è una camera a gas.

La buona notizia? Alle prossime vacanze manca un anno intero.

 

31 commenti

Matrigne si nasce?

Si parla di: Vacanze

matrigne-si-nasce2.jpg

 

Sole toscano. Piscina di acqua salata in un bellissimo agriturismo. La matrigna è sdraiata, beata, rilassata, senza famiglia allargata.

A un certo punto punto si staglia all’orizzone una bimbetta di quattro anni.

Pfiuuu, non è una figliastra, è solo la figlia di altri ospiti dell’agriturismo, peraltro sconosciuti. La matrigna torna quindi all’incanto della sua vacanza, ristretta come da accordi legali.

“Rossetta, sono senza braccioli, annego.”

Occazzo, chi è? Ma è la bimbetta, ovviamente, che, mollata sola in piscina dai genitori, ha deciso di farsi adottare dalla bagnante sconosciuta, previo annegamento e storpiamento del nome.

La matrigna Rossetta si precipita smadonnanndo a metterle ‘sti cavolo di braccioli rosa, griffati, nota con raccapriccio, Hello Kitty. Dopodiché, torna, sempre smadonnando, alla sua sdraio. Della legittima genitrice, nessuna traccia. Del supposto padre, nemmeno.

No, dico, ma non è che, matrigne, si nasce?

 

53 commenti

kit.jpg

 

Siore e siori, ecco a voi il sorprendente, imperdibile Kit di Sopravvivenza per Mogliastre nella sua versione pre-vacanze. Il kit, in una pratica confezione da viaggio, anti-urto e anti-furto, contiene:

N. 1 cane San Bernardo con fiaschetta alcolica al collo. Da scegliere nella versione whisky, prosecco, o tequila bum bum.  Croccantini, bistecche da tre chili e spese veterinarie, nonché tosatura, sono a vostro carico.

N. 1 pagnotta da carcerato compresa di lima in titanio per smussare la crescita inopinata di denti canini. (Non del cane, i vostri.) La pagnotta è disponibile alle olive, al cumino, o al gusto pizza.

N. 2 flaconi di adrenalina mannara da somministrare al vostro compagno. Funziona anche senza luna piena. Disponibili anche peli sintetici da applicare sulle mani per un effetto di maggior realismo quando finalmente strozza la ex. O, in alternativa:

N. 10 siringhe di anestetico da rinoceronte, con pennacchio rosso, da lanciare alle ex mogli in corsa. Con una lieve maggiorazione del prezzo, potete richiedere anche l’infallibile binocolo “Tibecco” ® per una mira più sicura.

N. 3 spinelli taroccati con foglie di Camomilla Bonomelli, da spacciare ai figliastri adolescenti fin dal primo mattino. Se dormono ancora, è sufficiente infilare la canna direttamente nelle narici. (Per un effetto light, in una sola. Per un effetto hard e definitivo, in entrambi gli orifici nasali. O in tutti e tre.)

N. 1 stanza da bagno in stile origami, da aprire e in cui entrare in caso di crisi di pianto, perfettamente richiudibile e trasformabile in un foglio di carta A4 a crisi terminata.

N. 1 finto cellulare, imitazione perfetta di quello del vostro compagno (vogliate farci pervenire mail con marca e modello preciso almeno una settimana prima dell’ordinazione) da sostituire al suo. Il cellulare “Three monkeys” ® non vede, non sente e non parla, quindi vi garantisce la più assoluta privacy in vacanza.

N. 1 turista figo, con cui scappare. Garantito orfano e sterile.

 

 

 

167 commenti

Vacanzastre

Si parla di: Vacanze

vacanzastre.jpg

 

Va bene, ok, è arrivato il momento. Ammettiamolo: è ora di pensare alle vacanze. Finora lo strano gelo di maggio aveva rimosso un po’ la questione, in effetti prenotare cabine e ombrelloni mentre si deambula coi moonboots pareva strano. Ma adesso non ci sono più scuse. Le vacanze, allargate, incombono. C’è persino un ponte in giugno, per chi proprio volesse strafare.

Come siamo messe, mogliastre, con le vacanze? Quali turni ci sono stati imposti? Quali siamo riuscite a patteggiare? Quali compromessi sono stati raggiunti? Quanti vaffa son già volati e quanti stanno ronzando in attesa del decollo?

C’è di buono che tutto questo patteggiare ci distrae un po’ dalla famigerata prova-bikini. In ogni caso sappiate che spesso tra le matrigne veterane, mentre la prova-bikini è un po’ più problematica (oggi ero in piscina, bianca fosforescente come le statutette della Madonna piene di acqua benedetta) i turni delle vacanze sono generalmente un fatto risolto, che va di default, senza tante discussioni.

Certo, per la pelle bianca eventualmente c’è un bel tubetto di crema autoabbronzante, mentre per le vacanze allargate il prodotto non l’hanno ancora inventato. Ah, la vaselina, già, dimenticavo, che sbadata.

 

91 commenti

Terme di Paturnia

Si parla di: Vacanze

terme-di-paturnia.jpg

Siamo agli sgoccioli, mogliastre, iniziano un po’ per tutte le vacanze. Le paturnie, invece, sono iniziate già da un bel po’.

Come staremo con i piccoli alieni? Ci sotterreranno in una buca nella sabbia e ci metteranno su una croce? O ci metteranno direttamente in croce senza stare a scavare buche che fa caldo e scavare non è nemmeno più trendy? Usurperanno il tanto sudato talamo nuziale? Ci lasceranno talamare in pace? O ci faranno solo sudare mentre papi sarà al telefono con mami ventiquattr’ore su ventiquattro? E meno male che, con l’ora legale, ce n’è una in meno, di ora, vah.

E noi, che faremo? Diventeremo nere, ma non sarà per l’abbronzatura? Verremo evitate dalle zanzare per l’eccesso di sangue amaro? E, quando l’ex moglie farà un barbeque, guardando sfrigolare la porchetta penserà a noi?

Buone vacanze, mogliastre. Che siate al mare, in montagna, alle terme o in città, pensate solo una cosa: le paturnie, ce le ha anche la signora con la porchetta.

73 commenti