Sono cresciuta in una casa a due piani, col cortile, un cane e dei gatti. Quand’ero piccola nonna aveva le galline, mio nonno andava in campagna a cavallo, col carretto. Non sono passati tanti anni. Sto parlando del 1980.

Alcune persone che conosco, con cui lavoro, non erano nate. Io avevo 6 anni nel 1980.
Sono passati 30 anni, oggi vivo a Milano, dove non si possono tenere le galline nel cortile. A Mondragone sì.

A Milano però posso fare tante altre cose: shopping alla moda, ma anche low cost; visitare mostre, non solo nei musei; andare al cinema, ma anche vedere un film in streaming.
Dove vive mia madre no, non potrei fare nessuna di queste cose.
Ci sono cose che non puoi fare se abiti in paese, ci sono cose che non puoi fare se abiti nel Bel Paese.

Mia mamma è diventata nonna un anno e mezzo fa: due volte nonna. A luglio sono diventata mamma, a ottobre mio fratello è diventato papà.
Mio fratello vive a Bologna. Io a Milano.
Mia mamma vive ancora a Mondragone, 800 km da Milano, 550 km da Bologna.

Per Natale, grazie a Kodak, le ho preparato una sorpresa.

Una sorpresa che ha delle potenzialità, però, che mia mamma, la nonna di Diamara e Lucrezia, non potrà sfruttare: ricevere le foto direttamente da Milano e da Bologna, in tempo reale.

Intanto le ho caricato un anno e mezzo di momenti divertenti, buffi, privati. Le regalo oltre 100 foto subito, 4000 presto.

Adesso però dateci la Rete: “un italiano su otto, vale a dire oltre sette milioni di connazionali, sta ancora aspettando di entrare nell’era del Web 2.0, di disporre di una connessione che consenta di scaricare e caricare foto, audio e video”. [fonte: Wired]

Quanto era diversa Diamara un anno fa. Il tempo passa. Passa in fretta, ma per il tempo reale dovremo aspettare.

Domitilla Ferrari

Comments are closed.