Ci vuole un fiore propone feste sostenibili a domicilio! Maddalena sta realizzando questo straordinario progetto che spiega così:

“Mi muovo per la città con uno zainone da trekking pieno di stoviglie di plastica colorata non usa e getta, tovaglie di stoffa, carte di recupero e bussolotti degli ovetti kinder. I bambini si divertono e allo stesso tempo apprendano l’arte del riciclo e l’importanza dell’ambiente

C’è sempre più attenzione all’ambiente e tutto sta diventando ecosostenibile….anche le feste e gli incontri di animazione di Ci vuole un Fiore!

Il servizio offerto da Ci vuole un Fiore:
- Inviti personalizzati tramite mail
-Animatore
-Addobbi
-Giochi
-Tovaglie e stoviglie non usa e getta
-Regalini
- Palloncini
- Servizio truccabimbi  gratuito per i possessori di Radiomamma card

Le feste possono in parte essere pagate con un baratto, ed è questa la straordinaria novità!

Nelle nostre feste i bussolotti degli ovetti di cioccolato per esempio non mancano mai. Se il tema scelto è quello delle principesse facciamo finta che siano le perle della collana di Cenerentola, che per colpa di una sorellastra si rompe e che i suoi amici topini si preoccupano di ricomporre; se i protagonisti sono i cartoni animati facciamo finta che i bussolotti siano le bombe di Capitan Uncino, da cui Peter Pan e i bimbi sperduti devono difendersi; se il festeggiato ha una passione per Scooby Doo facciamo finta che i bussolotti siano degli hamburger da cui farsi tentare. E cosi via”.

Per ulteriori informazioni:

Maddalena Cassuoli – Civuoleunfiore

333-7376278

www.civuoleunfiorebimbi.tk

civuoleunfiore@live.com

blog: civuoleunfiore-bimbi.blogspot.com

Chiara Consiglia

Comments Off

7

Arrediamo la carrozzina. Mettiamogli le tende!

Si parla di: sonno

Nanna. Carrozzina. Bimba.

Tre cose inconciliabili per la mia bimba. Con l’omino le cose erano più semplici ma lei è molto più attiva e sperare di farla dormire durante una passeggiata, era (ed è ) cosa impossibile.

Spesso, però, sentivo alcune mie amiche che “no ma con la carrozzina non si esce, c’è umidità” oppure “c’è vento e può ammalarsi”. La fiera dell’ottimismo insomma.

La scorsa settimana mi hanno segnalato questo prodotto (quello nella foto) via mail. L’ho trovato davvero carino e ho pensato di parlarvene. Alle mie amiche – quelle di cui sopra – l’ho già fatto vedere, si!

Si chiama Baby Peace ed è una tendina protettiva in tessuto 100% organic e in tante fantasie carine.

Tramite degli anelli di plastica, si attacca alla cappottina della  carrozzina o al seggiolino dell’auto per proteggere il bambino dal sole, dal vento o dall’umidità nelle sere d’estate.

Protegge dal 99.5% dei raggi UVA e dal 99.7% delle radiazioni UVB.

Ogni tanto, andando in giro, vedo delle carrozzine coperte da lenzuola bianche che puntualmente si lanciano per terra mentre attraversi e sei a metà strada oppure in prossimità di una pozzanghera. Un classico.

Ecco, innanzitutto, il lenzuolino bianco buttato là fa un attimo un certo senso e poi ogni volta che cade la vostra pressione sfiora vette inesplorate. Ergo, ho pensato che segnalarvi questo prodotto sarebbe stata cosa buona e giusta.

Qui trovate le info e lo shop on line.

Bismama

7 commenti

1

Mom Camp, un giorno non basta

Si parla di: eventi

Sabato 24 settembre è stata una giornata speciale per le mamme blogger riunite al Mom Camp. Una giornata intensa, fatta di grandi entusiasmi raccontati nelle slide e nei sorrisi sinceri nel ritrovare o incontrare per la prima volta quelle amiche “virtuali” sì ma così presenti nelle nostre vite.

La location del Quanta Village si è prestata bene alla mirabile organizzazione di FattoreMamma e Hagakure: sala per il cambio, sala per la nanna, intrattenimento bambini, tanto verde in cui scorazzare… Molto spazio anche per gli stand della diretta di Mamme In Radio e per il tavolo che ospitava i biglietti e i volantini delle mamme presenti e non solo.
Un tavolo che cresce con gli anni, per fortuna :-)

Jolanda ha dettato il tempo con fermezza ma le mamme sono state molto disciplinate. Solo qualche brusio dal fondo della sala lasciava intendere l’incrocio di donne che avevano molte cose da dirsi. Ma tra donne, si sa…
Difficile racchiudere qui le diverse considerazioni suscitate dagli speech, ognuna il suo stile, ognuna il suo progetto, il suo messaggio… Grande entusiasmo per MammaFelice, accolta con una vera e propria ovazione; grandi risate per la verve di Machedavvero che ha raccontato la sua personalissima versione di Fai sta c*zzo di nanna; grande solidarietà per tutte le iniziative sociali, di conciliazione, di scambio e accrescimento, come quella portata da una graffiante Marlene.

Da ricordare anche la frase di Silvia e Silvia di Genitori Crescono “Noi siamo mamme OGM perché siamo mamme che stanno cambiando. Il web è lo strumento per farlo”. La sensazione era in effetti proprio un po’ quella. Donne imperfette, ironiche, consapevoli, disponibili, lucide, intraprendenti, sognatrici, realistiche. La maggior parte con un nick che aveva a che vedere con la parola “mamma” ma nemmeno poi tutte. E come osservava MammaInCorriera, molte indossavano i tacchi :-)

Si respirava una bella aria, sabato al Mom Camp. L’aria di uno spazio per crescere e incontrarsi più che per tirarsela, per intenderci. Sarà così anche il prossimo? Per il momento, ho già letto di qualcuno che proponeva un week end perché una giornata non basta più…

Smamma

1 commento

Lo swap delle mamme nella domenica della Moda

Si parla di: eventi

Avete mai vissuto Milano nei giorni della moda? Città congestionata, gente che corre da un evento all’altro, capannelli di persone appena passa un vip e, diciamocelo, un’invasione di modelle che ti va di traverso la brioche al bar sotto l’ufficio.
Ecco diciamo che la settimana della moda non è esattamente family friendly e forse è anche giusto così. Però, però, però…
Nella settimana dell’Instaglam di Donna Moderna volete che non si sia pensato a qualcosa anche per mamme e bambini?

Venite a trovarci domenica 25 settembre da Sephora, in Corso Vittorio Emanuele 24/28. Dalle 11 alle 18, le mamme potranno scambiare vestiti e accessori nei due corner allestiti appositamente da NewToYou e l’Atelier del riciclo.

Tutine e vestiti per i piccoli di casa ma anche qualcosa di sfizioso e vintage per le mamme ;-)
Portate abiti e accessori che non usate più purché ancora in ottime condizioni. Lo scambio avverrà tramite un valore espresso in stelline ad ogni capo da scambiare.
Non state facendo il cambio dell’armadio? Ci vediamo lì ;-)

Smamma

Comments Off

Bimbinfiera, 1-2 ottobre a Milano

Si parla di: eventi

Bimbinfiera compie 10 anni e per l’occasione sarà un’edizione ricca di eventi e novità!
Vediamo insieme tutte le informazioni necessarie per partecipare da protagonisti a Bimbinfiera.

Dove
Bimbinfiera si svolge a Milano, al Parco delle Esposizioni di Novegro. Clicca qui per scoprire come raggiungere la fiera.

Quando
L’evento si svolge l’1 e il 2 ottobre dalle 10 alle 19.

Il Biglietto
I bambini fino ai 10 anni entrano gratuitamente; per gli adulti è possibile scaricare il biglietto ridotto che vi dà diritto ad uno sconto di 6 euro ogni due adulti . Clicca qui per scaricare la riduzione. Senza la riduzione il biglietto costa 9 euro.

Gli eventi
Tanti gli eventi che accompagnano la manifestazione, vediamone alcuni:
- Casting fotografici: possibilità di partecipare a casting fotografici per agenzie di moda per bambini e per il concorso fotografico firmato Pampers.
-Mamme creative: corsi creativi per mamme e bambini (decoupage, scrapbooking…)
-Stollerace: gare con i passeggini, in 100 metri di ostacoli……

Per vedere il programma completo cliccate qui

I servizi

-La NURSERY ATTREZZATA PAMPERS per il cambio del pannolino
-la SALA ALLATTAMENTO NUK con comodi divani e pratici scalda biberon
-l’area MASSAGGIO INFANTILE MISTER BABY per rilassare e coccolare il bebè
-il BABY RISTORO HIPP dove le famiglie potranno pranzare assieme ai loro bimbi.

Per maggiori informazioni: http://quimamme.leiweb.it/bimbinfiera/

chiaraconsiglia

Comments Off

1

Pronte per il Mom Camp? Via!

Si parla di: eventi

Mom Camp. Due anni fa non si sapeva di cosa si trattasse e oggi le mamme della blogosfera, quelle che hanno investito in un progetto, quelle semplicemente incuriosite, non aspettano altro! E per fortuna il fatidico giorno è arrivato :-)

Così mentre aumenta la lista degli sponsor (bravi!), aumenta anche la lista delle mamme che interverranno a parlare.
La lista si è chiusa con 34 interventi in programma su un tema caro a tutte noi: Il futuro delle mamme online e non solo. C’è chi è più interessato all’”online”, chi al “non solo” ma una cosa è sicura: tutte le donne presenti avranno qualcosa di bello da condividere e da raccontare.

La scaletta è densissima. Ci sarà Jolanda, Mammafelice, GenitoriCrescono, GenitoriChannel, BilinguePerGioco, VivereSemplice, YeniBelqis, TraRockENinneNanne, Maddalena di FarmaciaSerraGenova, Flavia Rubino, MacheDavvero che parlerà anche di pupi e nanna e molti altri ancora. Volete la lista completa? La trovate qui.

Scorrendo la stessa pagina, troverete anche tutte le persone (molte di più) che si sono registrate per partecipare, fare network come si dice adesso, insomma incontrarsi e conoscersi di persona magari dopo tanti commenti, tweet o e-mail. Spulciate bene: magari c’è la vostra blogger preferita oppure qualche mamma che ha realizzato un progetto simile a quello che vorreste realizzare voi (speriamo non proprio lo stesso!)…

E’ bello esserci, per quel riconoscersi in viso dopo essersi già dette tante cose, magari anche molto personali… Ma, ovviamente, non sempre ce la si fa. Magari abitate lontano, magari il sabato lavorate, magari andate alle sfilate di moda, magari siete timide ma incuriosite.
Beh: è la Rete, no?

Se proprio non riuscite a fare nemmeno un salto al Mom Camp, potete seguire la diretta video su BlogMamma o in diretta radio su MammeInRadio. Oppure potete seguire la discussione su Twitter leggendo tutti i commenti che conterranno #momcamp
C’è da scommetterci, se ne leggeranno delle belle ;-)

Ma voi non scommettete: venite se potete!!!
Smamma

Foto | Filastrocche.it

1 commento

VOGUE BIMBI

Si torna a scuola, Facciamo festa. E per festeggiare come si deve, ieri alla Rinascente di Milano in Piazza Duomo, Vogue Bimbi e Swarovski Element hanno organizzato un party memorabile. Mentre i genitori si dedicavano allo shopping circondati da una pioggia di swarovski elements, i bambini sono stati protagonisti di un servizio fotografico da vere strar, realizzato da vogue Bimbi. La celebre rivista di moda ha infatti messo su un set fantastico, ispirato al mondo dalle fiabe dove tra i riflessi degli specchi magici i bambini hanno indossato le nuove creazioni ideate dai vari marchi da sempre proposti dalla rinascente (pinco, monnalisa, il gufo, pallino) tutti però declinati nel tema del ritorno a scuola, in un mix perfetto tra comodità e chic.

Qualcuna di voi c’è stata? Raccontateci.

Ad una notizia vecchia, anche se di sole poche ore ve ne aggiungo una nuova, nuova. Il 21 settembre avrà inizio la settimana della moda milanese e per celebrare degnamente anche la moda bimbo, altri due noti brand di abbigliamento hanno deciso di collaborare, per realizzare un esclusiva capsule collection dedicata proprio alla Milano Fashion week. Sto parlando del noto concept store milanese Corso Como 10 e di Petit Bateau. Le t-shirt della collection, che saranno vendute a partire appunto dal 21 settembre nello storico negozio milanese, richiamano lo stile marinarè nei toni del bianco e blu, sostituendo però alle classiche linee dritte delle iconiche righe ondulate. La chicca sapete qual’è? le t.shirt sono disponibili anche per adulti!

Marlene

Comments Off

Voi direte che le copertine avvolgi neonato non sono una novità, ci sono da sempre…..ma questa è speciale!!!
Si tratta di una copertina studiata per avvolgere completamente il vostro neonato, compresa la testina e i piedini, che spesso con le classiche coperte rimangono fuori, perchè scivolano via. Studiata anche per i neonati prematuri, questo nuovo prodotto sta suscitando l’interesse di infermiere pediatriche e ostetriche.

Vediamo insieme le caratteristiche:

- in cotone 100% biologico certificato

- disponibile nelle tonalità: verde mela e bianco-grigio

-possibilità di scegliere lo spessore felpato e garzato

-compatibile per seggiolino dell’auto e ovetto

-ideale anche per neonati prematuri, dai 40 ai 55cm di altezza

Secondo alcuni studi del settore, questo modo di “infagottare” il proprio figlio lo fa dormire meglio, lo calma e riduce il rischio di SIDS.

Per maggiori informazioni e per acquistare la nuova copertina avvolgi neonato: www.ekobebe.it

Comments Off

1

Oggetto di transizione.

Si parla di: educazione, sonno
L’oggetto di transizione per l’addormentamento, è un classico.
C’è chi ha i propri riti per propiziare il sonno: favola, musica, bagno, coccole… urla.
C’è chi, invece, dei riti se ne frega ma non può fare a meno della coperta preferita – tanto che lavarla sarebbe un sonnicidio - oppure il peluche a forma di papera, o il normalissimo e comune ciuccetto.
Ma quando l’oggetto di transizione è un seno o una pancia, rispettivamente appiccicati allo stesso torace, come ci si comporta?
C’è questa situazione che i miei figli non hanno mai amato un oggetto tanto da promuoverlo a “indispensabile”.
Hanno, però, sostituito il peluche con me!
Uno venera quel che resta dei miei addominali e l’altra è in adorazione per un seno.
Ricordo un giorno che, durante un incontro informale con la mia ostetrica, lei mi fece vedere un seno di silicone (?). Uguale uguale a uno vero.
Stesso colore e consistenza. Impressionante!
Il mio sguardo si è illuminato. Sono certa che avrà pensato “Ho seguito la panza di una maniaca per nove mesi”.
Prima di andarmene, ero convinta che quell’oggetto sarebbe servito più a me che a lei. Lei, lo usava solo per i corsi pre-parto. Io, invece, avrei potuto salvare la mia attività onirica e dare un’altra nuance alle occhiaie. Qualcosa che non fosse proprio grigio ma si avvicinasse al rosa cipria. Ecco.
Poi, il coraggio di entrare in un sexy shop e comprarne uno, non ce l’ho avuto. E il problema rimane. Se ne sta lì, appollaiato sull’abat-jour e mi guarda. Ridacchiando.
Intanto mi sto informando sull’eventualità di seguire gli incontri degli Assonnati Anonimi. Perché, ve lo dico, dormire con una simulazione di mammografia in corso è tutto fuorché una cosa piacevole!
La cosa che un po’ rincuora è non essere la sola. Ne ho parlato con altre mamme: ombelichi, lobi, capelli, nasi… sembrava di essere a lezione di anatomia col dottor House.
E voi, escludendo una mastectomia o un’incursione in un sexy shop, come risolvereste il problema? Anche i vostri bimbi hanno un oggetto di transizione?
Parliamone. Vi prego.

1 commento

I Puffi per iPhone e iPad

Si parla di: giochi per bambini

E’ un gradito ritorno quello che vedrà protagonisti i Puffi, quelli tutti blu alti due mele e poco più, sui grandi schermi a partire dal 16 settembre. Nati quasi per scherzo nel 1958, i Puffi sono i protagonisti di un mondo fantastico che ha saputo incantare più di una generazione, dal fumetto originale all’animazione in 3D.

Un rilancio pieno di effetti speciali per questi simil folletti che parlano un linguaggio tutto loro, già pregustato in America dove, a dir la verità, il film non ha goduto di un pieno successo. Ma la partita è ancora tutta da giocare da noi ;-)

Soprattutto, il ritorno dei Puffi al cinema ha significato un’esplosione di gadget, abbigliamento dedicato, oggettistica come non se ne vedeva dagli anni Ottanta (per chi c’era, ovviamente) e, d’altra parte, un nuovo mondo tutto da esplorare, quello dei nativi digitali appassionati ed esperti di apps e touch.

Ecco allora che, in attesa del film, potete ritrovare Grande Puffo, Puffetta, Gargamella, Birba e tutti gli altri direttamente sul vostro iPhone o sul vostro iPad. Smurfs’ Village è disponibile gratuitamente su iTunes ma prevede delle features aggiuntive da acquistare di volta in volta nel corso del gioco. Anche se è consigliato dai 4 anni, quindi, è bene fare attenzione ;-)

Smamma

Comments Off

Frankie Morello Toys

Frankie Morello toys

Rieccoci. Ricomincia la scuola, Ricomincia il lavoro, anzi quello è già cominciato da un po’, ma ritorna anche il consueto appuntamento del lunedì, con Shopping for baby. La moda Autunno/Inverno 2011 per bambini, vede in prima fila la collezione Frankie Morello Toys. La linea di Frankie Morello dedicata ai bambini. Si tratta dell’esordio nel mondo della moda infantile per il brand, che per questa prima uscita si è concentrato sul bambino dai 4 ai 14 anni. L’abbigliamento è stato assolutamente pensato e creato a misura di bambino e realizzato con estrema accuratezza da un apposito ufficio. La collezione ruota tutta attorno ad alcuni punti fermi del brand rappresentati dal gioco, dall’ironia e dal divertimento, proprio come converrebbe che fosse per tutte le collezione dedicate ai più piccoli. L’abbigliamento è pensato come un mezzo di comunicazione e su t-shirt e camicie capeggiano stampate sia all’interno che all’esterno, slogan e termini che richiamano temi ecologico-ambientalisti, mirando proprio a stimolare la coscienza dei bambini riguardo alla protezione della natura e degli animali. Dalla prossima stagione Primavera/Estate 2011 a questa primordiale collezione sarà affiancata anche quella da cerimonia: Little Dandy e sempre pensata per il maschietto. Il marchio Frankie Morello, da sempre più affine all’abbigliamento maschile ha comunque in serbo l’uscita anche di una collezione per femminucce, rivolta però in maniera specifica al target delle adolescenti, un segmento da sempre poco coperto dal mercato e che costituisce un punto di raccordo tra le collezioni junior ed adulta.

Qui potete vedere i video slogan di questa bella collezione.

Chi è che diceva che non c’è gusto nel vestire i maschietti?

Marlene

Comments Off

2

Settembre, Momcamp!

Si parla di: eventi

Settembre. Fine delle vacanze. Rientro in città. Accenni d’autunno. Back to school. Qualsiasi scusa è buona per tirarsi su. Quest’anno l’occasione ghiotta è offerta dal Momcamp, il barcamp dedicato a tutte le mamme.

L’appuntamento è a Milano, la data il 24 settembre, la location il Quanta Village. Come sempre, il momcamp è un laboratorio in progress, di cui potete seguire l’evoluzione sul sito web o sulla pagina Facebook. Quel che è certo è che sarà pieno di mamme: blogger, imprenditrici, eco, geek, fashionistas, grasse e magre tutte accomunate dal desiderio di incontrarsi, raccontarsi, conoscere altre donne che della maternità hanno fatto un’avventura e non un limite.

Un’altra certezza è che le iscrizioni sono aperte e che potete registrarvi qui. Il tema del momcamp, scelto nelle scorse settimane attraverso un sondaggio, è Il futuro delle mamme online e non solo: se volete dire la vostra e preparare un intervento, seguite le istruzioni e ricordatevi che deve durare al massimo dieci minuti.

E il resto della famiglia? Nessun problema. Il Momcamp del 24 settembre sarà una giornata per tutti. In programma, intrattenimenti e attività anche per bambini e papà. A voi scegliere se portarli o meno ;-)

Smamma

2 commenti

Il titolo originale è Go the f**k to sleep!, la prima edizione è di giugno 2011 e su Amazon.com non scompare dalla top 100 da un bel pezzo.

Si tratta di un libro di filastrocche – inizialmente – dedicate all’addormentamento dei bambini, ma rivisitato per far sorridere e sdrammatizzare gli adulti.

Il linguaggio è scurrile e volutamente volgare. Vero e soprattutto geniale!

Si acciambellano i gatti coi loro micini
Gli agnelli pisolano con gli agnellini.
Anche tu sei al calduccio, amore di mamma
Ma adesso, tesoro, fa’ ‘sta cazzo di nanna.

Questa la prima strofa.

Fa sorridere, ok.

Ma subito dopo ti lascia quella sensazione di dejà-vu che riesci a ignorare solo se hai come parente stretta Santa Maria Goretti.

Insomma, quante volte, o perché troppo stanche o perché in preda all’occhio a saracinesca, in camera da letto e con l’abat-jour come altro unico interlocutore – oltre al nano – avete esclamato “Dormi cazzo!”. Questo libro sdrammatizza quei momenti facendovi sentire (qualora ce ne fosse bisogno) delle persone psicologicamente stabili.

La versione italiana è uscita da pochissimo e potreste averlo tra le mani.

Raccontate nel gruppo “Fai ‘sta cazzo di nanna” di DonnaModerna.com una delle vostre notti peggiori, non trascurate i dettagli. Siate sincere e non censuratevi.

Ogni racconto riceverà il pdf Fai ‘sta cazzo di nanna’ di A. Mansbach e R.Cortés, mentre i migliori  tra tutti quelli ricevuti entro il 16 ottobre, saranno pubblicati.

Che fate ancora lì?

1 commento

Se anche voi come me vi sentite delle mamme ecologiche, ecco l’ultima novità: i vasi biodegradabili.

Negli ultimi anni stanno spopolando i vasi in resina o in plastica che hanno sostituito i più classici vasi in cotto, per la loro versatilità, leggerezza e per i colori trendy. L’unico neo è naturalmente il materiale, difficile da smaltire e non riciclabile. Ecco che la soluzione arriva da questa nuova line adi vasi che sarà presto on-line nello shop Pol&Cler.

Di che cosa sono fatti?

- Fibre del legno

-Lignina

-Resine di origine naturale

Tutte materie prime riciclabili e biodegrdabili; nonostante queste caratteristiche, i vasi sono comunque garantiti nel tempo e mantengono integre le loro caratteristiche per anni.
L’appuntamento è tra pochi giorni nel sito Pol&Cler

Chiara Consiglia

Comments Off