1

Calendario dell’Avvento da fare oggi!

Si parla di: fai da te

Vi piacciono i Calendari dell’Avvento?

Avete pochissimo tempo a disposizione ma vorreste realizzarne uno in casa con i vostri bambini proprio oggi?

Allora forza!

Recuperate velocemente:

- 24 mini calzini dei vostri piccoli, possibilmente intonati ai colori natalizi- o andate a comprarne 12 paia se non altro per non lasciarli a piedi nudi  :) !!!!!
- adesivi con i numeri che arrivino almeno fino al 24 (ricordo che in cartoleria fino a qualche tempo fa vendevano dei fogli con i numeri da comporre)
- sul testo in inglese dice anche di comprare dei piccoli adesivi tondi da posizionare sotto ai numeri. ( Non mi sembrano così fondamentali per cui se risulta impossibile trovarli lasciate stare, con un pò di fantasia potrete risolvere in tantissimi altri modi ;) !)
- un filo lungo e rosso in raso (ma anche di lana magari doppio, triplo, ecc)
- una confezione di mini mollette (sempre in cartoleria -ma secondo me le trovate anche nei grandi magazzini)
-un paio di puntine o di chiodini per fermare il filo al muro
-qualcosa da poter inserire all’interno delle calzette (se volete qualche idea leggete qui )

Ora datevi da fare per allestire il vostro Calendario dell’ Avvento proprio Last Minute :)

Se invece avete tempo anche domani fate un salto a vedere tutti questi!

E se avete avuto altre idee e vi va di mostrarle mandateci la foto a info@mercatinodeipiccoli.com !

Le raccoglieremo e le pubblicheremo!

1 commento

Frizzante, ricca, scoppiettante, divertente, innovativa.
Così i visitatori avevano definito lo scorso anno la prima edizione di CURIOSA, la mostra-mercato organizzata da ModenaFiere. Oltre 41.000 visitatori: un ottimo risultato in assoluto, ancora più eclatante  per una manifestazione appena nata.

E quest’anno CURIOSA ritorna con molte riconferme e significative novità per la gioia di chi già la conosce e per tutti quelli che la devono ancora scoprire. L’appuntamento è dal 3 all’8 dicembre sempre al quartiere fieristico di Viale Virgilio, per immergersi nella magica atmosfera delle sue tre sezioni: “Idee Regalo”, “Io Creo” e “Enogastronomia”. Un luogo ideale per trovare tutte le novità e le cose più sfiziose da regalare e da regalarsi per il prossimo Natale, dove il visitatore è anche e soprattutto protagonista di una manifestazione sempre più interattiva e coinvolgente.

E a CURIOSA saranno protagonisti anche i più piccoli, con un’area a loro dedicata.
Da non perdere l’appuntamento con Babbo Natale in carne, ossa e… barba a cui si potranno consegnare direttamente le letterine coi desiderata.

Grande novità di quest’anno,  i laboratori di Natale di Mastro Gufo: quelli pratici (“Mela & Riccio”, “Chef per Uccelli!” e “Il gufo naif”), quelli educativi (“Indovina il seme”, “Indovina la penna”) e quelli emozionali (“I canti degli Uccelli” e “Il laboratorio e le pozioni magiche della Strega Alice”), dove ornitologi, biologi e naturalisti specializzati insegneranno ai bambini il rispetto della natura e degli animali attraverso il gioco e il divertimento.

Consultate l’anteprima su http://www.curiosainfiera.it/download/mastro_gufo.pdf

Info complete, news, prezzi d’ingresso e orari della manifestazione su www.curiosainfiera.it

Chiara Consiglia

1 commento

Co-sleeping

Si parla di: educazione, sonno

Co-sleeping. Parliamone.

Letteralmente: condivisione del sonno.

Praticamente: cessione del proprio posto letto alla progenie in cambio di poche ore di sonno godute comodamente sul comodino. Accanto all’abat-jour.

Un quid pro quo. Come tutte le annose questioni che mettono in moto quei taciti accordi che sembrano essere convenienti quanto i due fustini del detersivo anonimo al posto del Dash. Apparentemente entrambe le parti hanno quello che vogliono, poi, nella pratica, c’è sempre un vinto e un vincitore. E, a volte, i ruoli si alternano.

Personalmente sono una sostenitrice del co-sleeping proprio per questo motivo. C’è un equilibrio perfetto tra la soddisfazione del bisogno di contatto del neonato e il sonno che riesci a scroccare con la coscienza silenziosa.

Nel mio caso, allattando al seno la seconda, la possibilità di dovermi alzare abbandonando il piumone a favore del “freddo e gelo” della camera buia, non era nemmeno contemplata, e quindi centrale del latte in modalità self-service tutta la notte!

Seriamente, penso che il co-sleeping – che per noi occidentali è un po’ una novità o comunque una stranezza, ma che per certi popoli orientali è normalità – sia una pratica che possa portare diversi benefici. Almeno, dalla mia esperienza di bis – mamma ho tratto queste conclusioni. Finora.

Tuttavia, rimane il fatto che, dopo averli abituati alla condivisione del sonno (e del letto), il distacco è più difficoltoso a livello pratico; ma, psicologicamente, come lo vive il bambino?

Come una fase di crescita o come un rifiuto?

Voi cosa ne pensate? Vi va di scambiarci le esperienze?

Comments Off

4

Mamme… sotto l’albero!

Si parla di: internet per mamme

Dal blog alla carta, dal web alla libreria, le mamme blogger sono delle antesignane in questo senso. Sarà perché i temi che propongono conquistano? ;-) Se le seguite e le apprezzate in Rete, quale regalo migliore da fare e da farvi in vista del prossimo Natale?

Il cucchiaino di Alice diventa un libro edito da Gallucci. Grafica accattivante e ricette golose per un connubio, quello tra Miralda Colombo e Cecilia Viganò che ha conquistato tante di noi online. Dal primo brodino alle torta di compleanno, una guida passo passo all’alimentazione del tuo bambino nei primi anni di vita, con suggerimenti utili e pagine da tagliare e prsonalizzare. Perché ogni bimbo possa crescere nel segno del suo, personalissimo, cucchiaino.

Da uno dei baby food blog più famosi d’Italia a una delle food blogger più note in Rete, Ilaria Mazzarotta che, invece, racconta l’avventura della sua gravidanza e della maternità. Due cuori e una culla, Kowalski, tra liste e consigli, è il racconto brioso e divertito dei nove mesi di una donna autoironica che si prepara ad essere mamma e dell’avventura che si intraprende quando il test di gravidanza non lascia dubbi e ci si deve confrontare con un co-protagonista di tutto rispetto il “Convivente”. E se una famiglia è in primo luogo una coppia affiatata, si troverà un accordo su tutto ;-)

La mia mamma sta con me, Il Leone Verde, è invece una guida  per conciliare famiglia e lavoro grazie a Internet che parte dall’esperienza personale di Claudia Porta. Raccontando passo passo il suo percorso ma anche le sue giornate, Claudia offre un utilissimo vademecum per valutare le possibilità effettive di lavorare in modo più flessibile ed eventualmente intraprendere una nuova strada più soddifacente. Dalle liste per obiettivi, ai tips per muoversi su Internet alle interviste a chi, in modo diverso, ha “cambiato vita” un libro perfetto per iniziare il nuovo anno con entusiasmo.

Sono quindici invece le autrici di Hai voluto la carrozzina?, Fabbri, manuale pratico per mamme contemporanee. Una vera e propria chiacchierata tra donne che non hanno niente da insegnare ma tanto da condividere, anche online. Un parto collettivo i cui diritti d’autore sono devoluti in beneficenza. Prefazione di Barbara Sgarzi.

Ho dimenticato qualcuna? Spero proprio di no… Nel caso, segnalatevi :-)

Smamma

4 commenti

Le aziende piemontesi valorizzano la risorsa femminile? Con quali risultati?

Il viaggio di “è-quality” nelle imprese alla ricerca di quei fattori per cui parità è qualità affronta l’interrogativo a partire dal rapporto 2008/2009 sulla situazione del personale delle aziende piemontesi con oltre 100 dipendenti.

Giunto alla seconda edizione il percorso, voluto dalle Consigliere di Parità regionali in collaborazione con l’Osservatorio regionale del Mercato del lavoro, intreccia le voci delle aziende e delle donne che in queste operano a livelli di responsabilità mettendo a fuoco le leve che contribuiscono alla “crescita” delle donne in azienda. I dati delle aziende e i risultati del progetto é-quality sono raccolti in una pubblicazione rivolta alle aziende piemontesi per avvicinarle attraverso esempi e buone pratiche ai vantaggi di scelte e soluzioni, raccontate dalle aziende stesse, che possono favorire il cambiamento organizzativo nelle aziende.

La pubblicazione “è-quality – viaggio nelle aziende dove parità è qualità” sarà presentata venerdì 18 novembre in un evento pubblico alla presenza di aziende, manager e istituzioni.

A conclusione dell’evento le Consigliere di Parità regionali avv.Alida Vitale e avv. Franca Turco assegneranno il riconoscimento “Azienda che investe sulle donne” a: Centro Diagnostico Cernaia S.p.A. – Delgrosso S.p.A. – Associazione Gruppo Abele Onlus – Mondoffice – Staples S.r.l. – Sipra S.p.A. – Sistemi Soluzioni Informatiche e Telematiche S.p.A. – System Evolution S.r.l.
Per le buone prassi avviate in azienda sarà assegnato un riconoscimento anche alle aziende:
Ferrero S.p.A. – Gruppo Reale Mutua – Iren Energia S.p.A.

E’ richiesta l’iscrizione su modulo da inviare a:
Ufficio della Consigliera Regionale di Parità
e-mail: segreteriaCP@regione.piemonte.it
Tel. 011/ 432 4047 – 3821 •  Fax 011/ 432 3151

Programma

9.00   Accoglienza
9.30 Saluti istituzionali
9.45   Introduzione al progetto e presentazione della pubblicazione “é-quality”
10.00 I rapporti biennali sulla situazione del personale
10.10 Progetti e fonti di finanziamento per la conciliazione
10.20 Donne al Vertice. I diversi percorsi
10.40 Aziende a confronto.  Le aziende si presentano e si raccontano
12.30  Consegna  riconoscimento “Azienda che investe sulle donne”
12.50 Conclusioni

Sono invitate le Consigliere di Parità Provinciali e le partecipanti al focus group sul management al femminile.

Maria Cimarelli

Working Mothers Italy

Comments Off

Quando andate a Genova? Perché ci andate presto vero? Beh, se siete mamme, quando ci andate, non potrete fare a meno di fare tappa all’Acquario di Genova. Se siete mamme, forse a Genova ci andate proprio per quello :-)

Da pochi giorni è disponibile l’applicazione ufficiale per iPhone, iPod e iPad che renderà la vostra visita all’Acquario “speciale”. Una vera e propria guida audio e video non solo alla struttura ma a tutto il mondo marino. Oltre ad informazioni per organizzare la visita, con orari e prezzi, infatti, vi permetterà di conoscere tutti i segreti delle diverse specie ospitate nelle vasche e di approfondirne la conoscenza grazie a foto e video.

Semplice da consultare e immediata, l’applicazione è suddivisa in quattro sezioni: info, gallery, audio ed extra.

Nella sezione audio sarete guidati da una voce nel corso della vostra visita che vi racconterà tutte le curiosità sulle specie che incontrerete nel percorso. Inoltre, potrete ascoltare i suoni del mare e quelli degli animali presenti.

Con gli Extra, potrete invece trovare informazioni sulle altre strutture gestite da Costa Edutainment a Genova, come il museo Galata, la “palla” Biosfera, la Città dei bambini e dei ragazzi, e nel resto d’Italia.

L’applicazione costa 2,99 euro ed è disponibile qui. Potete iniziare a usarla adesso così programmate meglio la visita, no? :-)

Smamma

Comments Off

Quante scatole e rotoli si usano in una famiglia? Tantissimi!
Le nostre case sono piene di scatole da scarpe, scatole di cereali, scatole di pasta, scatole di fazzoletti, rotoli di cartaigienica e rotoli di scottex. E che fine fanno quando non si utilizzano più? Vengono buttati (mi auguro nella differenziata).
Ma ho trovato un’azienda che ha avuto un’idea geniale che permette di trasformare tutti questi oggetti di scarto, in scatole divertenti, contenitori utili e giocattoli per i bambini. E lo ha fatto in modo originale, semplice ma soprattutto ecologico.
La Box Play, questo il nome dell’azienda in questione,  ha realizzato degli adesivi di vari formati, in carta al 100% riciclata, che si possono adattare ad ogni tipo di scatola per trasformarla in tantissime cose.
Degli esempi? Le scatole del latte possono diventare dei simpatici animali. Le scatole delle uova (quelle da 12) possono essere rivestite ed essere riutilizzate ad esempio per contenere penneli, matite o pennarelli. Con due rotoli di cartaigienica uniti possiamo fare un cannocchiale. Con i rotoli di scottex costruire tutti i birilli del bowling e poi divertirci a buttarli giù con una pallina. E scatole di cereali e da scarpe possono diventare quello che vogliamo: giocattoli, contenitori… Ma a parole è un po’ difficile spiegare.
Si fa prima a vedere la gallery di foto, che parlano molto di più ;) E allora andate su questo sito e divertitevi a scatenare la vostra fantasia e a reinventare e riciclare tutte le scatole che avete in casa. Divertimento, risparmio e rispetto dell’ambiente sono assicurati ;) Il Mercatino dei Piccoli

1 commento

Le mamme che lavorano su CLASS TV!

Si parla di: mamme e lavoro

Vi invitiamo a seguire Working Mothers Italy martedì 15 Novembre dalle ore 10 alle 11 nel talk show “Primo Tempo” condotto da Christian Toscano sul canale CLASS TV CNBC.

Maria Cimarelli e l’On. Alessia Mosca saranno ospiti della trasmissione per parlare dei temi cari alle mamme e il lavoro.

Potrete seguirci sul canale 27 del digitale terrestre oppure in diretta on-line sul link:  http://webtv.cubovision.it/canalitv/classtvmsnbc/

Vi aspettiamo!

Working Mothers Italy

Comments Off

Anche questa settimana vorrei darvi qualche idea regalo per Natale, stavolta riservata ai maschietti. Si tratta della linea di costruzioni Toolbox; i Toolbox sono una linea di costruzioni dedicata ai bambini dai 3 ai 6 anni, giochi ideali per familiarizzare con la meccanica e per sviluppare coordinazione motoria e capacità manipolativa.

Le costruzioni Toolbox vanno montate con i tipici attrezzi fai date che usano anche i “grandi” e questo farà sentire i nostri bambini dei piccoli ometti.

Tecno ToolBox

In una pratica valigetta con manico sono contenuti il cacciavite a taglio, il cacciavite a stella, la chiave inglese, la chiave a brugola e poi ancora viti, bulloni e rondelle da avvitare alla tavoletta filettata, insieme con le forme, per creare infinite composizioni sia piatte che tridimensionali.


Sono presenti inoltre 4 ruote e assali, un volante ed il suo giunto per costruire grazie a Tecno Toolbox un’auto fantascientifica e assolutamente high-tech!

Prezzo: 24.90 euro

Link: www.quercettistore.com/prodotti/tecno-toolbox-0

Geoville Toolbox

Geoville Toolbox”, un prodotto con il quale è possibile costruire le casette di un incantevole villaggio dove ogni casa ha il suo giardino alberato delimitato da graziose staccionate. Tutti i pezzi, realizzati in morbida plastica infrangibile, si infilano facilmente nei solchi della tavoletta di base e il bambino potrà combinarli in mille modi diversi, seguendo la propria fantasia, creatività ed immaginazione.

Geoville è una costruzione facile, un primo approccio con il mondo delle costruzioni, ideale quindi per i maschietti dai 3 anni in poi.

La valigetta, con un manico pratico che la rende trasportabile ovunque, contiene 12 piastre di base, 12 moduli parete, 6 moduli finestra, 6 moduli scalinata, 6 moduli porta, 6 moduli vetrata, 6 staccionate, 6 alberi, 4 tetti, 15 personaggi, 1 piastra di base e gli attrezzi per “montare” il gioco.

Prezzo: 10.90

Link:www.quercettistore.com/prodotti/geoville-0

ChiaraConsiglia

Comments Off

2

Claudia: mamma burlesque.

Si parla di: educazione, mamme vip

Claudia 32 anni, mamma di un bimbo di 9 anni, moglie e performer burlesque. Attualmente anche concorrente del Grande Fratello 2012.

Ed è polemica.

La rete e i giornali hanno sentenziato: avendo un marito e un figlio, secondo molti, non solo non avrebbe dovuto partecipare al programma ma neanche fare di quell’arte della seduzione un mestiere. Tutti a lanciare giudizi come fossero freccette. Potrebbe seriamente diventare uno sport olimpico. Credo.

Sempre più per la serie: “sei maschilista e credi nella filosofia della donna oggetto? Ti stiamo cercando!”

Ci ho riflettuto molto e, in effetti, questo atteggiamento maschilista e profondamente bigotto mi disturba molto. Insomma non stiamo parlando di prostituzione ma di arte. Arte sexy, ok. Ma sempre arte. Cosa ha di diverso Claudia dalle ballerine che, (s)vestite ballano in tv. Alcune di loro anche mamme?

E qui, s’è accesa la lampadina. Ancora preconcetti e pregiudizi sulla maternità. E forse è proprio questo? A molti da fastidio che la maternità possa essere anche sexy?

Le hanno appiccicato l’etichetta. Come Demi Moore ne “La lettera Scarlatta”: mamma burlesque. Ormai è così che la chiamano tutti. E sono convinta che anche qualora lei dovesse dimostrare di avere altre doti oltre a quella dello sculettamento acrobatico a ritmo di musica, nessuno gliene renderebbe merito. Lei oramai è Mamma Burlesque per tutti gli spettatori diretti e indiretti del GF2012. Punto. Non c’è altro da sapere no?

Quello, però, che mi lascia perplessa e mi fa riconsiderare tutti quelli che, di primo acchito, sembrano giudizi e condanne gratuite  è: come vive questa situazione un bambino di nove anni? Probabilmente, fino ad ora, per lui sarà stata “normalità”. Adesso, magari, la situazione è diversa e lontana dal pettegolezzo di paese. Per questo, come farà un bambino così piccolo e che attraversa a nuoto la preadolescenza, a sostenere questa situazione? È giusto che tutti quelli che – nei loro articoli – dichiarano di preoccuparsi di questo bambino e del suo futuro, non facciano altro (forse me compresa?) che immergerlo sempre più in questo impeachment?

Non ho ancora trovato una risposta degna di questo nome.

Bismama

2 commenti

Vogliamo parlare di ordine? Vogliamo parlare di quante volte ogni santo giorno, le mamme ripetono ai figli di riordinare i giochi, di non buttare i vestiti per terra, di non lasciare tutto sparso in giro per casa? E di quante volte le mamme, dopo essersi arrabbiate e aver insistito, prese dallo sconforto, finiscono per rimettere loro a posto la cameretta? Tranne qualche fortunatissimo caso isolato di bambino ordinato, credo che questa sia una “condizione” abbastanza comune a tutte le mamme, me compresa ;)
Ecco allora un’idea semplice che potrebbe aiutare noi genitori a convincere i nostri figli a tenere i giochi in ordine.
E quale miglior modo per insegnare qualcosa, se non utilizzando il gioco?
Partiamo da questi cesti che ho trovato in rete e poi passiamo alla fase gioco.
Questi cesti, utilizzabili appunto sia per riporre i giochi nella cameretta, sia come cesti della biancheria da tenere in bagno, sono innanzitutto ecologici perchè realizzati in cotone al 100%. Ma soprattutto, sono simpaticissimi, grazie alle raffigurazioni di simpatici animali come l’elefante, la volpe, l’ippopotamo, il fugo o la zebra e quindi, a parer mio, anche begli oggetti d’arredo :)
Ecco, una volta acquistati i cesti, possiamo inventarci storie di ogni tipo che invoglino il bambino a riordinare divertendosi.
Qualche esempio che mi viene in mente:
“La mucca non riesce più a fare illatte per la tua colazione. Dobbiamo darle da mangiare. Riempiamole la pancia con i tuoi giocattoli”
“L’elefante oggi crede di essere un’aspirapolvere. Ma è matto? vuole aspirare tutti i tuoi vestiti con la sua lunga proboscide”
“La volpe vuole nascondere tutti i tuoi giochi altrimenti gli altri animali glieli rubano. Aiutami a metterli nella sua tana”

Insomma, di storie ne possiamo inventare mille, anzi se usate anche voi qualche trucchetto per il riordino, scrivetecelo qui e condividete con altre mamme….tutto può essere d’aiuto :)

Quasi dimenticavo, i ceti li trovate su questo sito e costano 38$

Comments Off

Avete iniziato a pensare a che cosa regalare ai vostri bambini?
In commercio ci sono così tanti giochi è la scelta è sempre più complicata. La mia proposta di oggi riguarda giochi educativi di Creativamente….scopriamoli insieme!

Giro Giro mondo

“Giro Giro Mondo”, un prodotto dedicato alla geografia e alla conoscenza delle diverse culture del mondo e consigliato per tutta la famiglia, bambini, genitori e nonni, come conferma il bollino sulla scatola che indica una fascia d’età dagli 8 fino ai 99 anni. Giro Giro Mondo è il gioco ideale per ampliare le competenze geografiche mettendo in relazione le caratteristiche fisiche e demografiche di 90 stati del mondo, scoprendo informazioni su ricette, lingua, curiosità relative a nuove popolazioni.Sarà bello trascorrere il Natale in famiglia visitando nel frattempo il mondo! Potete leggere la recensione completa in un mio post pubblicato in Mommy Pride.

Il Prato dei Conigli

Con questo nuovo prodotto, “CreativaMente fa il doppio gioco”. E perché? Perché in un’unica scatola sono disponibili, per la gioia di grandi e piccini, due diversi giochi “Conta che ti passa” e “Tutti insiemi appassionataMente”, che sono identici nelle regole, nel contenuto e nell’idea di base, ma nella realtà sono completamente diversi, in quanto utilizzano due differenti mazzi di carte, quello giallo per i bambini dai 5 anni in poi e quello rosso per i più grandicelli, dagli 8 anni in su. Due giochi simpatici e assolutamente coinvolgenti, prodotti di alto divertimento non solo per i piccoli ma anche per ragazzi e adulti, che potranno rituffarsi nel mondo de

Il Gran Carnevale

Il “Gran Carnevale”, il gioco di società e il libroideali per tutta la famiglia con i quali divertirsi a scoprire 4 incredibili e fantastici mondi! Il Gran Carnevale è prima di tutto un libro illustrato, il primo libro di CreativaMente in qualità di casa editrice, che narra una bellissima favola scritta da Roberto Piumini ed arricchita da magnifiche illustrazioni di Hubert Garnich. La favola nasce dall’idea di una coloratissima festa di Carnevale che inizia a Rio ma che si trasferisce via via in altri 4 mondi: nel Mare, sulla Terra, su Marte e anche in Paradiso! Il gioco, ispirato e tratto da questa fantastica fiaba, ha sempre i medesimi protagonisti con la stessa voglia di festeggiare e partecipare al Carnevale ed è stato riprodotto attraverso un tabellone suddiviso nei 4 Mondi dove ciascun giocatore proviene da uno di questi Mondi e deve fare amicizia con gli abitanti degli altri 3 Mondi per organizzare con loro una Grande Festa di Carnevale. Il vincitore sarà colui che per primo avrà conquistato un Personaggio di ciascun Mondo e quattro Maschere da far indossare a ciascun personaggio.

Chiara Consiglia

Comments Off