Nei punti vendita T.riciclo è possibile vivere un’esperienza di consumo unica, innovativa e coinvolgente grazie ad una formula vincente di compra-vendita total “green” che il brand sostiene nei suoi nove punti vendita sparsi sul territorio italiano.

Da oltre due anni T.riciclo, la catena di negozi in franchising per la compravendita di abbigliamento e accessori “second hand” per bambini e ragazzi dai 0 ai 14 anni dei migliori brand presenti sul mercato, sostiene e persegue con professionalità e rispetto per l’ambiente, una filosofia completamenteinnovativa e distintiva di fare shopping.
In un periodo di forte crisi economica e di contrazione dei consumi dei cittadini, T.riciclo ha progettato e messo in atto un’idea vincente e utile per l’intera collettività per continuare a dare un senso e valore a capi nuovi e prodotti di altissima qualità ma non più utilizzati dai bambini.
E’ l’idea del “second hand” di qualità, un fenomeno nuovo in Italia che vuole distinguersi dai classici mercatini dell’usato per diventare la risposta concreta per le famiglie italiane che desiderano il meglio in fatto di qualità per i propri figli.
E’ una favola nata nel 2010 a Treviso ed esportata da poco più di un anno in altre aree italiane, che rivoluziona il concetto tradizionale di shopping e promuove una nuova filosofia improntata sul risparmio, sulla qualità e sul rispetto per l’ambiente.
Non solo capi “riciclati”, ma anche tantissime proposte di abiti direttamente dal mondo T.riciclo, realizzati con cotoni biologici e di ottima qualità. In Italia T.riciclo rappresenta una vera e propria novità assoluta, al passo coi tempi incentrata su una formula vincente caratterizzata principalmente dall’operazione di conto vendita che permette alle famiglie italiane di affidarsi al brand attraverso un rapporto di co-operazione reciproco basato su un vero e proprio processo di scambio. La mamma ha infatti la possibilità di portare in conto vendita al negozio T.riciclo i capi non più utilizzati dai propri figli e, dopo un controllo accurato di
ciascun articolo, se ritenuti idonei in base ai rigidi standard T.riciclo, verranno posti in vendita. All’atto della vendita, la mamma percepirà il 45% del prezzo stabilito precedentemente.
Al tempo stesso la mamma ha la possibilità di diventare anche cliente, oltre che fornitore, acquistando i capi e le attrezzature presenti all’interno del negozio portate precedentemente da altre mamme che come lei hanno sposato pienamente la favola
del riciclo.
Una filosofia “green” a 360° non solo per il principio su cui si basa il lavoro e la professionalità di T.riciclo, ma nella sua totalità. Dall’arredamento all’illuminazione a basso consumo, ai sacchetti realizzati in carta riciclata e persino al profumo d’ambiente T.riciclo, dalle note speziate al sapore di pasta frolla, in grado di avvolgere il cliente non appena fa il suo ingresso in uno dei punti vendita T.riciclo.
Un rispetto per l’eco sostenibilità e per l’ambiente che ha reso questo brand distinguibile e unico nel mondo del “second hand”.
I riscontri di questa formula vincente sono rappresentati dallo straordinario sviluppo ottenuto dal brand nell’ultimo anno. Grazie a questo processo di scambio, nell’ultimo anno di attività le famiglie italiane entrate come fornitori in contatto con la favola  del riciclo, hanno visto un ritorno economico di oltre mezzo milione di Euro. Un traguardo importante e rappresentativo della forza di questa nuova realtà italiana che testimonia la valenza distintiva di questo nuovo approccio di fare shopping, destinato ad espandersi sempre più velocemente non solo sul territorio italiano ma anche all’estero grazie ad un interesse crescente da parte di imprenditori che hanno individuato in T.riciclo la risposta concreta alle attuali esigenze delle famiglie.

www.triciclo.biz

Chiara Consiglia

Comments Off

Siamo agli sgoccioli, le scuola stanno per chiudere e sta per iniziare il periodo tanto bello quanto stressante delle vacanze.Si perchè, diciamocelo, per i genitori che hanno dei bambini piccoli, la vacanza non è poi questo grande momento di relax :-/Fai i bagagli, organizza, parti, vesti, spoglia, metti la crema, fai la doccia, cucina, apparecchia, sparecchia, lava, pulisci…e in spiaggia mille occhi!Insomma di cose da fare ce ne sono tante, in particolare volevo evidenziare due “problemi”, con relativa soluzione per alleviarli.

1- L’ansia di perdere i bambini nelle spiagge affollate, negli aeroporti, alla stazione, durante una fiera, un festa di paese, in un supermercato o in un grande centro commerciale. Ricordo in alcune occasioni di vare messo nelle tasche dei miei figli, quando erano molto piccoli, dei biglietti sui quali avevo scritto i miei dati anagrafici e i mie recapiti. Lo stesso tipo di ansia devono averla avuta anche altri due genitori che però si sono adoperati per trovare una soluzione. E cosi hanno creato un braccialetto antismarrimento, colorato, impermeabile e sicuro (perchè solo un adulto può agganciarlo e sganciarlo) dove inserire il numero di telefono di mamma o papà! In questo periodo, ma solo per pochi giorni, lo trovate in offerta qui!

2- La pipì a letto. Si perchè l’estate è sempre il momento ideale per provare a togliere il pannolino ai bambini di due o tre anni. Periodo in cui, ovviamente, non sempre il bambino si ricorda di avvertire o di andare sul vasino…e la mamma si ritrova a lavare mille vestiti al giorno. La notte poi non ne parliamo, quando si macchiano lenzuola e materassi, sono dolori. Anche per questo “problema”, o quantomeno per salvare almeno il materasso, ci sono dei prodotti che ho provato personalmente, utili, di ottima qualità e realizzati con materiali impermeabili ma anche traspiranti e con una particolare attenzione alla pelle del bambino e alle allergie. Si tratta di traverse e coprimaterassi per culle e lettini che potete trovare in offerta solo per pochi giorni, qui

3- E vi segnalo anche un simpatico zainetto, Zoopack, disponibile in 10 diversi animali, comodissimo per quando si passa fuori la giornata, che sia al mare, in città o in montagna grazie alla sua capienza che permette di portare giochi, o cambi, alla sua tasca isotermica per portare la merenda e alla sua retina esterna per le bibite. Anche gli zainetti Zoopack, sono acquistabili in offerta qui

Pronti a mettere tutto in valigia? :D

www.mercatinodeipiccoli.com

Comments Off

Con il mio piccolino è arrivato ormai il momento dello spannolinamento e guradando tra svariate proposte di vasini e riduttori, ho notato questa straordinaria novità presente enllo shop Ekobebè.

Si tratta di un vasino biodegradabile, ovvero realizzato in ecoplastica compostabile.  E’ dotato di schienale e pannello frontale pr evitare gli inevitabili schizzi.
Quando avete terminato di utilizzarlo lo potete sotterrarlo in giardino……si smaltirà in 3-4 anni, incredibile vero?
La plastica con la quale è realizzato, deriva dalle fibre naturali delle piante di bambù e riso.

Beco Potty è l’unico vasino eco friendly, dipsonibile nelle versioni:

-  Bianca
- Azzurra
- Rosa

Prezzo: 10.50 euro

Ekobebè

ChiaraConsiglia

Comments Off

Il design nordico è sinonimo di semplicità, colore, eleganza, ecologia…..tutte caratteristiche che lo rendono unico e inimitabile.  Difficile trovarlo in italia ma soprattutto trovarlo di qualità.
Ho scoperto lo  shop La cameretta di Pippi, che vi vorrei consigliare, se anche voi come me amate questo stile!!!!!
L’idea è di Annerieke Verschoor, mamma di due spledidi bambini, che stanca di ricercare giochi e  accessori di qualità, ha pensato di aprire uno shop con prodotti per bambini che avessero le caratteristiche che lei desiderava tanto trovare nei giochi italiani. Lo shop, che raccoglie i migliori marchi nord europei, è una vera miniera di idee regalo, accessori, giochi sicuri e rispettosi di vostro figlio e dell’ambiente.

Che cosa potete trovare nella Cameretta di Pippi:

- Biancheria per la culla
- Biancheria per il lettino
- Biancheria per il letto
- Sacco nanna
- Accessori per la cameretta
- Mobili
- Tutto per la pappa
- Tutto per il bagnetto
- Giocattoli
- Idee regalo

Inoltre è possibile stilare la propria Lista nascita, in modo sicuro, comodo e veloce…..un’ottima idea per non avere sorprese!!!!!

Che cosa ho provato…..

Ho avuto il piacere di provare un prodotto in vendita nella Cameretta di Pippi, si tratta di un pouf patchwork della Rice…..fantastico! Il mio bimbo lo usa per dormire, per fare le capriole, per guardare la Tv, per farlo rotolare, per lanciarlo……

Ora non vi resta che entrare nella magica Cameretta di Pippi!!!!

Comments Off

Carissime amiche mamme, quante di voi hanno armadi pieni di scatoloni con abiti dei vostri bambini diventati grandi ma ancora in perfette condizioni? La maggioranza…ne sono certa!
Ecco allora la proposta dell’Armadio Verde, il primo network di swap boutique per abbigliamento 0-10 anni.

L’Armadio Verde è un posto molto accogliente nell’intimità di un interno cortile, un luogo dove le mamme vengono a scambiare i vestiti per i loro bambini, un modo responsabile e antispreco per fare spazio negli armadi di casa e ridare vita a capi ancora in ottimo stato che i propri bimbi non indossano più portando a casa vestitini della taglia giusta.

La Swapping Card è gratuta e oltre a permetterti di scambiare ti da accesso ai benefici offerti dai nostri partner selezionati, agli eventi che organizziamo per te e per i tuoi bambini ogni mese!

Alla sottoscrizione della swapping card, la prima volta che consegnerai un vestitino, oltre alle stelline , ti sarà caricato sulla tua card un credito di 5 euro. Potrai spendere questo credito portando a casa altri vestiti senza pagare alcuna commissione.

Per tutto il mese di gennaio, se porti 10 capi primavera - estate, oltre alle stelline che ti spettano, ti saranno caricate sulla tua Swapping Card un credito pari a 50 euro (cioè 10 stelline speciali) spendibili a L’Armadio Verde quando vorrete, sia sui capi invernali che estivi.

Per capire meglio come funziona lo swapping e per qualsiasi informazione o curiosità, visita il  sito www.armadioverde.it e la pagina facebook.

L’Armadio Verde – via Ausonio, 6 Milano – MM Sant’Ambrogio – Tel. 02 78621803

Comments Off

Eccoci di nuovo a parlare di ricicle, di design, di innovazione, di rispetto per l’ambiente e di utilità.
Ebbene si, tutte queste caratteristiche accomunano questi splendidi oggetti realizzati in Argentina, a Buenos Aires.
L’idea viene a due designer, Antonella DadaBruno Sala Conill, che nel loro studio Pomada, decidono di mettere da parte tubi di cartone e rimasugli di carta, di riciclarli, lavorarli e assemblarli per dare vita a oggetti di ogni tipo.
Con tubi e carta sono riusciti a creare, sedie, poltrone, puff, tavolini, sgabelli e oggetti d’arredo…sia per grandi che per piccini.
Io li trovo bellissimi e, all’apparenza sembrano anche essere comodi. voi che ne pensate?

Certo, c’è anche una nota dolente….il design, l’idea e la lavorazione, si pagano…e questi oggetti, se pur di cartone, non li troverete a meno di 300€.
Ma se siete disposti a spenderli per dare un tocco orginiale alla vostra casa e contribuire alla salvaguardia dell’ambiente, potete acquistarli qui e qui.

Mercatino dei Piccoli

Comments Off

Avete iniziato a pensare ai regali per Natale? Guardate che carina questa giraffina, realizzata in gomma naturale al 100%, proveniente dalla linfa dell’albero della gomma. Adatta ai bambini dai 3 mesi in sù, stimola tutti i cinque sensi del bambino.

Le macchioline della giraffa, stimolano la vista e diventano la caratteristica di riconoscimento principale dell’oggetto.

Premendo la giraffa, viene emesso il tipico suono dei giocattoli di gomma, che stimola l’udito del bambino.

L’olfatto è stimolato dal tipico odore di gomma dell’albero di Havea.

Il bambino proverà piacere nel toccare la Giraffina, in quanto è morbida e liscia come la pelle della sua mamma.

La giraffina puù tranquillamente essere masticata dal bambino, grazie ai suoi componenti completamente naturali; le sue numerose parti da masticare (orecchie, corna, zampe), aiutano ad alleviare il fastidio gengivale dei bimbi durante la fase della dentizione.

Prezzo: 18 euro

Link dove acquistare il giocattolo: www.ekobebe.it

ChiaraConsiglia

Comments Off

Quante scatole e rotoli si usano in una famiglia? Tantissimi!
Le nostre case sono piene di scatole da scarpe, scatole di cereali, scatole di pasta, scatole di fazzoletti, rotoli di cartaigienica e rotoli di scottex. E che fine fanno quando non si utilizzano più? Vengono buttati (mi auguro nella differenziata).
Ma ho trovato un’azienda che ha avuto un’idea geniale che permette di trasformare tutti questi oggetti di scarto, in scatole divertenti, contenitori utili e giocattoli per i bambini. E lo ha fatto in modo originale, semplice ma soprattutto ecologico.
La Box Play, questo il nome dell’azienda in questione,  ha realizzato degli adesivi di vari formati, in carta al 100% riciclata, che si possono adattare ad ogni tipo di scatola per trasformarla in tantissime cose.
Degli esempi? Le scatole del latte possono diventare dei simpatici animali. Le scatole delle uova (quelle da 12) possono essere rivestite ed essere riutilizzate ad esempio per contenere penneli, matite o pennarelli. Con due rotoli di cartaigienica uniti possiamo fare un cannocchiale. Con i rotoli di scottex costruire tutti i birilli del bowling e poi divertirci a buttarli giù con una pallina. E scatole di cereali e da scarpe possono diventare quello che vogliamo: giocattoli, contenitori… Ma a parole è un po’ difficile spiegare.
Si fa prima a vedere la gallery di foto, che parlano molto di più ;) E allora andate su questo sito e divertitevi a scatenare la vostra fantasia e a reinventare e riciclare tutte le scatole che avete in casa. Divertimento, risparmio e rispetto dell’ambiente sono assicurati ;) Il Mercatino dei Piccoli

1 commento

Vogliamo parlare di ordine? Vogliamo parlare di quante volte ogni santo giorno, le mamme ripetono ai figli di riordinare i giochi, di non buttare i vestiti per terra, di non lasciare tutto sparso in giro per casa? E di quante volte le mamme, dopo essersi arrabbiate e aver insistito, prese dallo sconforto, finiscono per rimettere loro a posto la cameretta? Tranne qualche fortunatissimo caso isolato di bambino ordinato, credo che questa sia una “condizione” abbastanza comune a tutte le mamme, me compresa ;)
Ecco allora un’idea semplice che potrebbe aiutare noi genitori a convincere i nostri figli a tenere i giochi in ordine.
E quale miglior modo per insegnare qualcosa, se non utilizzando il gioco?
Partiamo da questi cesti che ho trovato in rete e poi passiamo alla fase gioco.
Questi cesti, utilizzabili appunto sia per riporre i giochi nella cameretta, sia come cesti della biancheria da tenere in bagno, sono innanzitutto ecologici perchè realizzati in cotone al 100%. Ma soprattutto, sono simpaticissimi, grazie alle raffigurazioni di simpatici animali come l’elefante, la volpe, l’ippopotamo, il fugo o la zebra e quindi, a parer mio, anche begli oggetti d’arredo :)
Ecco, una volta acquistati i cesti, possiamo inventarci storie di ogni tipo che invoglino il bambino a riordinare divertendosi.
Qualche esempio che mi viene in mente:
“La mucca non riesce più a fare illatte per la tua colazione. Dobbiamo darle da mangiare. Riempiamole la pancia con i tuoi giocattoli”
“L’elefante oggi crede di essere un’aspirapolvere. Ma è matto? vuole aspirare tutti i tuoi vestiti con la sua lunga proboscide”
“La volpe vuole nascondere tutti i tuoi giochi altrimenti gli altri animali glieli rubano. Aiutami a metterli nella sua tana”

Insomma, di storie ne possiamo inventare mille, anzi se usate anche voi qualche trucchetto per il riordino, scrivetecelo qui e condividete con altre mamme….tutto può essere d’aiuto :)

Quasi dimenticavo, i ceti li trovate su questo sito e costano 38$

Comments Off

C’avete presente tutti quelli scatoloni di vestitini taglia zero che avete stipato in cantina. Il passeggino della peste ormai in prima elementare, il sediolone o il girello abbandonato anche dal secondo arrivato, che se ne va bellamente a spasso sulle sue gambette e mangia da solo a tavola con voi? ecco proprio tutto ciò che pende appeso sui muri del vostro garage o è stipato su soppalchi e mansarde in memoria dei bei tempi che furono tra pappe e pannolini, quanto tempo pensate di conservare ancora tutto a prendere polvere e a rubarvi spazio?

Se non avete intenzione di allargare ancora la famiglia o amici e paranti a cui sbolognare tutto ciò che un tempo ci sembrava indispensabile ed ora è solo ingombrante, potete pensare di rivolgervi a T.Riciclo.

t.riciclo

T.Riciclo è  “IL NEGOZIO dedicato al riutilizzo di abbigliamento e attrezzature per bambini. L’idea imprenditoriale prende forma da una parte dalla necessità di far fronte alle continue necessità di figli in crescita e del limitato utilizzo dei loro indumenti e oggetti e dall’altra di concretizzare una filosofia di ecologia sociale attraverso una cultura di riutilizzo.”

Ma la novità dov’è rispetto a tutti gli altri negozi dell’usato che ci sono in città? La novità è che nei negozi T.Riciclo tutto è studiato in chiave verde, luci sono a risparmio energetico, l’arredamento naturale, la carta e le shopping bag, rigorosamente riciclate.

I prodotti trattati da questo franchising, per ora presente solo nel nord Italia (Treviso, Padova, Torino, Milano) sono tutti pezzi unici, rigorosamente controllati e selezionati alla fonte, nel rispetto di un rigido regolamento e costantemente rinnovati di stagione in stagione. Ciò che a fine stagione resta invenduto, infatti, viene devoluto in beneficenza, previo accordi con i fornitori, permettendo così un offerta al pubblico sempre moderna, al passo con le norme in materia di sicurezza e alla moda.

L’abbigliamento che si può trovare presso questo negozi sarà si di seconda mano, ma mai più vecchio di una stagione è in perfette condizioni, da sembrare addirittura nuovo di confezione. I marchi maggiormente trattati sono tra i più noti dell’abbigliamento bimbi e tra gli altri si può trovare anche: Gufo, Nicoletta Fanna, Monclear, Gap Kids, Chunga, Dolce Gabbana, Polo Ralph Lauren, Chicco, Timberland, Sisley, Cacao, Simonetta, Burberry, Pinco Pallino, Jeckerson, Bikkemberg, Woolrich, Belstaff. Per quanto riguarda il comparto sanitaria i marchi trattati comprendono: Chicco, Bebè Confort, Aprica. Mentre per le Attrezzature infanzia: Bebè Confort, Inglesina, Stokke, Aprica, BabyBjorn, Peg Perego, Chicco.

Insomma sia che vogliate fare degli acquisti, con un particolare occhio di riguardo allo spreco o che vogliate liberarvi di tutto ciò che ancora nuovo vi riempie angoli e spazi di casa, inutilmente. I negozi T-Riciclo sono proprio quello che fa per voi.

Marlene

Comments Off

Vi ho già raccontato di come al MomCamp di quest’anno ci sia stata l’occasione di scoprire tanti nuovi progetti online nati da idee o bisogni delle mamme. Non solo blog, quindi: sono rimasta davvero colpita dalla quantità di servizi presentati, servizi che configurano il web sempre più come un vero e proprio strumento di aiuto alle mamme e, più in generale, ai genitori.

Così ho pensato di raccontarveli a uno a uno. Si comincia con Reoose, il primo eco-store del riutilizzo e del baratto asincrono, dove gli oggetti non si vendono e comprano ma si scambiano per iniziare una seconda, terza, vita.

Come ha raccontato Irina, ideatrice del progetto e mamma di due bambini, “in Italia ben 1,6 miliardi di euro ogni anno vengono spesi in acquisti inutili, che finiscono in cantina o peggio in discarica. Non lo facciamo consapevolmente, me ne sono accorta io stessa qualche tempo fa. Luca ed io avevamo comprato un materasso, ci siamo accorti poi che non faceva al caso nostro e così abbiamo iniziato a chiedere agli amici e poi agli amici degli amici se a loro serviva. Niente. Dopo 3 mesi ci siamo visti costretti a chiamare l’AMSA per farlo portare via”.

Così è nato Reoose, luogo virtuale dove garantire una seconda vita a oggetti che non si usano più e dove le cose valgono per quello che sono. Una borsa è una borsa, non importa se firmata o no.

Come spiega Irina: “Le cose che non usi più possono servire a qualcun’altro. Se hai delle cose che non usi, gli scatti una foto, fai un account gratuito su Reoose e pubblichi l’annuncio con i particolari dell’oggetto. Se qualcuno è interessato ti contatterà e dallo scambio otterrai dei crediti che a tua volta potrai barattare con altri oggetti di altri utenti quando vuoi o donare i tuoi crediti alle Onlus partner. Quante tutine hai che tuo figlio ha messo solo una volta prima che gli andassero troppo strette? E il passeggino è in soffitta? Quanti scaldalatte hai avuto in regalo? Li usi tutti? Perché continuare a comprare cose nuove spendendo denaro quando queste cose sono ancora nuove e ri-utilizzabili?”

Liberarsi delle cose inutilizzate è una necessità per tutte le famiglie. Farlo scegliendo una soluzione green e, volendo, solidale è un’opportunità oggi possibile grazie a Reoose. Scopritela ;-)

Smamma

Comments Off

Avete letto bene,CUSCINETTI ECOLOGICI IN PULA DI FARRO…..che spettacolo!
Ma andiamo con ordine e vediamo  che cosa sono questi cuscinetti, di che materiale sono fatti,a che cosa servono e dove possiamo acquistare i cuscinetti ecologici.

CHE COSA SONO I CUSCINETTI ECOLOGICI

I CUSCINETTI ECOLOGICI sono dei cuscini di piccole  ( 20x13cm)  e medie ( 30x20cm o 20x20cm) dimensioni, con varie applicazioni: papera (diponibile nel formato piccolo),  cane (disponibile nel formato medio) e maialino (disponibile nel formato medio).

DI CHE COSA SONO FATTI

I cuscinetti qui descritti sono tutti realizzati in materiali tessili  privi di sostanze allergizzanti ed oltre alla loro biologicità possono vantare la certificazione Öko-Tex Standard. Tutte le cuciture sono eseguite a mano con cura artigianale e tutti i peluche possono essere lavati, anche quelli dotati di carillon. Al loro interno, e qui sta la straordinarietà di questo prodotto, contengono la pula di farro, ovvero una caldissima “batteria” ecologica per accumulare calore utilizzando i meccanismi ideati dalla natura. Rilasciano infatti calore naturale, piacevole e salutare, senza scottare.

A CHE COSA SERVONO

I cuscinetti sono ideali da tenere nel lettino per mantenere il calore e per prevenire le fastidiossime colichette.

DOVE SI ACQUISTANO

I cuscinetti qui descritti si possono acquistare nello store on-line Ekobebè: www.ekobebe.it.
I prezzi sono ottimi: dai 16 euro del piccolo, fino ai 22 euro del medio…..un’ottima idea regalo!

Chiara Consiglia

Comments Off

Se anche voi come me vi sentite delle mamme ecologiche, ecco l’ultima novità: i vasi biodegradabili.

Negli ultimi anni stanno spopolando i vasi in resina o in plastica che hanno sostituito i più classici vasi in cotto, per la loro versatilità, leggerezza e per i colori trendy. L’unico neo è naturalmente il materiale, difficile da smaltire e non riciclabile. Ecco che la soluzione arriva da questa nuova line adi vasi che sarà presto on-line nello shop Pol&Cler.

Di che cosa sono fatti?

- Fibre del legno

-Lignina

-Resine di origine naturale

Tutte materie prime riciclabili e biodegrdabili; nonostante queste caratteristiche, i vasi sono comunque garantiti nel tempo e mantengono integre le loro caratteristiche per anni.
L’appuntamento è tra pochi giorni nel sito Pol&Cler

Chiara Consiglia

Comments Off

Pannolini biodegradabili…….perchè non usarli? E’ la domanda che mi pongo oggi, considerando che in Italia vengono buttati quintali di pannolini, sono ben il 10% di tutti i rifiuti prodotti.
Ancora agli inizi degli anni ’90 Greenpeace segnalava la distruzione di grandi boschi per la produzione di pannolini: un bimbo usa in tre anni circa 4.500 pannolini (20 alberi di grandi dimensioni); ogni giorno in Italia se ne consumano 6 milioni e necessitano di circa 500 anni per decomporsi!


La proposta arriva a da iobioshop, un negozio on-line che mette a disposizione dei suoi clienti una gamma di pannolini biodegradabili; vediamone le caratteristiche:

-Composizione del prodotto: fibra PLA, cellulosa TCF e PEFC da foreste coltivate, film in Mater-Bi® . Altri: film PE elasticizzato (inferiore al 5%) elastomero e gel superassorbente (inferiore al 12%)
- La biodegradabilità di questo prodotto è superiore all’80%.
-E’ certificato SWAN ECOLABEL e ICEA
-I biopannolini Naturaè sono dermatologicamente testati presso la Clinica Dermatologica dell’Università di Parma.

Per maggiori informazioni e per l’acquisto: www.iobioshop.it

Chi tra di voi utilizza i pannolini biodegradabili?

chiara consiglia

5 commenti

Qualche giorno fa, tra la posta in entrata ho trovato una mail pubblicitaria, che casualmente non è finita in spam come tutte le altre e se ne stava tranquilla tra le mie cose importanti. Nel momento il cui la seleziono per cancellarla il contenuto mi cattura. Mi spinge fino a cliccare il link pubblicizzato e mi fa perdere quasi mezz’ora per spulciare tutto il sito. è fantastico, mi sono detta, e se è piaciuto a me piacerà sicuramente anche a voi.

Eccovi quindi, Melijoe, un e-shop multi marca, di abbigliamento per bambini, ma non solo. già perché qui potete trovare tutto ciò che di carino cercate per un bambino. Io sono innamorata degli stickers della collezione POISSON BULLE, dall’aria un po’ naif e dallo stile inconfondibilmente francese. Poi ora stiamo rimettendo a nuovo la camera della rana e l’ordine è partito immediato per tutto il set. Poi ci sono gli accessori: borse per il cambio, fasciatoi da viaggio, sacche, zaini e tutto per il necessaire declinati nei colori classici e nelle più disparate fantasie provenzali. Ma anche giocattoli e quanto serve per la puericultura.

melijoe

Un sito completo e accattivante, che non vende le solite cose, ma proprio quei prodotti di nicchia un po’ retrò, che tanto mi affanno a cercare un po’ ovunque.

Per quanto riguarda l’abbigliamento, c’è né per tutti i gusti e per tutte le tasche, poi ora ci sono anche i saldi e molte cose sono scontate al 50%. I prezzi sono medio alti, ma di sicuro le stesse cose in negozio le paghereste decisamente di più, trattandosi soprattutto di capi di alta moda bimbo.

Se ci fate un giro fatemi sapere cosa ne pensate, per me è davvero un ottimo sito, considerando anche che per il servizio di spedizioni si affidano all’ups e sbrigano gli ordini in 24ore.

Marlene – Tra Rock e Ninna Nanne

Comments Off

Proprio così. Questa bicicletta che arriva dalla Nuova Zelanda si chiama Wishbone Bike, ed ha molte caratteristiche interessanti.
Innanzitutto è ecologica, perchè interamente costruita in legno (tranne le ruote ovviamente :) …e noi del mercatino dei Piccoli siamo sempre molto attente agli aspetti ambientali.
E’ una bicicletta di design, perchè, al di là delle linee minimaliste con la quale è stata progettata, è possibile richiederla anche nella versione in edizione limitata con disegni personalizzati, come si può vedere qui.
Ma forse la caratteristica che la rende veramente speciale è la sua utilità, in termini di risparmio economico. Sì perchè questa bici, come è possibile vedere dalle tre immagini che ho pubblicato, segue il bambino dall’età di un anno fino ai 5.
Per il bambino di 1 anno, Wishbone è stabile e leggera e può essere utilizzata con 3 ruote che gli permetteranno di stare in perfetto equilibrio.
Intorno ai 3 anni, o quando il bambino sarà pronto per il passo successivo, si possono smontare le due ruote dietro e montarne una sola.
Nell’ultima fase…verso i 5 anni, è possibile modificare facilmente la forma del telaio per darle l’aspetto di una bici da corsa, più aerodinamica. Per saperne di più potete cliccare qui .
Inoltre c’è la possibilità di scegliere anche il colore del coprisellino in silicone, a seconda dei gusti del bambino.

Mercatino dei Piccoli

Comments Off

Ogni volta che vesto mia figlia in una tonalità di colore che non è pastello, pop-color o semplicemente non tendente al bianco, mia nonna e non solo, ha da ridire. I bambini sono puri quindi non vanno vestiti di nero. Ma chi l’ha detto scusate?

Qualcuno deve crederci davvero molto a questa cosa, perché vestire un bambino under 3 in totalblack è praticamente impossibile. Così non resta che ripiegare sul marrone, il porpora, il vinaccia o al massimo sul grigio.

Poi qualche giorno fa la scoperta. Sul sito del Mercatino dei Piccoli, viene segnalata la LUDD. Una linea di abbigliamento svedese ma prodotta in Spagna, che utilizza esclusivamente cotone bio e che ha come caratteristica particolare quella di puntare sul total white e sul total black per le sue collezioni. I capi sono semplici e  minimal e puntano a quelli che sono i pezzi basic del guardaroba dei piccoli. Body, pantaloni e t-shirt non solo bianchi ma anche e soprattutto neri.

ludd

Ho trovato da subito di grande effetto le proposte dell’e-shop e tocca assolutamente provare con mano l’eleganza che sprigiona anche da tutto il sito, sopratutto perché le collezioni sono solo under 3 e alla rana manca ormai poco prima di varcare tale soglia.

E voi come la pensate in merito al nero nel guardaroba dei più piccoli. Siete dalla mia parte o da quella di mia nonna?

Marlene TRN

1 commento

Bellissima l’idea proposta da Doveconviene.it!
Doveconviene.it  è un sito internet che aggrega i volantini di Mediaworld, Trony, Decathlon, Ikea, Mercatone Uno e tanti altri, rendendoli sfogliabili e confrontabili comodamente online, sedute nella nostra poltrona di casa. Non c’è spreco di carta e possimao sfogliare solo quello che ci interessa.
Come funziona:
-Collegatevi al sito www.doveconviene.it
-Indicate la vostra provinica; in automatico il sito selezionerà i volantini e i prodotti in offerta vicini a casa, in modo da informarsi e confrontare i prezzi prima di fare gli acquisti.
- Registrandovi e attivando il servizio di alert email, potete ricevere tempestivamente una notifica appena c’è un nuovo volantino nella vostra  area.

Le categorie attualmente trattate includono elettronica, supermercati, discount, bricolage, arredamento, abbigliamento e viaggi. Ogni settimana vengono inserite nuove catene. Ma non finisce qui! Per ogni catena vengono visualizzate le filiali su mappa, con orari e riferimenti.

Doveconviene.it vuole avere anche un impatto ambientale: il volantinaggio cartaceo è una delle maggiori fonti di spreco di carta, ogni anno ne vengono impiegate 500.000 tonnellate per stamparli. Doveconviene.it è una alternativa ecologica e pulita. Io personalmente ne ricevono quotidianamente e raramente sono di mio interesse; questo servizio mi permette di visualizzare solo i volantini di mio interesse e di non sprecare carta.
E ora sfogliatevi i vostri volantini prima di andare a fare la spesa: www.doveconviene.it

2 commenti

1

Il Giorno della Terra

Per il giorno della Terra, il 22 Aprile, ho molti lavoretti e propositi ecologisti: in questi anni ho sentito sempre più urgente la necessità di fare qualcosa di concreto, anche solo nel mi piccolo, per questo nostro mondo, e ho iniziato proprio da quello che so fare meglio. I giochi per bambini. Ho imparato a riutilizzare e trasformare gli oggetti, per comprare meno e sprecare meno.

E così, un cartone delle uova può diventare un fiore bellissimo,  un rotolo di carta igienica può diventare un binocolo per giocare, e i materiali non sono più monouso, ma possono assumere tanti usi e significati diversi, usando solo un po’ di fantasia.

In casa, è ancora più semplice. Ho stilato una lista di 10 Cambiamenti Ecologici per il Giorno della Terra, e dall’anno scorso l’ho messa in pratica facilmente, cambiando a poco a poco il mio stile di vita. Per esempio: sostituire le vecchie lampadine con nuove lampadine a risparmio energetico; inserire i rompigetto nei rubinetti di casa, per risparmiare acqua; fare la spesa solo con borse di tela riutilizzabili.

Abbiamo imparato a vivere creativamente, ed ecologicamente. Vogliamo ancora salvare il mondo. Salvarlo da noi stessi.

Barbara.

1 commento

Ecco un nuovo gioco, realizzato proprio nel 2011. Il gioco è molto semplice, forse proprio per questo sono convinta che per i bambini sarà più divertente.
Si tratta di una PIZZA prodotta negli Stati Uniti, per il divertimento dei bambini di ogni età, maschi o femmine che siano…e secondo me anche per gli adulti ;) .
In fondo chi ha bambini in casa, quasi sempre ha dei giocattoli che riguardano la cucina, pentoline, mercatini, frutta e verdura finta, piattini o cucine giocattolo. Ecco, ora tra i vari accessori, si può aggiungere questa pizza, che è divisa in 4 fette e che viene spedita con una scatola da pizza per la consegna, il modulo per prendere l’ordine, un tagliapizza e tutti gli ingredienti necessari…per un totale di ben 27 pezzi.
Tra i 20 condimenti che troverete nella confezione:  4 salse, 4 formaggi, 4 set di peperoni, 2 set di funghi, 2 cipolle, 1 peperone verde, 1 peperone rosso, 1 pomodoro verde, 1 pomodoro rosso.
La particolarità è che i pezzi sono ad incastro e si possono mettere nella sequenza desiderata creando cosi tanti tipi di pizza diversi. Il modulo per l’ordine e la scatola permetteranno di giocare tranquillamente in coppia o in più bambini.
Un bambino ad esempio telefona e fa un ordine, l’altro scrive (o fa finta di scrivere se è troppo piccolo ;) , poi prepara la pizza, la inscatola e la consegna. E poi tutti insieme possono “mangiarla”.
Ultimo, ma non meno importante, punto a favore è che questo gioco rispetta l’ambiente perchè è realizzato interamente in plastica riciclata al 100% dalle confezioni del latte.
Se vi siete appassionati come me a questo gioco o se volete farne un regalo per qualche futuro cuoco, potete acquistarlo qui per 25$ circa

www.mercatinodeipiccoli.com

Comments Off