Quando andate a Genova? Perché ci andate presto vero? Beh, se siete mamme, quando ci andate, non potrete fare a meno di fare tappa all’Acquario di Genova. Se siete mamme, forse a Genova ci andate proprio per quello :-)

Da pochi giorni è disponibile l’applicazione ufficiale per iPhone, iPod e iPad che renderà la vostra visita all’Acquario “speciale”. Una vera e propria guida audio e video non solo alla struttura ma a tutto il mondo marino. Oltre ad informazioni per organizzare la visita, con orari e prezzi, infatti, vi permetterà di conoscere tutti i segreti delle diverse specie ospitate nelle vasche e di approfondirne la conoscenza grazie a foto e video.

Semplice da consultare e immediata, l’applicazione è suddivisa in quattro sezioni: info, gallery, audio ed extra.

Nella sezione audio sarete guidati da una voce nel corso della vostra visita che vi racconterà tutte le curiosità sulle specie che incontrerete nel percorso. Inoltre, potrete ascoltare i suoni del mare e quelli degli animali presenti.

Con gli Extra, potrete invece trovare informazioni sulle altre strutture gestite da Costa Edutainment a Genova, come il museo Galata, la “palla” Biosfera, la Città dei bambini e dei ragazzi, e nel resto d’Italia.

L’applicazione costa 2,99 euro ed è disponibile qui. Potete iniziare a usarla adesso così programmate meglio la visita, no? :-)

Smamma

Comments Off

Non avete un iPhone né uno smartphone e siete stanche di leggere delle meravigliose applicazioni che vi aiuterebbero a gestire meglio i tempi dell’allattamento? Consolatevi, gli americani, che in fatto di gadget per mamme non sono secondi a nessuno, hanno inventato l’orologio che fa per voi.

Si chiama ConLeche, è disponibile in tre modelli e prevede due quadranti, uno per l’ora e uno per il tempo dell’allattamento. Sul secondo quadrante è infatti possibile tenere il conto del tempo passato dall’ultima poppata in modo da avere sempre sott’occhio da quanto non mangia il vostro bebé.
E’ inoltre possibile indicare con la rotellina se l’ultima volta avete allattato il neonato dal seno sinistro o da quello destro.

Il costo varia dai 66 dollari del modello più economico ai 125 di quello più costoso e, se non avete qualcuno che ve lo porti dagli States, dovrete acquistarlo online.
L’idea è interessante e, se ci pensate bene,  “replicabile” semplicemente indossando due orologi contemporaneamente e regolandone uno in funzione dei tempi delle poppate. Del resto, la sovrapposizione di orologi in plastica o gomma da portare come un multi-bracelet non era uno dei trend dell’estate? ;)

Smamma

2 commenti

Che le applicazioni per iPhone e iPod Touch possano risultare davvero utili e/o divertenti ormai si sa. Certo, se sono pensate e realizzate da una mamma hanno una marcia in più.

iGravidanza è un’applicazione pensata per seguire l’evoluzione della gravidanza e vivere l’attesa avendo sempre a disposizione sul proprio telefonino le informazioni e gli strumenti indispensabili. Sara Mervi, ideatrice di iGravidanza, infatti racconta:

“Quando, però, i dubbi mi assalivano non sempre (anzi, quasi mai) disponevo di un computer o di una connessione ad internet. Oltretutto, risultava difficile reperire indicazioni che mi guidassero in modo strutturale da un punto di vista organizzativo.

Per queste miei personali esigenze, alla mia seconda gravidanza ho pensato di creare iGravidanza un applicativo per il’iphone in grado di fornire ovunque, anche lontano da computer e da connessioni internet, le informazioni che una donna gravida vorrebbe disporre.”

Disponibile sull’App Store al prezzo promozionale di 7,99 euro fino al 31 dicembre 2010, iGravidanza prevede tra le sue funzioni un regolo ostetrico, un calendario gestazionale, le risposte ai dubbi più ricorrenti, un GPS per trovare l’ospedale più vicino, un contraziometro e una bilancia virtuale per monitorare l’incremento di peso.

Last but not least, il dizionario dei nomi per scegliere quello del vostro bambino. Tra una coda per un esame e un po’ di burocrazia, saprete cosa fare ;)

Smamma

3 commenti

The iPhone Mom

Si parla di: internet per mamme

iphonemom.jpgLe applicazioni per iPhone dedicate alle mamme o pensate per i bambini si moltiplicano. Come fare per non perdere nemmeno un’apps di quelle che cambiano la vita? Seguite The iPhone Mom , mamma blogger che sul suo sito recensisce quasi quotidianamente giochi e utilities disponibili sull’Apple Store .

Una mamma tecnicamente “consapevole” (è su Facebook, ha un blog, usa iPhone) ma che mette nelle sue reviews il suo sguardo di mamma prima di tutto. Quel che lei fa, secondo quanto dichiara, è di andare a spulciare in quell’immensa scatola di cioccolatini che è il negozio online della Apple per scovare le applicazioni nascoste, a cui spesso non si arriva mai in un giro “superficiale”.

Spesso, sono gli stessi programmatori a inviarle direttamente la segnalazione di un nuovo rilascio, riconoscendo la qualità del lavoro di recensione che ha intrapreso. Pratiche e squisitamente soggettive le sue segnalazioni sono esattamente quello che promettono di essere, rapprensentano perfettamente il suo intento: I review iPhone apps for moms.

Inutile perdere tempo altrove, aggiungete questo indirizzo alle fonti che consultate e approfittate delle segnalazioni per crearvi una library perfetta per voi. E, come dice The iPhone Mom, se poi invece è una scusa per trattenervi al computer quella che vi serve, continuate pure a surfare in cerca delle applicazioni che fanno per voi ;)

www.smamma.net

Comments Off

1

IPhone, un gioco per treenni

Si parla di: internet per mamme

Scribble iPhoneCome vi avevamo già raccontato , il mondo delle applicazioni iPhone (e iPod Touch) salvamamme sono davvero moltissime. Alcune sono pensate appositamente per le neomamme , come quelle segnalate in quest’ottima selezione del Time ma si sa, i figli crescono e le mamme si adeguano.

Ecco allora un’applicazione gratuita perfetta per i bambini in età prescolare, dai 2-3 anni in su.Scribble permette di disegnare con quattro colori diversi (blu, giallo, rosso e verde) e salvare la propria opera. Oppure cancellarla scrollando l’iPhone e ricominciare.

Semplice ma divertente è l’alternativa high-tech a colori e foglio di carta. Da tenere sempre in borsa per code inaspettate e ritardi improvvisi.

Date un’occhiata al video: scommetiamo che piacerà anche a voi?

www.smamma.net

 

1 commento

iphone_nursingtracker.jpgC’erano una volta puerpere vaganti alla ricerca di post-it che, una volta trovati, si rivelavano incomprensibili a loro stesse. C’erano una volta neomamme che si annodavano nastrini sulle spalline del reggiseno per ricordarsi “i turni” dell’ultima poppata.

Poi, è arrivato Steve Jobs e la nostra vita è cambiata… Scherzi a parte, il Nursing tracker è solo una delle migliaia di applicazioni sviluppate per iPhone ma potrebbe essere fondamentale per voi se state allattando un neonato.

Nursing Tracker è pensato per rendere meno “confusi” i primi giorni di allattamento. Con una spilla da balia (virtuale!) è possibile appuntarsi a quale seno è stato attaccato il bebé per l’ultima poppata, quando è stato allattato e per quanto tempo.
E’ possibile salvare l’andamento delle poppate ed esportare un fantastico file di statistiche da presentare al pediatra in occasione dei controlli. Il costo è di 4.99 dollari, poco più di un blocchetto di fogli adesivi.

Seppur pensata per l’allattamento al seno, l’applicazione si presta benissimo anche per l’allattamento con il biberon, visto che permette di indicare anche la quantità di latte assunta, sebbene in once. Ma voi non state a preoccuparvi per la conversione e registrate il dato che vi serve. Beh, poi c’è da ricordare che è possibile monitorare fino a sei neonati contemporaneamente ma mi pare proprio una di quelle “finezze” che dan soddisfazione agli sviluppatori ma poi nessuno usa.

Infine, la buona notizia è che non dovete necessariamente passare ad iPhone per semplificarvi il puerperio: l’applicazione è compatibile anche con iPod Touch. Se siete in gravidanza, quindi, non perdete l’occasione e portatevi avanti. Del resto, si dice che la musica nel pancione faccia tanto bene…

www.smamma.net

16 commenti