Sui generis -pari opportunità donne e lavoroVi segnalo due manifestazioni ed eventi dedicate alle donne e mamme sui temi del lavoro, imprenditoria e conciliazione lavoro-famiglia alle quali Working Mothers Italy parteciperà attivamente in termini di interventi, seminari o sostegno e consulenza alle mamme.

La prima manifestazione dedicata alla donna e lavoro è Sui Generis a Mantova dal 6 all’8 maggio, dove WMI interverrà giovedì 6 maggio ore 20:30 per la premiazione delle aziende che hanno introdotto strumenti e politiche di conciliazione.

Qui più importanti esperti a livello nazionale si confronteranno per approfondire ricerche e strategie su pari opportunità, lavoro e famiglia, inserimento della donna nel lavoro, discriminazione e strumenti di contrasto, per riflettere su politiche di genere, stato attuale dell’occupazione femminile in Italia e nella provincia mantovana.

Sarà una manifestazione propositiva che darà un contributo sensibile all’elaborazione di strategie e strumenti finalizzati alla progettazione di un modello di pari opportunità rivolgendosi non solo agli addetti ai lavori ma coinvolgerà e sensibilizzerà un pubblico allargato attraverso eventi ludici e di alleggerimento.

La seconda manifestazione dedicata all’imprenditoria femminile è Ottomarzotuttol’anno e si terrà a Pavia dal 7 al 10 maggio. Un salone delle imprese femminili costellato da incontri, convegni, riflessioni, opportunità che si pone nell’anno europeo della lotta contro l’esclusione sociale con il seguente tema: 
“Rilanciare l’economia, definire nuovi equilibri sociali: i paradigmi per la società post-crisi.il ruolo delle donne “.
 

Incontreremo le famiglie domenica 9 maggio alle ore 15 sul tema della flessibilità, dei congedi parentali e gli strumenti a disposizione della conciliazione lavoro-famiglia.

Inoltre interverremo venerdì 7 maggio alle 16 nella Tavola Rotonda dedicata al “Soffitto di Cristallo” ovvero la barriera invisibile presente nel mondo del lavoro che impedisce alle donne di accedere a posizioni di responsabilità.

Questo “soffitto”, invisibile ma impenetrabile come un cristallo, determina appunto il limite invalicabile degli strati alti delle carriere e schiaccia le donne verso la base che trattiene un gran numero di manager e politici donne, docenti, ricercatrici e scienziate ai livelli minimi della loro carriera.

Vi aspettiamo! 

Maria Cimarelli

Working Mothers Italy

 

Foto di SuiGeneris

Comments Off

mamme,lavoro, donne e webA Milano il 16 marzo scorso si è svolta la II edizione di “Donne e tecnologia mobile”, organizzato da Microsoft all’interno del progetto  Futuro@lFemminile per le pari opportunità.

Nel rapporto tra universo femminile e tecnologie mobili circa 8.3 milioni di donne italiane sono on-line (il 32% delle donne nel nostro Paese) con una crescita del 7% annua. In questo universo femminile nel web le donne dai 16 ai 34 anni coprono il 76%.

La responsabile Microsoft di Futuro al Femminile – dott.ssa Roberta Cocco – riassume:

“[...]Promuovere l’uso delle nuove tecnologie infatti è fondamentale per gestire con efficacia il capitale rappresentato dalle informazioni aziendali e dal know how personale e questo equivale alla possibilità di esprimere al meglio il proprio potenziale, di migliorare le proprie performance, di emergere

Dobbiamo considerare che il modo di concepire il posto di lavoro sta cambiando. [...] Strategie aziendali improntate alla flessibilità permettono di non doversi trovare fisicamente in ufficio per svolgere le proprie mansioni e quindi spesso si traducono nella possibilità di gestire in autonomia il proprio tempo, organizzando la giornata non solo in base agli impegni professionali ma anche alle esigenze familiari.”

Lavorare da casa, organizzare appuntamenti, fare la spesa, pagare bollette o fare bonifici, organizzare e prenotare viaggi…sono solo alcuni degli esempi di utilizzo a nostro vantaggio del web ma “[...]non devono rimanere appannaggio delle grandi aziende. In un contesto come quello italiano, basato sulla media impresa, potrebbero trovare applicazione concreta e risolvere, tra l’altro,  il problema dell’abbandono del lavoro da parte delle donne a seguito della maternità e il bilanciamento tra vita professionale e personale.”

Sappiamo bene che il web e gli strumenti correlati possono essere nostri grandi alleati, anche se non possono rappresentare l’unica soluzione.

Quindi “cadiamo nella rete“! …Ma soprattutto aiutiamo le donne che conosciamo ad utilizzarla, potrà essere solo un vantaggio per loro e per noi, nonché uno strumento di conoscenza e networking!

PS: Auguri a tutti i papà!

 

Maria Cimarelli

Working Mothers Italy

 

Illustrazione di TakeAWay Production

Comments Off